Area Critica

News sull'Area Critica, tecniche e aggiornamenti di terapia intensiva.

 

La mano del neonato prende il dito della mano di un adultoLe manovre rianimatorie vengono messe in atto quando siamo in presenza di un soffocamento o di un arresto cardiaco. La rianimazione pediatrica del bambino  e del lattante hanno alcune caratteristiche particolari che lo distinguono dall’adulto e che necessitano di una sequenza specifica di manovre rianimatorie per l’età pediatrica (BLS pediatrico o PBLS pediatrico). Le differenza non sono solo caratteristiche morfologiche ma ci sono aspetti fisiologici con frequenze ed atti respiratori differenti.

Convenzionalmente sono state distinte due fasce di età:

LATTANTE: da 0 a 12 mesi (primo anno di età)

BAMBINO: da 1 anno fino al termine della pubertà

La rianimazione pediatrica prevede diverse fasi da attuare in un momento di tensione altissima che si devono realizzare consecutivamente ma soprattutto rapidamente:

Il documento "Guidelines for the Prevention of Intravascular Catheter-Related Infections" è stato pubblicato dal CDC di Atlanta per la prima volta 20 anni fa, aggiornato poi nel 2011 e nel 2017.

Il documento è stato un punto di riferimento per la divulgazione e condivisione di molte buone pratiche, ma va letto tutto ed integrato con le informazioni di anatomia e fisiologia che abbiamo ed i dati reali della nostrà realtà lavorativa.

La linea guida del CDC di Atlanta è stata una delle prime e quindi ha fatto da apripista alle altre linee guida ed è anche un ottimo modello per comprenderne i limiti.

ecg Hyperkalemia K7 4

L'ECG è un tracciato che vediamo spesso ma se non si lavora in cardiologia o in area critica, solitamente sono nella norma o con piccole alterazioni che solo il cardiologo distingue.

Trovare tanti tracciati e già documentati per comprendere le differenze e in caso di problemi attivare tempestivamente il medico non è semplice.

Per fortuna c'è un sito web con centinaia di tracciati che possono essere utili per memorizzare i principali, mi ha colpitoil tracciato in caso di iperpotassiemia.

cvp posionato manoLe complicanze correlate all'utilizzo di un accesso venoso si possono suddividere in meno di una decina di categorie, secondo il documento Infusion Therapy Standards of Practice, sono 9.

Riconoscere rapidamente che è presente un problema nella terapia infusionale richiede di conoscerne il funzionamento nei dettagli.

doctor 840127 640La classificazione delle flebiti prende origine dalla probabile causa scatenante, partendo dalla linea guida dell'Infusion nurses society (INS) del 2016 e tradotta dal GAVECELT.

La flebite è un'infiammazione della vena, spesso agli arti inferiori, la tipologia di flebiti che interessa di più gli infermieri è quella che come concausa vede la presenza di un accesso vascolare. In questo caso la flebite si realizza su di un paziente perchè sta facendo delle terapie ed ha un'importanza molto diversa a seconda delle condizioni cliniche.