Infermieri: news attualità e il quotidiano delle esperienze

Il quotidiano dell'infermiere è un esperienza al di fuori dell'ordinario per moltissime persone che non sono a contatto con la malattia e la sofferenza del prossimo. Le news che riguardano gli infermieri e l'infermieristica nel web o nel real life per raccontare un mondo complesso.

email sicurezzaLa posta elettronica certificata entra come obbligo per i professionisti sanitari dal 2020 a causa del Decreto Legge "Semplificazione del 16 luglio 2020, n. 76". La mail pec è uno degli elementi che contribuisce alla nostra identità digitale,  elementi come lo spid, l'app IO hanno lo scopo dichiarato di renderci più facile la vità.

La maggioranza degli infermieri si troverà per un attimo ad avere la vita complicata dall'ennesimo programma di stato perchè la mail PEC è imposta ed ha un valore legale come una raccomandata. Questo comporta che si deve prestare molta attenzione alla protezione delle informazioni di accesso perchè nel caso di furto dell'identità digitale chiunque potrebbe inviare mail con valore di raccomandate a tuo nome.

2020 infermiera chirurgiaFare l'infermiere nel 2021 vuol dire fare un lavoro dove lo stipendio iniziale oscilla tra 1450 e 1600 euro a seconda se si fanno dei turni o se si è in una specialistica.

Il lavoro è necessario per pianificare il prorpio futuro, perchè non ci sono infermieri per i concorsi?

Ci sono pochi infermieri, ma non è solo perchè non sono stati formati, ma perchè il rapporto lavoro/stipendio, disagio/stipendio, responsabilità/ stipendio sono decisamente  favorevoli per l'abbandono.

pics post intensivaLe dimensioni del fenomeno sono talmente vaste e impattanti sulla vita di queste persone che la Society of Critical Care Medicine (SCCM) ha coniato il termine di PICS (Post Intensive Care Syndrome), per raggruppare proprio queste problematiche. La SCCM ha proposto una serie di azioni (l’ABCDEF bundle (1) ) da attuare durante la degenza per prevenire o diminuire i sintomi di PICS. Molti degli interventi del bundle vengono attuati dall’infermiere in collaborazione col medico ed altri sono invece “squisitamente” infermieristici.

A questi interventi da attuare sul paziente, si rende necessaria una rivoluzione culturale della terapia intensiva stessa. Spesso l’organizzazione e il setting delle terapie intensive è “costruito” sulla base di vecchi retaggi o credenze che non hanno alcuna evidenza scientifica.

sergio bonazzi infermiereApprendo la notizia che Sergio Bonazzi, infermiere di 59 anni e da 30 anni in servizio al Sant'Orsola è deceduto nella terapia intensiva oggi 28 novembre 2020 alle 10.30.

Ci uniamo al  cordoglio e al dolore della famiglia per la scomparsa prematura. 

Era ricoverato dal 6 novembre per un aggravamento della malattia in terapia intensiva.

Oggi il comunicato della direzione del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi per esprimere il cordoglio dell'intera comunità degli infermieri bolognesi.

Il comunicato è chiaro: il COVID-19 è la causa del decesso del collega Sergio Bonazzi.

assicurazione protezioneL'assicurazione professionale è diventata obbligatoria dal 2017 con la legge Gelli, l'infermiere che segue e rispetta le procedure di reparto ha una bassa probabilità di causare errori e di conseguenza ci sono numerose assicurazioni che hanno importi alla portata di tutti.

Cercando online si trovano assinfermieri, promesa e Marsh professionisti che ha vinto un bando con FNOPI.

Questo non comporta che l'OPI offra l'assicurazione agli infermieri inclusa con l'iscrizione.

zoccoli infermieri 1

La calzatura più utilizzata da medici e infermieri sono gli zoccoli, chiamati anche zoccoli sanitari o zoccoli per infermieri.

Il loro utilizzo è nato decenni fa per l'esigenza di avere una calzatura che non affaticasse chi deve stare in piedi e fosse ben aerata.

Gli zoccoli una volta erano solo in pelle e legno, poi sono stati realizzati in materiali sterilizzabili, fino a quando non si è fatto un ulteriore salto di qualità con i materiali leggeri.

L'utilizzo degli zoccoli è esploso in questi anni perchè anche le aziende sanitarie hanno deciso di offrirli come calzature di lavoro.

La sicurezza dello zoccolo è diventata vincolante con la legge 81/2008 e se utilizzato al lavoro deve avere il cinturino allacciato.

cvp posionato manoLe tecniche infermieristiche sono parte integrante dell'assistenza e come ogni tecnica o terapia attuata in area sanitaria non è priva di rischi e complicazioni.

Le procedure principali sono insegnate durante il corso di laurea e successivamente è possibile fare un ripasso sui libri universitari o per approfondire tecniche specifiche si realizza una formazione sul campo "on work" che si realizza in modo formale o viene appresa dai colleghi.

ecmclub appEcmclub è un portale per i professionisti sanitari che fa divulgazione e formazione attraverso corsi FAD e nel 2020 si è dimostrato uno dei principali provider per gli infermieri e per molte professioni sanitarie.

Nel periodo della pandemia 2020 ha contribuito alla formazione ECM per contrastare il COVID-19 con almeno 10 corsi, gli altri argomenti dei corsi ECM sono di area medica e quindi di interesse per gli infermieri.

Quando sto scrivendo questo articolo ecmclub è uno dei provider che eroga più corsi fad per gli operatori sanitari di tutte le professioni sanitarie.

opi bo lista insiemeIl 15-16-17 novembre gli oltre 7000 infermieri di Bologna saranno chiamati al voto, la lista insieme è quella dell'attuale Presidente OPI Pietro Giurdanella.

L'ordine degli infermieri ha un ruolo rappresentativo per la professione, ma può essere anche un punto di crescita della professione.

Ovviamente essendo un istituzione pubblica l'OPI non entra nel merito delle competenze sindacali.

La lista insieme ha riassunto il programma in 10 obiettivi che sono:

coronavirus mascherinaIn questa seconda fase di emergenza Covid-19, che sta di nuovo invadendo la nostra quotidianità, ho somministrato un questionario a 500 infermieri in tutta Italia coinvolti, più o meno in prima persona, nei reparti di emergenza.

Il punto focale dello studio “Gli effetti dell’Emergenza covid-19 nel rapporto infermiere-paziente-famiglia del paziente: implicazioni comunicative”, coltivato in collaborazione con il Prof. Antonio Serpico, relatore della tesi sperimentale, è stato: la Comunicazione.

Ovviamente non ci si può ridurre a relazionarsi solo con lo scambio di parole, ma, anche e soprattutto, con quel “mettere in comune” gesti, sentimenti ed emozioni.