La domanda se la sono posta 3 medici del Michigan dopo che utilizzando un PICC si sono trovati un elevato numero di complicanze, un tipo di PICC noto anche in Italia.

I medici hanno presentato un poster con dati veramente allarmanti che richiedono uno studio epidemiologico serio ma anche consentono di porsi delle domande importanti dalla valutazione degli studi alle complicanze...

Di solito se negli studi si presentano i dati e si omette il prodotto, capire se i dati sono di una marca o di un altra è difficile per tanti motivi a partire dagli autori che non vogliono essere coinvolti altrimenti lo studio viene considerato sponsorizzato e poi se come in questo caso l'errore è procedurale magari si danneggia un prodotto buono.

Nel loro poster al link prendono in considerazione un PICC che chiamano POWER PICC e riportano che hanno avuto un elevato tasso di TVP e il 75% si sono manifestate nel giro di 2 settimane.

L'elevato tasso di TVP è riferito a 274 casi di impianto PICC di cui 264 hanno sviluppato TVP il 95%.

La curva di sopravvivenza che hanno mostrato era un disastro.

kaplan meier power picc

 

Quindi da veri ricercatori si sono posti la domanda che è anche il titolo del loro poster:

When and How Does Picc-Related Dvt Occur? An Epidemiological Study

 

Per i puristi dell'EBM ci avranno visto solo un poster con chissà quali finalità.

Ma vi mostro un altra curva di sopravvivenza del 2005 su 74 casi che hanno utilizzato il groshong PICC:

kaplan picc

 

Perchè queste grandi differenze?

Senza dati si possono fare ipotesi di fantasia.

La tecnica:

Ci sono PICC che sono impianti con la tecnica di Seldingher che ha molti passaggi, foro, guida, dilati, introduci il picc ecc..

Oppure PICC come il Groshong, che fori con un agocannula del 14 e introduci.

La punta del catetere:

Una punta arrotondata è atraumatica.

Una punta aperta se tagliata bene ha spigoli nella punta se tagliata male ha anche delle punte, non ci vuole un scienziato basta prendere un tubo di gomma e provare a tagliarlo.

Ricordiamoci che il PICC è fissato a un braccio e che quando questi si muove, muove anche il PICC all'interno dei vasi.

L'organizzazione:

C'è una sede che impianta e poi non ha idea di come va a finire o chi impianta il PICC poi lo gestisce e deve spiegare al paziente che il PICC messo lo deve rimuovere, l'attenzione degli operatori cambia molto.

 

Possiamo fare tante ipotesi in merito ai risultati del poster, il materiale, i colleghi incapaci di imparare in 3 anni come si medica e si gestisce un PICC  e che addirittura attendendo le TVP facevano già l'eparina a basso peso molecolare.

Ma tutto questo sono solo chiacchiere, perchè l'alert non è per noi comuni mortali che ogni giorno è in reparto.

L'ALERT E' PER CHI LAVORA NELLE UNIVERSITA'e NEGLI UFFICI DI DIREZIONE, CHE ASCOLTI GLI INFERMIERI E ATTIVI DELLE INDAGINI ogni tanto, recuperare i dati dalle cartelle è un attimo è solo questione di voglia e confermare o smentire i risultati di un poster potrebbe salvare molti pazienti da complicanze inutili e magari dati alla mano si riesce a sollecitare uno studio nazionale.

 

 

 

Pin It
Accedi per commentare