logo bologna Il concorso di Bologna era atteso da ben 7 anni, l'ultimo concorso nel bolognese si è visto nel 2009, nel frattempo i tanti neolaureati hanno lavorato in tanti settori diversi ed hanno partecipato ai concorsi fuori regione.

Da qualche anno faccio concorsi in regione e fuori regione nell'attesa dell'agognato concorso della città natia.

Sul sito dell'ASL Bologna è stato pubblicato oggi l'elenco degli ammessi e siamo in 14020 infermieri (link ammessi) se probabilmente tanti colleghi vengono da tutta italia sicuramente tutti gli infermieri di Bologna si sono iscritti al concorso.

Personalmente non mi ero mai posto il problema andando a fare concorsi fuori Bologna non avevo mai avuto problemi per i cambi turno, ma adesso che c'è il primo concorso dopo 7 anni al lavoro ci siamo tutti iscritti ed iniziano i primi problemi.

Il primo problema è per i lavoratori che nei CCNL privati come AIOP non è previsto il permesso per andare a fare i concorsi e questo ha degli effetti importanti.

Il primo problema, come facciamo a partecipare tutti ad un concorso?

Non si può, se la preselezione è in una data sola, non si può chiudere un ospedale privato, cancellare l'attività di un giorno è un danno economico importante e quindi è impossibile avere i permessi e fare i cambi.

Questo comporta che qualcuno dovrà restare in servizio e non riuscira a partecipare, comporta anche che alcuni parteciperanno di smonto notte il che è come dire far solo presenza dato che manca la lucidità e la concentrazione per fare una preselezione.

 

Il secondo problema, è per le aziende sanitarie che partecipano.

Spesso si lamentano che gli infermieri assunti appena possono vanno via con le mobilità cosa che ha un senso vivere lontano da casa ha un costo spesso proibitivo, ma dall'altra è un effetto causato anche dall'impossibilità di chi è del posto a partecipare al concorso favorendo i fuori provincia.

I terzo problema è per i neolaureati di Bologna.

Quando sarà il prossimo concorso? Una volta si poteva pensare, forse fra 6 mesi, quando ogni ASL si faceva il suo bel concorso ma adesso invece essendo tutte unite in un unica organizzazione il prossimo concorso potrebbe essere anche fra due o tre anni, ma cosa peggiore potrebbe esserci un effetto minimo per l'occupazione locale dei neolaureati bolognesi dei prossimi anni.

 

Piccole riflessioni che possono essere applicate ad ogni concorso di ogni regione italiana ad eccezione del Veneto dove ogni ASL fa i suoi concorsi e in tempi ragionevoli vedono più concorsi nelle stesse città.

 

Ho detto una cavolata?

Pazienza, però se vuoi rispondi al sondaggio anonimo e da il tuo contributo. 

 

{advpoll id='3' view_result='0' width='0' position='center'}

Pin It

Newsletter Concorsi e Avvisi per infermieri

Se desideri essere aggiornato, iscriviti adesso.
Privacy e Termini di Utilizzo
Grazie