linguedo monaco300x100

banner320X100

Raccomandazioni

Idee e suggerimenti utili per la propria salute.

vertebre cervicali

Che il lavoro dell'infermiere sia un lavoro meraviglioso è scontato: dare sollievo al dolore e aiutare il prossimo che è in difficoltà è un aspetto fantastico di questa professione; c'è il rovescio della medaglia però, che questa professione è estremamente usurante e faticosa per l'operatore.

Questa usura spesso coinvolge sia l'infermiere che l'O.S.S, i quali sono spesso sottoposti a dei carichi di lavoro molto pesanti e avere a che fare con persone non sempre collaboranti (non sempre per una loro scelta) e che sono molto scomodi da movimentare.

maniglia alza lettoHo male al petto, dice il paziente, chiami il medico, il paziente si preoccupa, fai esami ematici ecg e non risulta nulla, poi dopo aver escluso situazioni gravi ad un esame più approfondito è un dolore muscolare.

Ma cosa può essere stato il paziente è fermo a letto che sforzi può aver mai fatto? L'immagine è la risposta.

Le motivazioni possono essere meccaniche e le ho descritte nella pagina 

In questa seconda parte gli aspetti che sono più collegati al paziente e che spesso influiscono sulla durata del posizionamento della via venosa .

Saltiamo la parte di posizionamento della via venosa, abbiamo fatto tutto bene, apriamo il regolatore di flusso/morsetto/rotellina/stringitubo e la goccia non scende o va più piano di quello che ci aspetteremmo.

Per capire cosa è successo è necessario riguardare il sistema che abbiamo creato e ci sono due parti principali da considerare:

trasfusioneUna serie di errori e leggerezze che potrebbero sembrare una storia di fantasia se non fosse che è accaduto davvero ed una persona ha richiato di morire, per fortuna ogni tanto c'è un lieto fine e la persona è sopravvissuta.

Il caso è successo in un ospedale dell'Emilia Romagna, ma forse poteva accadere ovunque, i passaggi mancanti sono stati tantissimi vediamone alcuni....

hiv1E' uscito in questi giorni il Rapporto "Lo stato dell'infezione da Hiv/Aids in Emilia-Romagna" (2015), un documento che riporta i dati epidemiologici HIV/AIDS oggi presenti in regione e sono tanti.

Leggendo il documento dell'Emilia-Romagna non è rilevante sapere quanti sono i positivi e gli ammalati di HIV è interessante vedere che oggi nel 21° secolo la trasmissione della malattia è ancora quella sessuale.

La raccomandazione n.17 dal titolo "Riconciliazione della terapia farmacologica" è stata pubblicata a dicembre e affronta il problema della terapia nei momenti cosiddetti di Transizione di cura (rappresentati dal ricovero del paziente in ospedale e dalla sua dimissione, dal suo trasferimento tra reparti della stessa struttura o ad altra struttura sanitaria) gli errori in terapia, correlati a discrepanze non intenzionali, possono causare danni al paziente con un prolungamento della degenza o ricoveri ripetuti e l’impiego di ulteriori risorse sanitarie.

linguedo monaco300x250

master coordinamento