Il governo clinico rappresenta in un certo senso la formalizzazione delle leggi che regolano l'attività delle grandi aziende sanitarie ma gli effetti attesi dalle regioni non sempre corrispondono a quelli dei cittadini. Per raggiungere dei livelli omogenei di assistenza è necessario che ci siano indicazioni organizzative e standard condivisi. Anche il piccolo ambulatorio prelievi che si accredita con la regione deve sottostare alle regole o leggi empiriche del governo clinico.

Come infermieri, come lavoratori della sanità forse non ci interessano le logiche governative perchè non le sentiamo avere un effetto diretto sul nostro agire quotidiano. Sapere ci aiuta a comprendere due il fattore tempo nei cambiamenti e la comunicazione istituzionale.

Il fattore tempo nei cambiamenti in sanità è a picchi con intervalli più o meno lunghi, sempre che resti tutto uguale e poi improvvisamente cambia a volte poco a volte radicalmente.

Il fattore comunicazione è invece importante sia per comprendere quale indirizzo l'amministrazione vuole dare al nostro lavoro e per capire come proporre nuove idee e proposte in modo professionale.

Comprendere meglio il governo clinico,  il suo ruolo e gli effetti sul nostro lavoro e quindi sul prodotto salute che eroghiamo è un passo per una crescita professionale consapevole.

La collana di pubblicazioni gratuite e scaricabili in pdf è utile per conosere meglio il governo clinico della regione Emilia-Romagna, le altre regioni che adottano il sistema di accreditamento concettualmente adottano lo stesso sistema.

Collana di pubblicazioni a cura di Roberto Grilli, direttore dell'Agenzia sanitaria e sociale regionale.

I volumi per adesso sono 7 e sono pubblicati e disponibili nella.

 

Volume 1 - Le organizzazioni sanitarie

Volume 2 - La gestione del rischio e del contenzioso

Volume 3 - Appropriatezza. Una guida pratica

Volume 4 - La valutazione di performance cliniche

Volume 5 - Il governo dell'innovazione nei sistemi sanitari

Volume 6 - La formazione per il governo clinico

Volume 7 - Audit clinico: uno strumento per favorire il cambiamento

Tutti i volumi "vedono il ruolo dei professionisti nelle organizzazioni sanitarie come centrale sia esaminando alcuni dei problemi principali su cui i professionisti dovrebbero poter dare il proprio contributo nell’esercizio delle loro responsabilità cliniche ed organizzative, sia indagando empiricamente con specifiche iniziative di ricerca alcuni dei molteplici aspetti che attengono alla partecipazione professionale, a quei processi decisionali che nelle aziende sanitarie riguardano la qualità dei servizi ed il loro sviluppo", come scrive Roberto Grilli nella presentazione generale.

 

Il progetto editoriale è a cura de Il Pensiero Scientifico Editore per conto dell’Agenzia sanitaria e sociale della Regione Emilia-Romagna, grazie a un finanziamento del Ministero della salute e in collaborazione con l’Azienda USL di Imola.

http://assr.regione.emilia-romagna.it/it/notizie/home/contributi-per-il-governo-clinico

Volumi per gli addetti ai lavori, ma non solo utili anche a chi vuole sapere quali sono le forze in gioco nelle scelte aziendali oppure per chi vuole realizzare una tesi per un master di coordinamento o dirigenziale secondo livello e si trova pronte delle pubblicazioni con riferimenti bibliografici che riducono di molto il lavoro e le scelte da prendere.

 

Log in to comment