Draghi: appello a non vaccinarsi è appello a morire

Curva totale positivi covid-19
Curva totale positivi covid-19
Pin It

coronavirus situazione ItaliaOggi le parole del Presidente del Consiglio Mario Draghi sono state di una semplicità disarmante, "l'appello a non vaccinarsi è un appello a morire", come a volerci dire dire cosa non ti nè chiaro, guarda negli occhi chi ti parla o scrive e cerca di capire cosa ti sta dicendo.

La pandemia causata dal coronavirus sta riprendendo, il grafico in alto mostra che la curva settimanale sta risalendo esattamente come l'anno scorso in questi mesi.

Le sintesi dei dati presentata dai TG cerca di tranquillizzarci ma la situazione riportata al 22 luglio 2021 è di 54.886 positivi, un numero maggiore di casi positivi rispetto al 30 settembre 2020 quando iniziò la seconda ondata.

Nelle prime ondate l'assenza di un vaccino ha portato molti anziani in ospedale e ci ha costretto vederli morire.

Nella seconda ondata erano molti di più i cinquantenni sovrappeso che venivano ricoverati e poi alcuni non ce la facevano.

La malattia causa una delle morti più terribili che si possa immaginare e se pensi al dolore, non è così, perchè è la mancanza di aria, respiri ma non arriva nulla, in reparto si arriva a somministrare ossigeno a 15 litri/minuto (di solito per altre malattie 4-8 non di più), ma se non basta è necessario usare le apparecchiature e se non è disponibile il posto in semintensiva o in terapia intensiva l'esito spesso è certo.

La vaccinazione è una cura per la popolazione e quando saremo vaccinati il virus ridurrà la sua frequenza, il rischio che il virus si comporti come l'influenza esiste, ma per adesso dobbiamo comportarci come un popolo unito e rispettare le raccomandazioni.

Raccomandazioni che passeggiando a Rimini in via Amerigo Vespucci è possibile vedere come vengono ignorate, il fine settimana i ristoranti riducono la passeggiata e passi vicino a chi mangia, il capannello di complici del gioco delle tre campanelle che attirano i turisti stranieri o il locale turco dove i turisti fumano il narghillè all'aperto e spesso dallo stesso tubicino flessibile.

La cosa peggiore poi è non recarsi all'appuntamento della vaccinazione perchè vuol dire far buttare una dose, un danno enorme e un costo sulle tasche di tutti.

La paura di una malattia mortale fa dire cose stupide, anche se dietro ci mettono tanto impegno nel mostrare sangue freddo e ragionamenti logici, quella che parla è la loro paura di morire, la negazione, il rifiuto è la prima delle fasi tipiche descritte dalla dott.sa Kubler Ross e ben conosciuta in ospedale, ma non era mai capitato che causasse un delirio collettivo.

Ce la possiamo fare e ce la faremo insieme pensando a proteggere le nostre famiglie e le persone che ci stanno vicino.

Sitografia:

Situazione Covid-19 Italia

Situazione Covid-19 nel mondo