metisIl corso FAD gratuito da 25 crediti ECM sarà attivo dal 15 marzo 2015. Il titolo, la Medicina Della Coppia Nel Setting Della Medicina Generale "Focus On Disturbi Dell'eccitazione", da l'idea che il corso sia il preseguo di quello che è ancora online dal titolo "la medicina della coppia..." 

I corsi FIMMG adesso richiedono una registrazione...

 La pagina di FIMMG adesso rimanda a quella del provider Metis http://www.fadmetis.it/ dove è possibile registrarsi e poi frequentare i corsi FAD.

La creazione del proprio account è immediata si compilano i campi con tutti i dati poi si riceve una mail con un link di conferma da cliccare, un click e si è registrati.

 

Dal 15 marzo il corso n°114702 La Medicina Della Coppia Nel Setting Della Medicina Generale "Focus On Disturbi Dell'eccitazione" sarà disponibile, il razionale tratto dal documento di accreditamento riporta:

 

RAZIONALE

Fin dal 1974 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si è interessata della salute sessuale dell’individuo sostenendo che “la salute sessuale è parte integrante della salute e del benessere dell’individuo”. Oltre all’innegabile interdipendenza tra salute sessuale e benessere psicofisico, molte sono le malattie correlabili ai problemi della sfera sessuale e, spesso, i sintomi di disfunzione sessuale sono precoci e predittivi di patologie complesse. A ciò si aggiunge l’elevata prevalenza di questi disturbi. Di conseguenza si tratta di un problema disalute di cui la Medicina Generale deve farsi carico, in primo luogo perché riguarda una parte considerevole degli assistiti, in secondo luogo perché si tratta di patologie croniche complesse e multifattoriali, in grado di incidere sulla qualità di vita delle persone che affidano al MMG la loro salute, ma soprattutto perché una larga maggioranza di tali persone vede nel Medico di Medicina Generale l’interlocutore ideale con il quale affrontare queste problematiche. 

 In questa ottica FIMMG – Metis si è posta l’obiettivo di sviluppare una serie di iniziative volte a promuovere l’attenzione e ad approfondire le conoscenze dei medici di famiglia in questo campo.  

Tra le varie iniziative è stata già elaborata una FAD dal titolo “La medicina della coppia nel setting della Medicina Generale” nella quale sono stati affrontati in maniera generale i differenti aspetti (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, inquadramento diagnostico e trattamento) delle disfunzioni sessuali maschili e femminili.  

Questa nuova FAD dal titolo “La medicina della coppia nel setting della Medicina Generale. Focus on: disturbi dell’eccitazione” si propone l’obiettivo di approfondire le conoscenze sui disturbi dell’eccitazione femminile e maschile, ovvero la disfunzione erettile.

I disturbi dell'eccitazione costituiscono una problematica estremamente frequente, in particolare la disfunzione erettile rappresenta sicuramente il più studiato e conosciuto disturbo della sfera sessuale, ed è importante sottolineare che questo disturbo può essere un sintomo di allarme o un sintomo sentinella di una coronaropatia o arteriopatia ostruttiva periferica.

L’approfondimento di conoscenze relative a tale disturbo è essenziale se si pensa che proprio per quello che riguarda la disfunzione erettile nelle farmacie il 30,7% dei prodotti è acquistato senza ricetta e il10% on line, con le conseguenze ben note sulla possibile interazione con altri farmaci, di diagnosi falsate dall’assunzione di medicinali non noti al medico e di farmaci non garantiti nel caso di canali di acquisto non ufficiali.

Per quanto riguarda il disturbo di eccitazione femminile si tratta di un disturbo diffuso e comune, che però, come le altre disfunzionisessuali femminili è stato poco studiato, sottovalutato e soprattutto, considerato per tanti anni dalla comunità scientifica internazionale come disturbo psicogeni o comunque a genesi relazionale con scarsa o assente componente organica.

Questo ha comportato una limitazione notevole ad un rigoroso approccio scientifico e, di conseguenza ad un importante gap di conoscenze, rispetto alle disfunzioni sessuali maschili. Solo negli ultimi anni la ricerca scientifica ha posto crescente attenzione ai fattori biologici alla base di queste patologie con lo sviluppo di conoscenze maggiori in campo fisiopatologico, diagnostico e terapeutico. Un obiettivo estremamente importante da raggiungere sarebbe la sensibilizzazione dei medici nei confronti di queste problematiche, affinché, esse vengano gestite con rigore scientifico, ponendo attenzione alla componente organica che molto spesso è alla base di tali patologie. In questo senso, un ruolo chiave lo ha, e sempre di più lo avrà, il medico di famiglia, interlocutore privilegiato per i suoi pazienti.

 

 

 

Ricordo che per adesso sono online altri corsi FAD(LINK) dal 15 marzo sarà disponibile questo a discrezione del provider...

Il razionale 

Log in to comment