AGENAS

Svolge supporto tecnico operatico per il governo, conosciuta per il sito punto di riferimento per i corsi ECM.

  • fadinmedI corsi FADINMED  consentono di acquisire 66 crediti ECM, i corsi FAD affrontano argomenti fra loro molto vari, aspetti tecnico pratici e di prevenzione.

    Ottimi per un ripasso o un approfondimento sia tu un neolaureato che un infermiere esperto ma che non hai modo di gestire quotidianamente le problematiche presentate nei corsi.

    L'utilità di questi corsi si sviluppa anche per chi sta preparando un concorso, fare quiz va bene ma poi se non ci sono contenuti il giorno del concorso il cervello si impalla, e si blocca, non siamo macchine.

  • La formazione, l'aggiornamento del professionista sanitario è obbligatorio dal lontano 1979, il sistema ECM si è poi evoluto in un processo dove il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e al proprio sviluppo professionale (cit.Agenas).

    L'ECM ci chiede di fare 150 crediti in 3 anni, con un minimo di 25 ed un massimo di 75 crediti/anno, introducento una riduzione fino a 30 crediti per chi nel triennio precedente era in regola e i neolaureati? Lo schema sembra complesso ma ci sono due siti di riferimento molto chiari.

  • Il sito web di AGENAS consente di registrarsi e monitorare la propria situazione ECM per comprendere se i crediti ECM ci sono stati attribuiti tutti, un elenco riepilogatico mostra due tabelle principali, da una parte i crediti riconosciuti per anno e  dall'altra l'elenco dettagliato dei corsi.

    L'elenco potrebbe non essere completo i motivi possono essere diversi.

  • Fino al 30 aprile 2017 è possibile proporsi come consulente per AGENAS, per fare questo chi si è già iscritto deve confermare o aggiornare il proprio profilo, mentre chi desidera iscriversi ex novo ha tempo ancora 10 giorni.

    Entrare nell'Albo degli esperti e dei collaboratori di AGENAS non comporta di essere chiamati per un parere o un progetto, però se hanno bisogno si rivolgeranno a chi si è iscritto.

  • Il mese scorso è stato pubblicato l'accordo Stato-Regioni, il primo punto dell'articolo 1 indica la formazione continua dei professionisti sanitari come espressione del valore fondamentale della tutela della salute.

    L'articolo che riguarda i crediti ECM ne definisce anche come controllare la corretta l'acquisizione dei crediti attraverso i siti istituzionali e gli ordini/collegi ma dal lato pratico c'è una burocrazia con doppioni di attività.

  • AnatomiaLa formazione obbligatoria era in essere anche prima prima del 2002 poi dal 2002 al 2006 la fase sperimentale, la formazione continua è entrata a regime nel 2008. L'Educazione Continua in Medicina (ECM) è un processo di formazione messo in atto dal professionista per mantenersi aggiornato e rispondere al meglio ai bisogni del proprio assistito.

    Quindi è da mettere in atto a prescindere dallo status lavorativo o meno.

  • Il documento pubblicato oggi sul sito di Agenas porta delle novità importanti per il dossier formativo inserendo il dossier di gruppo.

    Resta invariato il dossier formativo per il singolo professionista, anche se immagino che pochi abbiano pensato di farlo, i più facciamo i corsi che ci capitano e continuerà così per il prossimo triennio.

  • Pubblicata ieri la delibera della Commissione Nazionale Formazione Continua per i crediti ECM del triennio 2017-2019, si conferma una riduzione dei crediti da acquisire per chi è stato in grado di organizzare la propria formazione continua. Dalla delibera è possibile vedere anche come cambierà l'ECM dei prossimi tre anni a conferma la creazione di una certificazione dei crediti acquisiti nel triennio.

  • agenas gimbeIl comunicato stampa è un passo importante e un grande riconoscimento della qualità didattico scientifica del lavoro di GIMBE.

    congratulazioni al dott. Cartabellotta e a tutto lo staff.

  • Agenas è un ente pubblico non economico nazionale, che svolge una funzione di supporto tecnico e operativo alle politiche di governo dei servizi sanitari di Stato e Regioni, attraverso attività di ricerca, monitoraggio, valutazione, formazione e innovazione.

    All'interno del sito, la rivista Monitor e le iniziative Buone Pratice e il portale ECM.