In questa seconda “puntata” vorrei parlarvi della Professionalità in Infermieristica.

La professionalità è un termine molto utilizzato  ma poco conosciuto, dice tutto e niente. Se dovessi descrivere un professionista da quali basi partirei? Proviamo a pensare...

 

Un abbigliamento elegante, magari firmato?

Un’automobile di lusso?

Un orologio prezioso?

Una borsa di pelle molto ricercata?

Un aspetto curato?

Può sembrare strano, ma quello che balza subito all’occhio è proprio questo aspetto: la FORMA. Ma esiste anche la SOSTANZA?

Non vi è consenso unanime in letteratura scientifica sul concetto di professionalità, esistono però alcuni descrittori o attributi ben riconosciuti, vediamoli:

La conoscenza;

La specializzazione;

La responsabilità intellettuale ed individuale;

Una coscienza di gruppo ben sviluppata.

Poi ancora: l’autonomia, l’indagine, la collaborazione, l’innovazione e i valori morali.

Può sembrare superfluo scrivere un articolo sulla professionalità, ma poiché nella prima uscita ho cercato di descrivere l’infermieristica, sottolineando l’importanza di DEFINIRE ciò che si fa, allo stesso modo oggi ho voluto DEFINIRE ciò che si è.

ATTENZIONE A QUELLO CHE LEGGETE: “Definire un ruolo professionale è un prerequisito indispensabile per stabilire il controllo sulla pratica” (Professionalism in Nursing RNAO). In questi giorni stiamo assistendo ad un braccio di ferro tra l’Ordine dei medici di Bologna e la Regione, sulla questione del see and treat in pronto soccorso. Vedete che le polemiche o se mi passate il termine “la guerra”, nasce dal fatto che i medici si sentono usurpati di un ruolo che spetterebbe solo a loro. Un ruolo chiaro. Quindi se io riesco a definirmi precisamente, automaticamente anche quello che farò diventerà cristallino e non nebuloso. Lo posso fare? Sì, no, non c’è più il mansionario, ma allora cosa posso fare in sostanza?  Più la nostra professione rimane confusa, per volontà altrui, ma soprattutto a causa del nostro scarso ardore professionale, più ci sarà qualcuno che deciderà del nostro futuro, non c’è scampo: o decidi tu o decidono gli altri! Nel momento che conosco chi sono e dove vado (il mio ruolo), ho fatto metà della strada che devo percorrere. Il ruolo rientra nei problemi che citavo nel primo articolo sulla definizione del nursing. Il nostro non è sufficientemente chiaro, ed è per questo che è oggetto di continue vessazioni. Quando vado dal panettiere lo faccio con cognizione di causa: devo comprare il pane. Così è per tutto il resto: meccanico, medico, avvocato… siamo ben a conoscenza delle prestazioni che erogano. Invece la mancanza di consapevolezza su ciò che un professionista svolge, quindi un ruolo inconsistente, apre la guardia a qualsiasi tipo di attacco e di confusione. Rimane però un ambito in cui l’infermiere diventa d’un tratto un PROFESSIONISTA con i fiocchi: davanti ad un giudice!  Di fronte alla legge siamo prepotentemente PROFESSIONISTI.

Cosa fare dunque? Che domande bisogna porsi?

Ci sarebbero da scrivere almeno 50 pagine, ma io voglio far passare pochi contenuti lasciando ai lettori la facoltà di riflettere a domicilio.

La professionalità include:

Un corpo di conoscenze teoriche, pratiche e cliniche.

La capacità di applicare le conoscenze

L’utilizzo di informazioni per documentare la pratica

La condivisione delle conoscenze con i colleghi

Una mente aperta e il desiderio di esplorare nuovi concetti

La disposizione a porre domande

L’impegno all’apprendimento per tutta la vita

L’utilizzo della legislazione e del codice deontologico come supporto alla pratica

L’impegno attivo nell’avanzamento della qualità delle cure

Capire le prospettive del cliente

Le raccomandazioni non finiscono qui, ma l’articolo purtroppo sì.

Leggendo le poche raccomandazioni in merito alla professionalità in infermieristica, mi viene da chiedermi: non è forse stata scavata nel granito la sagoma di un equivoco? E chi sono i responsabili?

La linea guida Professionaliam in Nursing è pubblicata su www.i-nurse.it ed è disponibile gratuitamente su richiesta.

Saluti

Massimo Rivolo

 

 

Pin It