L'infermiere forense: cosa fa e quanto guadagna negli USA

Tra tutte le figure dell'ambito sanitario, quella dell'infermiere forense è forse una delle più recenti. Si tratta di una professione particolare che pone al centro la necessità di unire in un singolo professionista sia le competenze infermieristiche sia quelle giuridiche.

L'infermiere forense nasce in origine negli Stati Uniti, nel 1983 quando Faye Battiste Otto fondò la prima associazione degli infermieri forensi americani, la American Forensic Nurses (AFN).

Ed è proprio negli USA, più che in Italia, che questa professione è oggi ben riconosciuta anche dal punto di vista economico. Ma scendiamo più nel dettaglio e vediamo più da vicino questa figura.

Chi è l'infermiere forense

L'infermiere forense è un infermiere specializzato che opera nell'ambito della medicina legale. Questo professionista ha la responsabilità di fornire cure mediche e assistenza alle vittime di reati, raccogliere prove mediche e documentare ferite e lesioni.

La sua formazione e le sue competenze lo rendono fondamentale nel garantire che le vittime ricevano l'attenzione medica di cui hanno bisogno e che le prove mediche siano gestite in modo più appropriato possibile.

Gli infermieri forensi hanno a che fare con una grande varietà di casi, inclusi abusi sessuali, violenze domestiche, abusi su minori e anziani, ferite da arma da fuoco o da taglio, morte e avvelenamenti, incidenti stradali e molto altro.

Questa figura, di conseguenza, può operare in molti settori diversi che spaziano dal risk management, ossia dalla capacità di stabilire linee guida e mettere in pratica procedure in caso di rischio, fino al lavoro prettamente clinico in pronto soccorso, passando per l'assistenza autoptica.

Quali ruoli svolge

Le responsabilità di un infermiere forense sono ampie e variano a seconda del caso specifico. Tuttavia, ci sono alcune attività principali che stanno alla base della sua professione.

Assistenza alle vittime

Gli infermieri forensi forniscono cure mediche alle vittime di reati per documentare ferite e lesioni. Il loro lavoro garantisce alle vittime che hanno subito un qualsiasi trauma le giuste cure e l'assistenza di cui hanno bisogno per riprendersi e affrontare la situazione in cui si trovano.

Raccolta di prove

Questi professionisti sono esperti nella raccolta e conservazione di prove mediche. Queste possono includere campioni di sangue, tessuti, fotografie e documenti medici, che saranno utilizzati in tribunale per sostenere l'indagine e il processo penale.

Collaborazione interprofessionale

Gli infermieri forensi collaborano strettamente con altre figure professionali, come medici legali, avvocati, polizia e assistenti sociali, per garantire un approccio completo e coordinato alla gestione delle vittime e delle prove.

Come è riconosciuto in Italia

In Italia l'infermiere forense è una figura ancora poco valorizzata, ma che sta pian piano emergendo sempre più. Dal 2004 viene riconosciuta con l'istituzione dei primi Master universitari, come quello a Bologna diretto da Paco D'onofrio.

Per poter diventare infermiere forense è necessario aver frequentato un corso di laurea in infermieristica e poi un master post-laurea specifico.

Il Master dà la possibilità allo studente di apprendere nozioni di diritto civile, penale, amministrativo e della gestione del rischio. 

Come è riconosciuto negli USA

Negli USA l'infermiere forense è ben pagato per il lavoro che svolge, non sempre in modo standard perchè sono presenti differenze salariali in base sia alla zona in cui si vive che agli anni di esperienza maturati dal professionista, ma tutto sommato si parla di cifre più che dignitose.

Secondo il Bureau of Labor Statistics BLS degli Stati Uniti, infatti, la cifra media va da un minimo di $ 43.550 a un massimo di $ 78.404.

Entrando nello specifico, a essere meglio pagati sono gli infermieri forensi che operano in:

  • California ($ 78.404)
  • Vermont ($ 74.910)
  • Massachusetts ($ 72.744)
  • Arizona ($ 71.737)
  • Tennessee ($ 71.496).

Quelli che guadagnano meno, invece, sono quelli che lavorano in:

  • Carolina del Sud ($ 43.559)
  • Dakota del Nord ($ 44.669)
  • Carolina del Nord ($ 47.366)
  • Arkansas ($ 47.889)
  • Mississippi ($ 49.064).

Cifre di certo molto elevate, come tutti gli stipendi medi di un infermiere in USA, a differenze dell’Italia dove il compenso si aggira  dai € 24.157,28 euro  ai € 32.081,46 lordi all'anno.

Foto di Ahmad Ardity da Pixabay

Formazione, corsi e FAD gratuiti

Domenica 12 maggio, in occasione del 19° Congresso Nazionale di ANIMO ho partecipato a...
Il Corso FAD gratuito da 1 credito ECM per infermieri e altri professionisti sanitari...

Studenti, letture specialistiche

15 Maggio Patologie
Introduzione L'ascite, dal greco "askos" che significa sacco, è una condizione medica...
03 Maggio Patologie
Neisseria meningitidis (il meningococco) è un batterio Gram-negativo che colonizza in...

Concorsi appena pubblicati