forum non autosuff 2016Si terrà a Bologna l'VIII edizione del "Forum della non autosufficienza (e dell'autonomia possibile)" due giornate ricche di interventi che dovrebbero soddisfare tutte le esigenze.

Le giornate iniziano con la sessione plenaria poi alla mattina e al pomeriggio si potrà scegliere fra le conferenze e workshop circa 10 al mattino e al pomeriggio' questo consente di avere percorsi tematici di interesse per infermieri, coordinatori e dirigenti.

 

L'invecchiamento, la non autosufficenza sono molto legate a scelte familiari e influenzano la vita di più persone all'interno del nucleo familiare e noi professionisti non possiamo ignorarle.

Il nostro assistito, da dove arriva, cosa vive, aspetti di un assistenza all'anziano alla disabilità sempre più specialistica perchè cerca dare un assistenza sempre più mirata.

Nel sito web sono già pensati alcuni percorsi tematici:

Dirigere le strutture del futuro

Il ruolo dell'assistente sociale

Professionisti dell'assistenza: innovazioni, motivazioni, narrazioni

Scenari del nuovo welfare nazionale

Workshop ECM

 

Il programma offre però la possibilità di scegliere gli eventi a cui partecipare:

MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE

P1 - PRIMA SESSIONE PLENARIA Politiche nazionali per la non autosufficienza: facciamo il punto a cura di Rita Cutini

Ore 8.30 Registrazione partecipanti

Ore 9.30 Inizio sessione plenaria

Ore 11.00 Conclusione sessione plenaria Coordina

ORE 11,30-13,00

G1 - Conferenza: Gratta e perdi. Anziani, fragilità, gioco d'azzardo 

G2E - Conferenza: La Regina del Male: Storia ed evoluzione della malattia di Alzheimer Marco Trabucchi,

G3 - Conferenza: La chiamata dei migliori. I Maestri del lavoro sociale di comunità

G4 - Il benessere organizzativo come miglioramento della qualità della vita degli anziani 

G6 - Cronicità, costi standard e LEA: nuove forme di tutela della non autosufficienza a cura di Softwareuno INS

H7 - Il nuovo Regolamento Generale UE n. 679/2016 sulla protezione dei dati personali (GDPR- General Data Protection Regulation)

G7 - La tecnologia RFId nelle Residenze Socio Sanitarie in collaborazione con Sys-Dat

G8 - Riforma del terzo settore e società benefit

G9 - Nel territorio delle demenze, tra arte, miti, luoghi comuni ed errori Ferdinando Schiavo, neurologo Durante il workshop ci sarà la presentazione del cortometraggio "Ti ho incontrata domani" realizzato da Marco Toscani.

MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE ORE 14,30-18,30

G11E - Reazioni e relazioni tra operatori e utenti: per un’etica della relazione di aiuto

G12 - AnzianOSS: e quando gli OSS invecchiano? 

G13 - Occuparsi di Risorse Umane dalla gestione al Benessere organizzativo. Come sostenere processi generativi in situazione di crisi 

G14E - Liberi dalla contenzione: aspetti etici, tecnici e giuridici. L’esperienza delle case residenza e dell’Ausl di Bologna 

G15 - Risorse strumenti e servizi per combattere l’indebitamento di famiglie e anziani

G16 - Gli appalti dei servizi sociali dopo il nuovo Codice e le Linee guida dell’ANAC

G17 - Presentazione rapporto Network Non Autosufficienza 2016

G19 - La digitalizzazione in sanità. Processi, automatismi,facilitazioni per affrontare la digitalizzazione con una soluzione light! 

G21 - World Cafè, People Strategy e Welfare aziendale: metodologie e strategie per le Direzioni delle strutture dei centri di servizio alla persona 

G22 - Il Centro di servizi alla persona che vorrei a cura di ANSDIPP

G23 - Casa e Welfare – come promuovere sviluppo e qualità della vita

 

GIOVEDÌ 17 NOVEMBRE P2 - SECONDA SESSIONE PLENARIA

Uno, nessuno centomila Anziani: Raccontare la Fragilità

Chi sono gli anziani oggi?

Soggetti di assistenza?

Cittadini che sostengono le generazioni più giovani?

Malati di Alzheimer?

Persone coinvolte nella comunità in attività di volontariato?

Persone sole?

Persone curate dagli operatori sanitari?

La plenaria proverà a dare risposte a queste domande; proverà perciò a tratteggiare le tante immagini della vecchiaia nel mondo di oggi, e a metterle in rapporto con lo sfondo della società contemporanea, laddove la televisione e i giornali trasmettono il costante e sottile messaggio di una anzianità malata e passiva, caratterizzata anche da episodi di violenza, che poi si riverberano un una paura diffusa tra i familiari, con la nascita anche di associazioni di difesa degli anziani.

Ma è davvero così la vecchiaia?

I relatori rifletteranno su questi temi e sul filone culturale che ritiene che la vecchiaia non sia un affare privato ma una condizione che fa parte della comunità, e che solamente una integrazione partecipata, sia delle persone sane che di quelle malate, potrà davvero promuovere un cambiamento culturale e di sostegno dell’anzianità attiva.

Questa cultura di comunità dovra’ coinvolgere i famigliari che devono essere parte attiva della cura.

Ore 8.30 Registrazione partecipanti

Ore 9.30 Inizio sessione plenaria

Ore 11.00 Conclusione sessione plenaria

ORE 11.30 - 13.00

H1 - Conferenza: Vittime: il ruolo del Servizio Sociale e dell'assistente sociale

H2 - Conferenza: Gli assistenti sociali e il terzo settore. Strumenti o agenti?

H3 - Conferenza: Come si raccontano la fragilità e le risorse degli anziani nei servizi? Il punto di vista dell’assistente sociale e il suo ruolo

H4E - Conferenza: La gestione integrata dei comportamenti problema nella disabilità intellettiva A cura dell’Asl di Bologna Introduce

G5 - Sinergia tra libertà di movimento dei pazienti nelle strutture e loro tutela. Un aiuto per ampliare le aree libere di movimento con sistemi che garantiscono sicurezza e autonomia. Progettare il benessere degli operatori per ottenere quello dei pazienti: incrementare la qualità assistenziale attraverso il miglioramento dei processi 

H5E - La Storia della mia vita. La raccolta della biografia della persona affetta da demenza come strumento di costruzione della protesi di cura

H6 - Lo scopo di ottimizzare il processo di approvigionamento del farmaco e la gestione del magazzino. Gestire le risorse umane rispetto all’attività di erogazione della terapia con lo scopo di ridurre il rischio di errore durante la somministrazione a cura di Falmalvarion

H8 - Analisi Self Service: cittadini di prima classe a costi sostenibili

H9 – Stili di vita e opportunità nelle età avanzate

GIOVEDÌ 17 NOVEMBRE ORE 14.30 – 18.30

H11 - Giovani caregiver: sostenere gli adolescenti con responsabilità di cura familiare

H12E - La rilevazione della qualità percepita da parte degli utenti come strumento di miglioramento della qualità dei servizi socio-sanitari per persone con disabilità A cura di Ausl Bologna

H13 - Come gestire i servizi socio - sanitari agli anziani dopo l’accreditamento. Nuove regole e vecchi problemi ancora da risolvere

H14 - Al primo posto la domiciliarità. L’assistenza domiciliare strumento cardine per sostenerla. Prospettare il futuro con nuovi servizi e supporti ai caregiver

H15E - La qualità nelle RSA. Principi, fatti, emozioni

H17 - I nuovi servizi socio-sanitari territoriali A cura di Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica

H18 – La Privacy nel Dossier Sanitario Elettronico: gli eventi da monitorare a cura di Softwareuno INS

H19 – Recenti sviluppi su SVaMA e SVaMDi

H20E - Realizzare un’assistenza Person Centred nei contesti di cura. Nuove idee per il miglioramento della qualità della vita A cura di Focòs Argento

H21 - Scenari e sviluppi del nuovo welfare nazionale A cura di ANSDIPP

H22E – Le terapie non farmacologiche e l’ambiente di vita della persona anziana istituzionalizzata

H23E - Abuso e violenza sulla persona anziana nei vari setting assistenziali: profili legali e psicologici. Come prevenire, segnalare e gestire gli episodi di abuso e violenza. Il punto di vista dei mass media 

 

I docenti e relatori non li ho messi e li trovi nel programma che si può scaricare online (LINK), altrimenti veniva una pagina lunghissima sono tanti docenti universitari e relatori con esperienza sul campo, il mio intento di presentare la presenza di una ricca offerta di convegni e corsi fra cui scegliere.

Io sono stato un relatore in una sessione a lato nel lontano 2014, e finita la mia relazione c'era l'imbarazzo della scelta su cosa seguire, da un lato avere più opzioni e utile ma se si paga un co0ngresso come questo è necessario studiare bene il programma per fare il massimo in quelle giornate.

Avere più persone della stessa azienda che si dividono fra i vari congressi consente di avere una maggior diversità di saperi all'interno del proprio team, gli organizzatori lo sanno ed ogni 2 iscrizioni il 3° ha un ingresso gratuito (LINK).

 

Il costo per una singola giornata è di 110 euro e per due di 170 euro.

LINk:

sito web

programma 202Kb

pagina iscrizione

forum non autosufficienza 2016

 

 

Pin It
Accedi per commentare