Raccomandazioni

Attenzioni per la sicurezza o riduzione dei rischi per la salute, nei casi più seri li indichiamo come [Alert]

pressione arteriosaLa pressione arteriosa (PA) è la forza che il sangue esercita contro le pareti delle arterie e il valore della PA  può variare fisiologicamente nella giornata a causa per esempio dell'attività fsica o per un'emozione forte, senza che questo ci arrechi alcun problema.

La pressione arteriosa alta provoca danni organici se non controllata per un ampio lasso di tempo e per questo motivo le linee guida internazionali hanno cambiato i valori per definire la pressione alta e l'ipertensione.

omeprazoloL'omeprazolo è un farmaco molto utilizzato per ridurre l'acidità dello stomaco nelle tante situazioni in cui questa acidità causa o può causare delle malattie.

L'omeprazolo fa parte di quei farmaci chiamati ‘inibitori di pompa protonica’ e può essere somministrato per via orale con compresse o capsule ed endovena, il farmaco è di uso comune ma richiede delle attenzioni, già note a tutti quelli che hanno già letto il foglietto illustrativo.

I prodotti naturali sono ritenuti privi di effetti collaterali, ma non è così, anche gli integratori alimentari, le vitamine, i probiotici, i prodotti erboristici, le tisane, i medicinali omeopatici, le preparazioni galeniche e/o magistrali, i preparati della medicina tradizionale cinese o ayurvedica possono dare reazioni avverse.

L'Istituto Superiore di Sanità vuole monitorare le reazioni avverse ed apre un canale di comunicazione diretto con il cittadino attraverso il sito web dedicato.

pulsossimetro dito fdaOggi è possibile trovare pulsossimetri da dito a partire da 10 euro, il prezzo ne ha favorito la diffusione, l'utilizzo su di un paziente con patologie croniche o acute richiede di prestare molta attenzione.

Il pulsossimetro a cosa serve? Che sia un pulsossimetro da dito o ospedaliero nelle sue funzioni di base ci restituisce due dati, uno è la frequenza cardiaca con la conta dei battiti al minuto, e l'altro è quello che gergalmente tutti chiamiamo l'ossigenazione del sangue. I dati che leggiamo: per convenzione il primo in alto è "l'ossigenazione" che come unità di misura utilizza la saturazione parziale di ossigeno SpO2 ed abbiamo un numero che va da 0 a 100, l'altro dato è la frequenza cardiaca, i battiti che il cuore ha in un minuto, il sensore li calcola in pochi secondi.

La diastasi si verifica quando la ferita chirurgica si apre, può accadere anche diversi giorni dopo l'intervento chirurgico e le cause possono essere diverse, la cosa importante è che il chirurgo valuti la ferita e decida sulla base della tipologia d'intervento. 

Le diastasi possono verificarsi per diversi motivi e una volta valutate dal chirurgo i tempi di guarigione sono diversi a seconda delle scelte se fare una revisione chirurgica della ferita o se è necessaria una guarigione per seconda intenzione.

Il caso con esposizione della placca richiede una valutazione del chirurgo ortopedico il prima possibile.