epuap logoAggiornata un anno fa è disponibile online in diverse lingue, c'è in inglese, cinese, portoghese, giapponese ma per l'italiano bisogna attendere.

La Quick reference introduce nella classificazione EPUAP degli stadi I-IV anche lo stadio non stadiabile e il "sospetto di lesione profonda".

Una linea guida da sfogliare che aggiunge cose nuove o meglio amplia il contesto e le responsabilità per la formazione delle lesioni da pressione...

Un documento che cercando di essere "Quick" è arrivata a oltre 70 pagine, questo perchè affronta tutti gli aspetti dalla prevenzione al trattamento ma anche organizzativi e quotidiani.

Sembra essere un trend nelle linee guida internazionali quello di uscire dal contesto delle mere azioni dell'infermiere dalla vecchia logica "causa effetto" e nel dare un protocollo di istruzioni all'infermiere robot si risolve tutto.

Anche questo documento come EPIC3 (LINK) entra nel merito dell'organizzazione che deve ruotare attorno all'agire dell'infermiere, dalla formazione al monitoraggio.

Ma non basta il documento entra anche in altri argomenti come l'implementazione delle raccomandazioni e serve un facilitatore oppure i materiali ordinari come le lenzuola.

Il risultato è una Quick referenze da leggere con attenzione.

Prevention and Treatment of Pressure Ulcers: Quick Reference Guide (LINK) è in inglese 

Scaricabile dal link

http://www.epuap.org/guidelines/quick-reference-guide-2014-edition-translations/

 

Le categorie delle lesioni:

categoria I

categoria II

categoria III

categoria IV

categoria non stadiabile

categoria sospetto danno profondo

 

Tratto dalla pag, 12-13 http://www.epuap.org/wp-content/uploads/2010/10/Quick-Reference-Guide-DIGITAL-NPUAP-EPUAP-PPPIA-16Oct2014.pdf

Log in to comment