master online infermieri

Diritto allo studio

diritto studioIl diritto allo studio è uno dei diritti fondamentali ed inalienabili della persona, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani dell'ONU.

Il lavoratore della sanità ha diritto ad agevolazioni per studiare, queste possono essere le note 150 ore o permessi retribuiti specifici.

  • lezione universitaIl CCNL Sanità pubblica 2016-2018 nell'art.48 Diritto allo studio ha introdotto alcune novità, da un lato ha dato la possibilità a chi è assunto a tempo determinato di usufruire delle 150 ore, dall'altra ha ridotto il numero di dipendenti a tempo indeterminato che ne possono usufruire.

    Inoltre l'articolo "48. diritto allo studio" ha un titolo fuorviante che potrebbe mettere sulla falsa riga molti infermieri e lavoratori in sanità, questo è da chiarire perchè il diritto allo studio è una conquista importante e consente al lavoratore di non fossilizzarsi e poter crescere professionalmente o addirittura cambiare lavoro.

  • aranNel 2018 la svolta nel CCNL Sanità, una novità importante riguardo al diritto allo studio che fino al 2017 prevedeva che le "150 ore" venissero assegnate solo agli infermieri assunti a tempo indeterminato e di fatto si avevano lavoratori che, pur facendo le stesse cose, avevano diritti diversi.

    Quali sono i criteri di assegnazione delle ore?

  • aranL'ARAN e le organizzazioni sindacali hanno firmato l'ipotesi di contratto che interessa oltre 540.000 dipendenti del comparto sanità,  non hanno firmato Nursind, Nursing UP e altri sindacati. Gli aumenti sono variabili, ma per un contratto fermo da oltre 8 anni introduce si degli aspetti nuovi ed entra di fatto nel XXIº secolo, ma economicamente ci si aspettava di più, dato che per recuperare l'inflazione dal 2009, sarebbe dovuto aumentare dell'11%..

    Novità e semplificazioni nella nuova bozza, del tipo: chi è il lavoratore notturno, semplice, introduce le ferie e i riposi solidali, le 150 ore anche per chi è a tempo determinato, in caso di violenza e altro...

  • aranI permessi retribuiti e non retribuiti che gli infermieri del CCNL sanità possono avere sono riassunti nella guida operativa realizzata dall'ARAN.

    L'ARAN è l'agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni e sono i massimi esperti dato che in caso di interpretazione dubbia intervengono loro.

  • infermiere pcLa formazione continua e costante, anche dopo la laurea, è ormai parte integrante dell'attuale mercato del lavoro. 
  • aranAggiornamento: nel maggio 2018 è stato firmato il nuovo CCNL  2016-2018 del comparto Sanità quanto scritto di seguito va confrontato con gli aggiornamenti del nuovo CCNL.

    Oggi grazie ad internet si riesce abbastanza rapidamente a ritrovare le informazioni su di un determinato argomento e oggi ho cercato informazioni sugli articoli del CCNL sanità che riguardano le festività.

    Non sono tanti ma chiari.

  • Il diritto allo studio prevede che ad una percentuale di lavoratori sia attribuito un bonus di 150 ore retribuite come da paga base, per usufruire di quelle ore ci sono delle regole che sono nate quando i corsi si facevano solo in aula.

    Oggi i corsi universitari sono molti, lauree, master, alta formazione sono tante le lezioni fruite a PC che contribuiscono alla realizzazione dei corsi online e le 150 ore che fine hanno fatto?

  • Le 150 ore sono una conquista importante per il diritto allo studio dei lavoratori, un diritto che nasce negli anni 70 con lo staturo dei lavoratori.

    Gli aspetti normativi risalgono al D. P. R. 23 agosto 1988 n° 395, ma nello specifico per gli infermieri della sanità pubblica, le 150 ore sono regolamentate a partire dal CCNL integrativo del 20 giugno 2001.

    Il CCNL da indicazioni generali importanti...