Il passaggio da libera professione a dipendente a tempo indeterminato è una possibilità che si potrebbe realizzare per le agevolazioni che il datore di lavoro può ottenere...

Il D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 (1). Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183. all'articolo 54 riporta:

Art. 54. Stabilizzazione dei collaboratori coordinati e continuativi anche a progetto e di persone titolari di partita IVA

1. Al fine di promuovere la stabilizzazione dell'occupazione mediante il ricorso a contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato nonché di garantire il corretto utilizzo dei contratti di lavoro autonomo, a decorrere dal 1° gennaio 2016, i datori di lavoro privati che procedano alla assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di soggetti già parti di contratti di collaborazione coordinata e continuativa anche a progetto e di soggetti titolari di partita IVA con cui abbiano intrattenuto rapporti di lavoro autonomo, godono degli effetti di cui al comma 2 a condizione che:

a) i lavoratori interessati alle assunzioni sottoscrivano, con riferimento a tutte le possibili pretese riguardanti la qualificazione del pregresso rapporto di lavoro, atti di conciliazione in una delle sedi di cui all'articolo 2113, quarto comma, del codice civile, o avanti alle commissioni di certificazione;

b) nei dodici mesi successivi alle assunzioni di cui al comma 2, i datori di lavoro non recedano dal rapporto di lavoro, salvo che per giusta causa ovvero per giustificato motivo soggettivo.

2. L'assunzione a tempo indeterminato alle condizioni di cui al comma 1, lettere a) e b), comporta l'estinzione degli illeciti amministrativi, contributivi e fiscali connessi all'erronea qualificazione del rapporto di lavoro, fatti salvi gli illeciti accertati a seguito di accessi ispettivi effettuati in data antecedente alla assunzione.

 

Oggi tanti colleghi lavorano come liberi professionisti con regimi fiscali agevolati, questa è un eccezione di un periodo di crisi enon per essere pessimista ma potrebbe finire dato che si parla di crisi finita e la libera professione di oggi a regimi fiscali ordinari potrebbe essere molto impegnativa per tante ragioni.

Dal 1 gennaio 2016 i datori di lavoro di ospedali e case di cura private potrebbero ritenere conveniente assumere quegli infermieri che già oggi sono al lavoro come dipendenti a tempo indeterminato.

LINK al D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81

Pin It