banner320X100

Offerta lavoro in Germania, Esperti o neolaureati

tecnologie infermieristiche

Tecnologie infermieristiche, le tecniche più comuni e le procedure come l'iniezione intramuscolare, il cateterismo vescicale, le medicazioni la terapia infusionale e tante altre.

 

Era il 2009 quando scrivevo questa pagina ed riguardante il monitoraggio dei parametri vitali e della presenza in commercio di sistemi per il monitoraggio continuo dei parametri.

Sistemi informatizzati che inviano i dati Wireless o bluetooth direttamente a computer o al cellulare, ho cercato e trovato alcuni esempi online...

Add a comment

Il collega che lavora in terapia intensiva potrebbe trovarlo un aspetto ridicolo, ma lavorando in reparto l'utilizzo delle pompe siringa può presentarsi come un dramma per alcuni motivi.

Il più semplice è che non ci si ricorda come funziona perchè da mesi o anni non ci è capitato di usarla e allora dopo i primi minuti con un fare professionale ci si scompone e si pronunciano improperi in lingue sconosciute.

Add a comment

Il cateterismo vescicale è una tecnica apparentemente semplice, ma richiede manualità e il rispetto di alcuni principi comuni che sono fondamentali.

In una buona tecnica è necessario che questi principi siano riconoscibili indipendentemente dal luogo e dal materiale impiegato.

Add a comment

La medicazione del PICC richiede precisione e delicatezza che si devono esprimere con una buona buona manualità il video di Andrea Di Cesare presenta tutte le fasi di una medicazione effettuata al domicilio.

Il video mostra una situazione reale, la medicazione di un PICC gestito al domicilio ancorato con un grip lock, la medicazione ha un cerotto dedicato di forma adatta ai CVC ma fra una medicazione e l'altra ha avuto delle aggiunte a rinforzo.

Add a comment

Una veloce ricerca online per rilevare documenti dedicati alle strategie di prevenzione della diffusione del Clostridium, batterio che si trova normalmente diffuso, ma che in condizioni di debilitazione dell'organismo può portare a coliti pseudomembranose e mettere in pericolo la vita del nostro assistito.

C'è un grande impegno documentale e iconografico degli ospedali e alcuni hanno il proprio materiale online.

Add a comment

gavecelt newUna delle relazioni più interessanti dell’ultimo PICC Day tenutosi a Roma il 30 novembre 2016 è stata senz’altro quella affidata a Giancarlo Scoppettuolo, infettivologo della Fondazione Policlinico ‘A.Gemelli’ di Roma, uno tra i più importanti esperti europei nell’ambito delle infezioni da catetere venoso.

La sua relazione è disponibile sul ns. sito sia come presentazione di diapositive sia come video. Ma è talmente rilevante che ci pare utile riassumerla in questa newsletter.

Add a comment

La ricerca sui Cateteri Centrali ad Inserzione Periferica (PICC) negli ultimi 15 anni ha presentato un fortissimo impulso tecnologico, di conseguenza l'impiego dei PICC si è diffuso dagli ospedali al territorio.

Il mese scorso è stato pubblicato lo studio "Complications with peripherally inserted central catheters (PICCs) used in hospitalized patients and outpatients: a prospective cohort study" di Delphine Grau,at al.

Lo studio vuole valutare o fare ipotesi sui costi e la natura delle complicazioni PICC-correlate dall'inserimento alla rimozione ed analizzare il rischio di fattori basati sulla diversa gestione.

Add a comment