linguedo monaco300x100

banner320X100

Leggi, normative e CCNL

normativa saluteLa normativa sanitaria e i CCNL scandiscono la nostra vita professionale, sia per la violazioni ma anche per la crescita professionale.

Il nuovo codice deontologico è stato pubblicato come prima stesura per consentire a tutti di vederlo prima della votazione, adesso è aperta la consultazione pubblica, per tutti gli infermieri iscritti che volessero consigliare delle modifiche.

Come partecipare è semplice, ma è necessario sapere che si può fare un solo inserimento, quindi è necessario leggersi il codice a priori per decidere cosa scrivere prima di accedere al sistema.

 

1 febbraio 2017, breve comunicato

Ieri l’Assemblea ordinaria annuale degli iscritti ha votato il bilancio e la tassa del collegio IPASVI di Bologna sarà ridotta da 55 euro a 50.

 

Il 5 dicembre sono state deliberate le indicazioni regionali, "Case della Salute: indicazioni regionali per il coordinamento e lo sviluppo delle comunità di professionisti e della medicina d'iniziativa".

Il 25 di novembre la legge, che ha recepito la direttiva Ue sull'orario di lavoro europeo del personale sanitario, ha compiuto un anno.

Parliamo della legge 161/2014 il cui articolo 14, c.1 abroga due precedenti norme italiane, realizzate in deroga alla direttiva comunitaria in tema di orari e riposi del personale sanitario dipendente, medici e non medici.

Entrando nel merito si tratta degli articoli 41, c.13 (dirigenza sanitaria) della legge 133/2008 e dell’art.17, c.6-bis del d.lgs.66/2003. Da un anno a questa parte quindi sono entrate in vigore a pieno titolo le disposizioni di cui al d.lgs. 66/03 e, in particolare, la previsione dell’art.7,c.1, del decreto, secondo la quale “il lavoratore ha diritto a 11 ore di riposo continuativo, ogni 24”.

Il detto "la pubblicità è l'anima del commercio" può essere l'incipit per riflessioni semplici, che proprio perchè semplici si trovano in profonda discrepanza con la situazione degli infermieri liberi professionisti.

La pubblicità è l'anima del commercio, senza pubblicità il commercio perde e la nostra società esiste grazie al commercio e gli infermieri che fanno?

ministero saluteDurante la preparazione del concorso di Bologna ho avuto modo di vedere questo documento e leggendo fra le righe da molto spazio agli infermieri, soprattutto alla gestione domiciliare e alla figura del case manager.

Il documento parte dalle premesse e coglie le raccomandazioni OMS, ma non solo teorie, razionalizzazione delle risorse economiche attraverso una spesa mirata e consentitemelo noi siamo un bersaglio....

Io non sono un esperto di leggi, ma un appassionato del sistema ECM, uno dei pochi credo, negli ultimi mesi del 2016 alcuni aggiornamenti deliberati dalla CNFNC forse sono stati sottovalutati.

Quindi mi sono posto delle domande per non avere sorprese nel 2017, quanti crediti ECM devo fare? non vedo gli ultimi corsi che fare? i crediti FAD sono tutti uguali? i master danno tutti l'esonero? i crediti ECM non daranno mai sanzioni?