Il quadernino del neoassunto, una risorsa preziosa

quadernino scritto
Pin It

Da studenti del terzo anno a neoassunti il passo è breve.

Per quanto ancora non ci si senta tali durante il percorso di studi, si è dei professionisti al 100%, responsabili delle proprie azioni e capaci di gestire il processo assistenziale del paziente nella maniera che si ritiene più opportuna.

Per fare ciò uno strumento che ritengo possa essere molto utile è un quaderno, all’interno del quale segnare le cose utili da sapere e ricordare, particolarità dei pazienti che si vanno a gestire e informazioni relative alla burocrazia (gestione dei ricoveri e delle dimissioni, richieste di esami, gestione emotrasfusioni ecc..) del setting assistenziale in cui si lavora.

I farmaci

Il primo  consiglio che mi sento di dare, che i colleghi più anziani hanno dato a me a loro volta, è quello di segnare i farmaci più utilizzati in reparto e fare delle ricerche mirate rispetto al:

  • il principio attivo,
  • i casi di utilizzo,
  • gli effetti collaterali,
  • le controindicazioni.

Le password

Inoltre, all’interno del mio quaderno io ho riportato tutte le varie mail e password per accedere ai siti web e programmi aziendali, con le relative istruzioni.

Ad esempio, il programma per la gestione dei posti letto, delle dimissioni e per la gestione dell’assegnazione del vitto a ciascun paziente.

La calma è maestra

Suggerisco di non segnare tutto subito sul quaderno, perché magari nella fretta si potrebbero riportare delle informazioni erronee e poco precise, ma di segnare ciò che si ritiene utile o che si vuole approfondire.

Solo dopo, ricopiare o completare il tutto in un momento di calma, per far sedimentare correttamente le informazioni e verificare se è tutto chiaro.

La tecnica del tenere un quadernino è utile non soltanto da neoassunti, ma anche da tirocinanti, segnando tutte le cose che non si sanno e che quindi potranno essere approfondite una volta a casa o tramite un confronto con il proprio tutor di tirocinio.

Il quadernino dove riportare e scrivere le procedure è utile per essere autonomi rapidamente, però anche scriverci le esperienze positive e quelle negative può essere di aiuto per una successiva rielaborazione per avere la strategia migliore.

 

Foto di lil artsy