2018 slownursingSlow nursing - il tempo per l’assistenza si propone come il primo laboratorio di pensiero dedicato all'infermiere moderno schiacciato dalla routine e dai carichi di lavoro in costante aumento.

Gli argomenti del prossimo convegno sono come sempre provocatori, "ipotesi infermiere" e "la passione per la cura".

‘Ipotesi infermiere’

Uno spettro si aggira per la professione infermieristica:

l'indifferenza.

Anzi no:

è la rassegnazione.

Nulla smuove l'animo, nessuno reagisce nell'afosa abitudine dell'ordinario.

L'indistinta figura dell'infermiere soggiace e s'adegua al consueto affacendarsi.

Viene da chiedersi se è possibile trovare un lumicino di dignità, di ambizione etica, di ricerca alla coerenza, di onestà.

Nessuna contraddizione, la situazione è conforme alla società in cui siamo immersi dove dilagano malaffare, speculazione, opportunismo, disonestà, indifferenza.

E’ possibile continuare ad accettare questo?

 

‘La passione per la cura’

Sembra una frase retorica, ridondante.

No!

Non lo è.

E' semplicemente la constatazione della intima essenza della professione di infermiere.

Per cui l'infermiere ad ogni attimo, raccoglie tutta l'attenzione al prendersi cura.

La modalità di dedicare tutto il tempo necessario al contatto configura l'essere infermiere.

Per capire, è sufficiente osservare la disponibilità, il tempo per ascoltare, la dedizione posta alla relazione con la persona paziente, così diversi fra medico e infermiere.

Il delitto più grande dei primari, dei coordinatori, dei manager, dei politici è negare la professione all'infermiere.

Negare lo strumento fondamentale dell'infermiere:

il tempo di cura.

Il convegno si terrà a Zelarino ed è gratuito, non è accreditato ECM per scelta.

Il programma della giornata:

Modera: Paola Schiavon - Infermiera - Padova Concetta Brugaletta - Infermiera - Londra

DICHIARAZIONI DEI PARTECIPANTI

L’INFERMIERE: INDIFFERENZA O RASSEGNAZIONE?

Luciano Urbani - Infermiere pensionato - Mestre

IL DIRITTO: CHI DIFENDE L’INFERMIERE?

Lauretta Anelli - Segretaria - Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico - AADI

L’INFERMIERE E’ LIQUIDO?

Valter Fascio - Infermiere benedettino - Torino

RIFLESSIONI AD ALTA VOCE CON IL PUBBLICO

Conducono: Anna Brescianini - Infermiera - Brescia Enrico Gianfranceschi - Infermiere - Milano

COSA SOGNA L’INFERMIERE

Marcella Gostinelli - Infermiera disoccupata - Arezzo

LA PAROLA E IL CONTATTO

Linda Napolitano - Filosofa - Università di Verona

IL TEMPO E LA PASSIONE

Giuseppe Goisis - Filosofo - Università Ca’ Foscari - Venezia

DISCUSSIONE INTERATTIVA RELATORI-PUBBLICO

Per saperne di più e per le iscrizioni:

LOCANDINA

BROCHURE

LINK pagina web ISCRIZIONE AL CONVEGNO 

usare come username slownursing e come password venezia

Inoltre Slow nursing tiene traccia dei contenuti dei convegni precedenti che puoi vedere o leggere dalla pagina web dedicata (LINK) e ti faccio un caloroso Invito, anche se non verrai al convegno, il modulo iscrizione consente di inviare un contributo, anche di poche righe (pensiero, spunto,riflessione, suggerimento o quesito) utile alla discussione, che poi verrà pubblicato negli Atti Slow nursing 2018 - esserci è importante.

Luciano Urbani 

infermiere in pensione

 

Accedi per commentare