Lesioni da Pressione (LDP)

Lesioni da Pressione (LDP)

Lesione da pressione, è una lesione ad evoluzione progressiva che porta a necrosi il derma, l'ipoderma ed arriva fino all'osso, con conseguenze gravi, se non si riesce ad intervenire prima.

Le lesioni da pressione (LDP) sono chiamate anchelesioni o ulcere o piaghe da decubito e l'abbrevizione usata è (LDD) in questo caso si fa riferimento all'idea che le lesioni compaiano solo a causa della semplice pressione fisica.

NON c'è solo la componente della pressione fisica altrimenti le LDP sarebbero scomparse da tempo mentre purtroppo sono un evento grave ancora presente.

La componente assistenziale ha il suo peso e lo sforzo per la prevenzione è forte, ma la presenza di numerosi cofattori che interagiscono può rendere vani gli sforzi, ma non bisogna arrendersi.

Torna alla lista tags e scorri per trovare quello che preferisci.

  • Evoluzione della lesione da decubito al sacro, osservazioni

    Le lesioni da pressione(LDP) compaiono in diverse sedi e personalmente quella al sacro sia una delle più gravi che si possano presentare perchè la sede ne consente una crescita esponenziale. La lesione da pressione ha una caratteristica intrinseca, che dati i fattori che la innescano, poi si autoalimenta e se non si fa nulla di efficace, può solo crescere.

    Nelle pubblicazioni anglosassoni scrivono di trattamento delle lesioni da pressione quando applicano tutte quelle scelte strategiche per la prevenzione, la prevenzione della lesione, valutazione, postura, alimentazione, deve essere mantenuta in presenza di una lesione altrimenti ne possono comparire altre, ma non sono elementi utili a guarire una LDP.

  • Flittene del tallone, due modi per guarirlo, osservazioni

    lesione tallone escara stilizzataLa flittene del tallone è una delle poche lesioni che in assenza di lesioni nere, guarisce senza lasciare esiti, mancano pubblicazioni, la regione Emilia- Romagna ha proposto alcune indicazioni in uno degli ultimi documenti.

    Spesso si legge anche online "non fare nulla alla flittene del tallone" che tradotto, vuole dire, "fate venire una necrosi al paziente". Le conoscenze sulle lesioni sono tante e i modi per guarire una flittene sono due e facilmente applicabili, cerco di racontare alcune osservazioni maturate in anni di attività.

  • Gratuito, Focus in Wound Care: management del dolore e dell'infezione secondo la best practice

    Comunicato: Sabato 9 Settembre a Milano presso il Centro Congressi del CNR – Via Alfonso Corti, 12 si terrà l’evento formativo AIUC – Lombardia Focus in Wound Care:  management del dolore e dell'infezione secondo la best practice. Coordinatore regionale e Responsabile Scientifico: Giuseppe Maierà Infermeriere specialista in Wound Care.

    Il corso è gratuito per gli iscritti AIUC.

  • L'escara, un problema di assistenza infermieristica?

    Lesioni da pressione, ulcere, piaghe sono spesso usati come sinonimi della stessa condizione, una lesione che ha un evoluzione necrotica, che interessa l'epidermide, il derma e gli strati sottocutanei, fino a raggiungere, nei casi più gravi, la muscolatura e le ossa (cit. wikipedia).

    L'escara è una lesione facilmente riconoscibile, ma quando viene identificata non genera un campanello di allarme che ci sono aspetti organizzativi da definire meglio.

  • Le forze di taglio, importanza nelle lesioni da pressione, modelli

    Nelle lesioni da pressione viene spontaneo immaginare come forza prevalente causale la sola forza fisica che preme che esercita una pressione fisica, forse perchè è quella che ci è stata spiegata più spesso.

    Ma rientrano fra le forze della pressione che subiscono i tessuti anche la forza di taglio e di frizione e le occasioni in cui intervengono a causare danni sono molte.

  • Il biofilm nelle ferite croniche, tecnologie

    Il biofilm come dice il termine è uno strato sottile di origine biologica, ma nel nostro caso è colonizzato da microrganismi la sua identificazione ha richiesto di superarare barriere concettuali e tecnologiche.

    Il primo concetto è il passaggio da immaginare i batteri diffusi come se fossero plancton a batteri diffusi su di ed entro una superficie, poi il secondo concetto è identificarli come tali e non è stato semplice.

  • Eleganza 5: arte e tecnologia insieme per un Nursing di base evoluto

     

    eleganza5 introLa cura dei malati oggi raggiunge il suo apice unendo all’arte della cura la tecnologia applicata ad un letto che esegue i movimenti con il minimo impegno dell’operatore.

  • 50 anni fa, trial clinico sulla prevenzione delle piaghe da decubito

    Era il Febbraio 1967 nella prestigiosa rivista Britis Medical journal veniva pubblicato un articolo sulla prevenzione delle piaghe da decubito attraverso l'utilizzo di un materassino ad aria. Preventing pressure sores in hospital: controlled trial of a large-celled ripple mattress, è stato pubblicato da Mary R. Bliss,* IM.B., B.S.; Rhoda McLaren,* R.G.N., S.C.M.; A. N. Exton-Smith, gli autori forse si stanno chiedendo cosa è successo in questi 50 anni la discussione è progredita tantissimo.

  • Scala di Braden, Norton e Waterlow, studio prospettico comparativo sulla predittività

    Nel numero di febbraio di International Journal of Nursing Practice è stato pubblicato uno studio prospettico che comparava 3 scale di valutazione del rischio di lesioni da decubito.

    L'identificazione del rischio di lesioni per agire tempestivamente è uno strumento, il primo che mettiamo in atto nel processo di scelte e azioni per evitare la formazione di lesioni nei pazienti..

  • Scala di Braden - valutazione del rischio di compromissione dell'integrità cutanea

    Scala di Braden La valutazione dei fattori di rischio di compromissione dell'integrità cutanea (lesioni da compressione, dette anche lesioni da decubito - LdD), trova nelle scale o indici presenti in letteratura un ottimo alleato. La scala di Braden è stata realizzata da Braden e Bergstrom nel 1987 (Nursing Research 1987, jul-ago; 36 (4) : 205-10 (LINK).

  • Ruolo delle medicazioni nella prevenzione delle lesioni da pressione

    La prevenzione delle lesioni da pressione riveste un momento importante nell'assistenza infermieristica a prescindere della specialità del reparto. L'uso di medicazioni per la prevenzione è attuato da anni ma la valutazione di efficacia e le dimostrazione scientifica non è semplice.

    All'ultimo WUWHS 2016 e stato presentato un documento di consenso che per arrivare a dare indicazioni di efficacia prima affronta il tema dell'eziologia delle ulcere da pressione.

  • La VAC Therapy con dispositivo meccanico

    snap 125 VAC mLa VAC Therapy è un innovazione che si è diffusa recentemente in Italia con un impegno tecnologico che ha portato alla creazione di apparecchiature elettroniche sempre più piccole(LINK).

    Al WUWHS di Firenze mi ha colpito un oggetto chiamato SNAP 125, utilizzato per la VAC therapy mi ha colpito per la leggerezza e per l'interessante evoluzione tecnologica.

  • Novità nel Wound Care, nuovi documenti di consenso

    logo wintIl WUWHS 2016 è stata anche l'occasione per la presentazione di nuovi documenti di consenso fra professionisti su temi nuovi e delicati per quanto riguarda l'introduzione nei contesti organizzativi e pratici.

    La gestione del biofilm, la valutazione della lesione, il piede diabetico, medicazioni e prevenzione, le lesioni difficili, fra i documenti ci sono anche le ferite chirurgiche e uno dedicato all'idrosadenite.

  • Lesioni da pressione e trattamento laser

    Il mondo Infermieristico e quello riabilitativo, spesso si intrecciano, nei vari reparti ospedalieri o a domicilio di pazienti anziani o comunque allettati, e solo un lavoro di equipe, può aiutare e offrire un valido supporto al malato, che è inerme, e ha solo noi come figure di riferimento in grado di dargli un sollievo.

  • Corsi, ulcere e lesioni da pressione, catalogo AISLEC 2016

    aislecE' online il programma dei corsi ECM sulle lesioni da pressione e le ulcere dell'Associazione Infermieristica per lo Studio delle Lesioni Cutanee (AISLEC).

    Il primo semestre 2016 vedrà 9 corsi in varie città e dai prezzi a partire da circa 20 euro a seconda se si è associati o meno.

  • Master online, I livello per infermieri, Trattamento e prevenzione del piede diabetico

    logo sapienzaMaster realizzato dall'Università La Sapienza di Roma, il Master si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato ad approfondire le conoscenze sul diabete e sulle sue complicanze, con particolare riguardo alla sindrome del piede diabetico (foot syndrome), mediante lo studio dell’anatomia, fisiologia, biomeccanica del piede.

  • Nanofibre, medicazioni del futuro in arrivo

    Le nanofibre sono filamenti piccolissimi, la loro realizzazione è un esempio di come si possano applicare i principi scientifici per ottenere qualcosa di nuovo, infatti sono realizzate con un elettrofilatrice, una macchina che con alti voltaggi e campi elettromagnetici crea filamenti dell'ordine dei 100 nm.

    Filamenti di 100 nm vuol dire dell'ordine di 0,1 micron ovvero più piccolo di una cellula e questo fa si che le medicazioni che utilizzeremmo sarebbero in grado di adattarsi alle singole cellule, fantastico.

  • Master Online, Trattamento e prevenzione delle piaghe da decubito nell'anziano

    logo sapienza

    Questo master è online per la parte teorica con una componente didattica fra pratica e aula di oltre 300 ore, aspetto necessario visto che insegnano ad utilizzare le tecnologie innovative.

    La procedura di iscrizione è online dal sito della Sapienza di Roma.

  • Congresso Gruppo Italiano Vulnologia, Roma 20-21 Novembre

    la sapienzaLa prima giornata del Gruppo Italiano vulnologia GIV si terrà a Roma con un congresso di due giornate dove saranno affrontate le tecnologie innovative del wound care.

    Il congresso dal titolo " I tanti perchè delle ulcere degli arti inferiori" eroga 9 crediti formativi, il programma inizia dall'eziologia delle ulcere degli arti infermieriori per concludersi il giorno successivo con la relazione sul ruolo dell'infermiere nei pazienti Cronici...

  • Lesioni da pressione la Quick Reference di EPUAP

    epuap logoAggiornata un anno fa è disponibile online in diverse lingue, c'è in inglese, cinese, portoghese, giapponese ma per l'italiano bisogna attendere.

    La Quick reference introduce nella classificazione EPUAP degli stadi I-IV anche lo stadio non stadiabile e il "sospetto di lesione profonda".

    Una linea guida da sfogliare che aggiunge cose nuove o meglio amplia il contesto e le responsabilità per la formazione delle lesioni da pressione...