Lesioni da pressione

Le lesioni da pressione sono una complicanza grave dovuta a diversi cofattori sfavorenti che ne favoriscono l'insorgenza.

 

raccomandazione talloneIl sito del Sistema Nazionale Linee Guida (SNLG) ha pubblicato il documento realizzato da AISLeC dal titolo "AISLeC: Raccomandazioni per la valutazione e gestione del paziente affetto da lesioni da pressione del tallone".

Il documento è stato messo online, dopo che si è concluso il percorso di approvazione del SNLG che controlla gli standard dei documenti pubblicati.

Questo documento è importante sia da un punto di vista clinico, modificando alcune vecchie concezioni, che da un punto di vista professionale.

lg toscanaLa linea guida della regione Toscana ha un bel capitolo dedicato all'aspetto nutrizionale del paziente con lesioni da pressione, le raccomandazioni in questa sezione della linea guida sono prevalentemente per i soggetti adulti e sono state ottenute da evidenze condotte sulla popolazione adulta.

Nutrire con attenzione la persona con lesioni da pressione potrebbe passare in secondo piano se l'ospedale, il servizio/reparto non è attento a questo aspetto, la denutrizione del paziente è un aspetto noto tanto che molti pazienti anche senza ulcere perdono molto peso durante il ricovero.

L'obiettivo di una linea guida è di fornire una traccia, un'indicazione sul miglior trattamento possibile; la flittena, chiamata anche flittene, può formarsi sul corpo o nel tallone.

La flittena può essere causata anche da ustioni o altre malattie, ma quando la causa è dovuta a frizione o pressione abbiamo una lesione da pressione stadio II. 

Nel tempo si sono succedute molte raccomandazioni nelle linee guida o nelle procedure.

logo npiap

NPUAP è l'acronimo di National Pressure Ulcer Advisory Panel, un' associazione indipendente che ha come obiettivo il trattamento e la prevenzione delle lesioni da pressione. Assieme a EPUAP (European Pressure Ulcer Advisory Panel) hanno realizzato la famosa scala di valutazione delle lesioni da pressione EPUAP/NPUAP.

Oggi le categorie/scale delle lesioni da pressione che utilizziamo nascono dal loro lavoro.

L'epidermide nel grande anziano, spesso di costituzione magra, per motivi fisiologici o per patologie si riduce di spessore fino al punto di diventare sottile come una carta velina (dermatoporosi). 

In queste condizioni basta un minimo traumatismo o sfregamento che si forma una lesione della pelle, e la quasi completa assenza di tessuto sottocutaneo fa si che possa essere visibile il muscolo.