Attraverso i servizi INPS online è possibile chiedere di essere il familiare che usufruisce dei permessi per un familiare certificato secondo la legge 104/92.

logo inpsLa richiesta del pin per l'accesso può essere effettuata senza fretta dal domicilio oppure attraverso gli uffici INPS in un attimo, poi viene il difficile chiedere il permesso online.

O ci si rivolge a un patronato oppure si segue la procedura online...

 Se avete già le chiavi d'accesso potete fare la domanda per chiedere i permessi.

Quindi si va sul sito INPS, si clicca sul pulsante Blu, Servizi online->servizi per il cittadino, quindi vi viene chiesto di fare il login.

Quindi codice fiscale e password e accedi, però, adesso è importante notare che anche se siete loggati non compare, quindi attenzione a non lasciare il pc incustodito con le finestre aperte.

Comunque vedete bene l'elenco di voci di certificati o altro che non vi interessano.

Se provate a sfogliare vi potreste perdere e se pensate di usare il motore di ricerca è tempo perso, perchè vi restituirà non le richieste che potete fare con il servizio online ma le pagine del sito e quindi non ci arrivate a capo.

Io per fortuna oggi ho usato il PC della sede INPS e l'impiegata gentilmente mi ha detto il link da cliccare...>Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito a questo punto si apre un altra finestra con una grafica più semplice.

Nell'elenco a sn si clicca su Disabilità, quindi si apre un altra finestra, si clicca su Acquisizione domanda per: ---> Assistenza familiari disabili

Durante i passaggi è necessario stampare la dichiarazione per i disabili maggiorenni, che sarà da far firmare e restituire come file allegato o cartaceo in sede INPS.

E' necessario arrivare fino alla fine dei passaggi e confermare la privacy, quindi la domanda è inoltrata e la si può modificare entro 24 ore.

 

Detto così sembrano passaggi semplici, ma se non avete idea che la legge 104 è una prestazione a sostegno del reddito vi trovereste a sfogliare centinaia di voci spero di aver semplificato i passaggi.

 

 

Franco Ognibene

fShare
0
Pin It