pulsossimetro

pulsossimetro

  • La tecnologia per la misurazione dell'ossigenazione negli ultimi anni si è molto evoluta la miniaturizzazione ha consentito di creare prodotti sempre più agevoli per la misurazione dei dati nella malattia e nel fitness.

    I piccoli pulsossimetri che si posizionano solo sul dito hanno visto un'aumento della complessità tecnologica, e di conseguenza quelli che erano una vola pulsossimetri grandi come mattoni si sotto ridotti notevolmente e fanno di più che mostare un solo dato.

    La misurazione dei parametri e dell'ossigenazione avviene attraverso un sensore che emette una luce rossa ed una infrarossa. Calcolando sofisticati rapporti ed equazioni modo è possibile rilevare la frequenza cardiaca l'ossigenazione e alcuni mostrano una curva che è un indice di perfusione.

  • pulsossimetro masimoChe cos’ha in più un pulsossimetro con un prezzo superiore ai 100 euro rispetto ad uno di 10 o 20 euro?

    All’apparenza sembrano uguali, si posiziona il dito nel pulsossimetro e svogle le sue misurazioni. I pulsossimetri da dito nelle versioni base hanno un costo accessibile che arriva fino a 30-50 euro. Strumenti che si rivelano molto versatili e di rapido utilizzo, indicati per il fitness con l'obiettivo di un auto monitoraggio ma utili per infermieri, operatori sanitari e caregiver che hanno bisogno di un dato rapido per avere una prima idea su come indirizzare le scelte cliniche.

  • iHealth pressione1Che cos'hanno in comune un misuratore di pressione, una bilancia, un pulsossimetro o saturimetro e un glucometro?

    Tutti rilevano dati e parametri che possono essere raccolti in automatico con un'app e gestiti assieme con lo smartphone e hanno un design futuristico.

    Impossibile?

    Li ha realizzati iHeallth, una società Americana.