pulsossimetro herbie life HL 100AIl pulsossimetro da dito è uno strumento delicato, può essere oggetto di curiosità per un atleta che sta bene ma vuole monitorarsi perchè si allena al limite, oppure essere un oggetto utilizzato per la salute da infermieri, pazienti o familiari.

I prezzi dei pulsossimetri sono molto variabili e la tentazione è forte quando sembrano prezzi regalati, ma possiamo trovare dei criteri di scelta non conoscendo il prodotto?

La domanda me la sono posta in ritardo, dopo che con una collega è stato fatto un acquisto su Amazon, ottimo ecommerce dove però il prezzo è un punto determinante nel distrarre dal guardare le caratteristiche del prodotto.

Una parentesi con saturimetro, pulsossimetro, pulsoximetro, ossimetro ed intendiamo apparecchiature che misurano la SpO2 e la frequenza cardiaca, chiusa parentesi.

I prezzi su amazon nei circa 20 pulsossimetri da dito che ho sfogliato sono variabili dai 20 euro ad oltre i 100 euro le caratteristiche tecniche sono quindi diverse.

Se il prezzo lo tengo per ultimo come fattore di scelta cosa ci metto prima?

Adesso direi di guardare e chi produce e vende quel saturimetro, se il prodotto ha un brand che ha esperienza e ci mette la faccia con le apparecchiature elettroniche, potremmo considerarlo un punto a favore.

Partendo da amazon sono risalito ad alcuni produttori:

-GIMA, su doctorshop ha una pagina dedicata e possiede diversi modelli (LINK), alcuni sono in attivo da diversi anni e questo vuol dire che hanno una tecnologia stabile, altri hanno prestazioni elevate come l'Oxy10 e di conseguenza il prezzo è più alto.

Saturimetro da dito Oxy 10 con indice di perfusione, allarmi e connessione wireless

-Beurer che presenta due modelli (LINK) ma hanno una serie di prodotti ad alta tecnologia.

-Herbie life (LINK) ha una pagina dedicata a tutti i suoi modelli e sono molto belli.

Fingertip Pulse Oximeter Coffee

-Pulox PO300 (LINK)

-iHealth (LINK) è un azienda nuova che fa dell'integrazione delle tecnologie il suo punto di forza ma al tempo stesso è un limite se come clienti non siamo pratici con app e cellulari... vabbè forse una volta.

 

Nei siti si possono trovare le informazioni del produttore ed è possibile leggere le schede tecniche e non solo le semplici descrizioni ridotte vicino al prezzo che possono essere tradotte male o scritte in fretta.

Possiamo osservare che il range di misura affidabile di un saturimetro da dito varia dal 70 al 100% sufficente per constatare la presenza di una condizione alterata.

Interessante la presenza della curva pletismografica o dell'indice di perfusione ma possiamo cercare anche se il nostro pulsossimetro offre altri fattori, quanto dura con le batterie nuove e se le batterie sono ricaricabili.

Sfogliando fra i vari prodotti con un prezzo dai 30 ai 50 euro si trovano dei prodotti ottimi, salendo di prezzo le capacità aumentano e per sfruttarle al meglio è necessario mettersi di impegno e studiarsi il manuale, altrimenti è come avere un "Ferrari" e non sapere dove abbiamo lasciato le chiavi.

 

 

 

Pin It
Accedi per commentare