Prendersi cura della colostomia, le fasi principali

Pin It

ibs 5308379 640La colostomia è l'amputazione di una parte dell'intestino con un abboccamento esterno.

L'intervento può essere transitorio o definitivo e dipende dalle condizioni che lo hanno richiesto. In entrambi i casi si determina una condizione nuova ed è necessario fare pratica per riacquistare rapidamente l'autonomia e l'indipendenza.

L'infermiere specialista nella gestione delle stomie è l'enterostomista e interviene sin da prima dell'intervento chirurgico, ove possibile, mostrando al paziente quale sarà la nuova posizione dello stoma cercando di scegliere la più confortevole possibile nelle varie posizioni, in piedi o seduto.

La cura della stomia è realizzata dalla persona stessa, salvo che non siano presenti difficoltà oggettive e in questo caso ci si affida all'aiuto di un familiare o un caregiver preventivamente formato.

Non è semplice e prorpio per questo la stomista è l'infermiera specializzata impegnata a seguire ed educare la persona che potrà riacquisire la completa autonomia.

Le fasi salienti nella gestione della stomia le possiamo riassumere in:

  1. Proteggere la pelle intorno allo stoma
  2. Irrigazione per colostomia (solo per colostomie discendenti e sigmoidee)
  3. Svuotamento e sostituzione del sistema di confezionamento
  4. Fare il bagno
  5. Cosa indossare quando si ha una colostomia
  6. Gestire i problemi di colostomia 
  7. Quando dovresti chiamare il dottore
  8. Ordinare e conservare le forniture per stomia

1)Proteggere la pelle intorno allo stoma

La pelle intorno allo stoma è sottoposta a stress a causa dell'adesività del sacchetto, ogni persona ha caratteristiche proprie e una sensibilità diversa.

La pelle attorno alla stomia dovrebbe avere lo stesso aspetto della pelle di qualsiasi altra parte dell'addome.

L'uscita della stomia può rendere questa pelle tenera o dolorante. 

Ecco alcuni modi per aiutare a mantenere la pelle sana:

Utilizzare una placca della dimensione adeguata e apporre una barriera cutanea . 

Un'apertura troppo piccola può tagliare o ferire la stomia e può farla gonfiare. 

Se l'apertura è troppo grande, le feci sarebbero a contatto con la pelle che si irriterebbe. In entrambi i casi se la sacca o la barriera cutanea non sono adatte devono essere sostituite e lo stomista consiglierà il prodotto più adatto per il caso specifico.

Cambiare regolarmente il sistema di sacca per evitare perdite e irritazioni della pelle.

È importante avere un programma regolare per cambiare la sacca.

Utilizzare la sacca per più tempo possibile per "risparmiare" può essere causa di perdite o altri sintomi problematici, come prurito e bruciore.

Fai attenzione alla pelle quando rimuovi la placca e non rimuoverla più di una volta al giorno a meno che non ci sia un problema.

Rimuovere delicatamente la placca spingendo la pelle lontano dalla barriera appiccicosa invece di allontanare la barriera dalla pelle.

Pulisci la pelle intorno allo stoma con acqua.

Asciugare completamente la pelle prima di applicare la placca o la sacca.

Fai attenzione alla sensibilità e alle allergie all'adesivo, alla barriera cutanea, alla pasta o al materiale della busta. 

Possono svilupparsi dopo settimane, mesi o addirittura anni di utilizzo di un prodotto perché con il tempo ci si può sensibilizzare. 

Se la tua pelle è irritata solo nel punto in cui la busta di plastica la tocca, potresti provare una custodia o una custodia di una marca diversa.

La stomista ti può offrire idee e soluzioni alternative. 

Le custodie per sacchetti sono disponibili presso i produttori di forniture, oppure puoi crearne di tue. Potrebbe essere necessario testare diversi prodotti per vedere come reagisce la tua pelle.

2)Irrigazione per colostomia (solo per colostomie discendenti e sigmoidee)

L'irrigazione della colostomia è qualcosa che può essere fatto con alcuni tipi di colostomie per aiutare a spostare le feci attraverso il colon. 

Se hai una colostomia discendente o sigmoidea, puoi scegliere di gestire la tua colostomia con l'irrigazione. 

L'irrigazione consiste semplicemente nel immettere acqua nel colon attraverso lo stoma per aiutare a regolare i movimenti intestinali.

L'irrigazione della stomia è delicata e richiede che ci sia un addestramento effettuato insieme ad una stomista.

La scelta di irrigare la colostomia e come viene fatto dipende da molti fattori, come le:

  • le anse intestinali;
  • il livello di attività;
  • l'abilità e livello di comfort con l'irrigazione;
  • i sentimenti personali sulla colostomia.

Il materiale necessario è costituito da:

  • un contenitore di plastica per irrigazione con un lungo tubo e un cono o punta . Il pezzo di plastica a forma di cono all'estremità del tubo si adatta perfettamente allo stoma per far scorrere l'acqua nella colostomia;
  • un manicotto di irrigazione per portare l'uscita di irrigazione nella toilette;
  • una clip di chiusura della coda e una cintura per un supporto extra del manicotto di irrigazione (facoltativo). 

Se scegli di irrigare è necessario porsi le seguenti domande:

Quando irrigare?

  • scegli un momento della giornata in cui sai che avrai il bagno tutto per te;
  • l'irrigazione può funzionare meglio se fatta dopo un pasto o una bevanda calda o tiepida e considera di irrigare all'incirca alla stessa ora del giorno in cui di solito hai l'evacuazione dalla stomia.

Come irrigare?

L'irrigazione richiede di saper utilizzare strumenti dedicati è necessario un addestramento dedicato con una stomista e non si deve improvvisare.

Con l'addestramento, il tempo e l'esperienza, saprai quando tutta l'acqua e le feci saranno uscite. Uno schizzo di gas può essere un segno che il processo è terminato o lo stoma può sembrare silenzioso o inattivo. 

Quando vedi delle modifiche dal solito e l'irrigazione si prolunga o non è efficace chiedi un incontro con il tuo stomista per rivedere il processo o comprendere se è cambiato qualcosa.

3)Svuotamento e sostituzione del sistema di confezionamento

Ti verrà insegnato come cambiare e svuotare il sistema di sacca prima di lasciare l'ospedale. Non è necessario utilizzare forniture sterili. 

Ad esempio, per pulire intorno allo stoma è possibile utilizzare fazzoletti per il viso, carta igienica o asciugamani di carta anziché tamponi di garza sterili.

Come svuotare la sacca

Svuota la sacca per stomia quando è piena da 1/3 a 1/2 per evitare che si gonfi e perda. 

Segui questi passi:

  • siediti il ​​più indietro possibile sul water o su una sedia di fronte al water;
  • metti una piccola striscia di carta igienica nella toilette per ridurre gli schizzi;
  • tenere il fondo della busta in alto e aprire la clip all'estremità o alla coda della busta;
  • srotola lentamente la coda sul water;
  • svuota delicatamente il contenuto;
  • pulisci l'esterno e l'interno della coda del sacchetto con carta igienica;
  • arrotolare l'estremità della busta e agganciarla.

Quando cambiare il sistema di confezionamento

È meglio avere un programma di cambio regolare in modo che non si sviluppino problemi. Diversi sistemi di confezionamento sono realizzati per durare diversi periodi di tempo. 

Alcuni vengono cambiati ogni giorno, alcuni ogni 3 giorni circa, e alcuni solo una volta alla settimana. Dipende dal tipo che viene utilizzato.

Il cambio della sacca potrebbe essere effettuato in momenti precisi se l'intestino ha un comportamento regolare, ma c'è da tenere presente che potrebbero presentarsi giornate dove l'intestino ha un comportamento irregolare.

In alcuni casi il momento migliore del cambio potrebbe essere la mattina presto prima di mangiare o bere, oppure anche 1 ora dopo il pasto, quando il movimento digestivo è rallentato. 

Il comportamento dello stoma può cambiare man mano che ci si allontana dall'intervento chirurgico, diventando più regolare, grazie all'addestramento e alle tue scelte alimentari.

Fattori che influenzano la tenuta del sistema di confezionamento

Il sistema placca e sacca deve aderire alla pelle. È importante cambiarlo prima che si allenti o perda. 

Il periodo di tempo in cui una sacca rimarrà sigillata alla pelle dipende da molti fattori, come:

  • il tempo,
  • le condizioni della pelle,
  • le cicatrici,
  • i cambiamenti di peso,
  • la dieta,
  • l'attività,
  • la forma del corpo vicino allo stoma 
  • la forma dell'uscita della stomia. 

Ecco alcune altre cose che possono influenzare la durata di una sacca:

  • la sudorazione ridurrà il numero di giorni in cui puoi indossare il sistema di sacca;
  • il calore corporeo, aggiunto alla temperatura esterna, farà sì che le barriere cutanee si allentino più rapidamente del solito;
  • la pelle umida e grassa può ridurre il tempo di indossamento;
  • le variazioni di peso influiranno sulla durata dell'uso di un marsupio, il peso guadagnato o perso dopo un intervento di stomia può modificare la forma dell'addome e potrebbe essere necessario un sistema completamente diverso;
  • la dieta può influenzare la frequenza e la qualità delle evacuazioni, gli alimenti che causano una produzione acquosa hanno maggiori probabilità di rompere un sigillo rispetto a un'evacuazione più densa;
  • le attività fisiche possono influenzare il tempo di indossamento, il nuoto, gli sport molto faticosi o qualsiasi cosa che faccia sudare possono ridurre il tempo di usura.

4)Fare il bagno

Lo stoma non viene danneggiato dal contatto con l'acqua, l'aria o il  sapone neutro. Il sapone potrebbe interferire con la placca, la barriera cutanea che si attacca alla pelle. Per questo è meglio usare solo acqua mentre pulisci la pelle intorno allo stoma. 

Se usi il sapone neutro, assicurati di sciacquare bene la pelle.

Se fai la doccia, puoi anche rimuovere la sacca, ma non è necessario e di solito non è consigliato. Se fai il bagno, si consiglia di lasciare la sacca in posizione. 

Il motivo per non rimuovere la sacca quando fai la doccia o il bagno è evitare il rischio di produzione di feci, che ovviamente non puoi controllare. 

Macchie di sangue sulla stomia

Le macchie di sangue generalmente non sono motivo di allarme. La pulizia intorno allo stoma quando si cambia la sacca o la barriera cutanea può causare un leggero sanguinamento. 

I vasi sanguigni nei tessuti dello stoma sono molto delicati in superficie e sono facilmente disturbati. 

La piccola emorragia di solito si ferma rapidamente. In caso contrario, chiama la tua stomista o il tuo medico.

Rasatura dei peli sotto la sacca

Avere molti peli intorno allo stoma può rendere difficile far aderire bene la barriera cutanea e può causare dolore quando la si rimuoveper questo è utile rimuoverli

Prestare sempre la massima attenzione quando si esegue questa operazione.

Si consiglia di radersi a secco la pelle intorno allo stoma con la polvere per stomia, poiché il sapone e le creme da barba contengono lozioni e oli che possono impedire l'adesione della barriera cutanea. 

Dopo la rasatura, sciacquare bene e asciugare bene la pelle prima di applicare la sacca. 

5)Cosa indossare quando si ha una colostomia

Non avrai bisogno di vestiti speciali da indossare tutti i giorni. Le sacche per stomia, in particolare alcuni tipi, sono abbastanza piatte e difficili da vedere sotto la maggior parte dei vestiti. 

La pressione degli indumenti intimi elastici non danneggerà lo stoma né impedirà la funzione intestinale.

Se eri malato prima dell'intervento chirurgico, potresti scoprire che ora puoi mangiare normalmente per la prima volta da anni. 

Quando l'appetito ritorna, potresti aumentare di peso. 

Questo può influenzare i vestiti che scegli più del sistema placca e sacca stesso.

Indumenti intimi aderenti come mutande elasticizzate in cotone, t-shirt o canottiere possono darti ulteriore sostegno, sicurezza e aiutare a nascondere le borse. 

Una semplice custodia aggiunge maggiore comfort assorbendo il sudore corporeo e impedisce alla custodia di plastica di appoggiarsi sulla pelle. Gli uomini possono indossare boxer o pantaloncini tipo fantino. 

6)Gestire i problemi di colostomia 

Gas (flatulenza)

Subito dopo l'intervento chirurgico può sembrare che tu abbia molto gas quasi tutto il tempo. La maggior parte degli interventi chirurgici addominali è seguita da questo sintomo scomodo, imbarazzante, ma innocuo. Rumori gassosi o brontolii di stomaco possono essere un problema. 

Se sei preoccupato che altri nelle vicinanze lo sentano, puoi dire: "Scusa, il mio stomaco brontola". 

Se ti senti come se stessi per rilasciare gas quando sei con le persone, incrocia casualmente le braccia sulla pancia in modo che l'avambraccio poggi sullo stoma. Questo attutirà la maggior parte dei suoni. 

Rivolgiti allla stomaterapista sui prodotti che puoi assumere per aiutare a ridurre il gas. 

Alcuni alimenti possono causare gas, come:

  • uova,
  • cavoli,
  • broccoli,
  • cipolle,
  • pesce,
  • fagioli,
  • latte,
  • formaggio,
  • bevande gassate e alcol.

Alcune strategie per ridurre la produzione di gas:

  • mangiare regolarmente aiuterà a prevenire il gas;
  • mangia piccole quantità di cibo 4-5 volte al giorno;  
  • NON saltare i pasti per evitare gas o produzione.

Odore

L'odore può avere un impatto che ha un peso psicologico nell'accettazione della stomia sia da parte della persona che di chi ci si deve relazionare, ci possono essere molti fattori determinanti, come:

  • alimenti,
  • batteri normali nell'intestino,
  • malattie,
  • alcuni medicinali e vitamine possono causare cattivi odori.

Gli alimenti che possono produrre odore,:

  • uova,
  • cavoli,
  • formaggio,
  • cetriolo,
  • cipolla,
  • aglio,
  • pesce,
  • latticini
  • caffè. 

L'effetto è diverso da persona a persona, facendo delle prove si possono identificare e rimuovere dall'alimentazione o trovare la quantità adatta.

Strategie che si possono mettere in atto:

  • utilizzare un sacchetto resistente agli odori;
  • controllare che la barriera cutanea sia saldamente attaccata alla tua pelle;
  • svuotare spesso la busta;

Mantenere i deodoranti per l'aria in quella stanza può anche controllare molto bene l'odore quando si svuota il sacchetto.

Trovare le capsule dei medicinali nella tua sacca

La presenza della sacca consente di notare se le compresse hanno superato il transito intestinale senza essere assorbite. Questo può capitare con le compresse rivestite o le capsule a rilascio prolungato. 

Nella maggior parte dei casi, questo significa che non hai ricevuto il medicinale. Se noti questo, parla con il tuo medico o il farmacista.

Valuta se è possibile cambiare in una forma farmaceutica più assorbibile.

Gravi problemi della pelle

Ampie aree di pelle arrossate, doloranti e che piangono (sempre bagnate) ti impediranno di ottenere una buona tenuta intorno allo stoma. 

È importante trattare subito le irritazioni minori. 

Se hai una grande area irritata, o una che sta diventando più grande nonostante le cure speciali, contatta il tuo medico o la stomista. 

Possono prescrivere medicine da assumere per via orale o da mettere intorno alla stomia per aiutare a seccare e guarire la pelle.

Blocco (ostruzione)

Ci saranno momenti in cui la tua stomia non avrà output per brevi periodi di tempo. E 'normale. 

Ma se la tua stomia non è attiva e hai crampi, dolore e/o nausea, l'intestino potrebbe essere bloccato, chiama subito il tuo medico o la stomista per far valutare la stomia e l'addome.

  • NON prendere lassativi di tua iniziativa.

L'ostruzione può anche essere causata da cambiamenti interni come le aderenze (tessuto cicatriziale che si forma all'interno dell'addome dopo l'intervento chirurgico) oppure da alimenti particolarmente ricchi di fibre.

Se non riesci a contattare il medico o la stomista, vai al pronto soccorso, ma ricorda di portare con te le tue forniture per stomia.

Diarrea

La diarrea di solito è un avvertimento che qualcosa non va. 

La diarrea è definita come frequenti movimenti intestinali sciolti o acquosi in quantità maggiori del solito. Succede quando il cibo passa attraverso l'intestino tenue troppo velocemente per poter assorbire liquidi ed elettroliti. 

Può manifestarsi improvvisamente e causare crampi. 

Può far perdere al tuo corpo molti liquidi ed elettroliti. È necessario sostituire rapidamente questi elettroliti per evitare di ammalarsi di disidratazione e perdita di minerali. 

Le feci molli possono anche derivare dal consumo di determinati alimenti, ma di solito durano solo poco tempo. Frutta e verdura crude, latte, succo di frutta, succo di prugna o acqua potabile impura sono esempi di cose che possono modificare la produzione di stomia.

Anche lo stress emotivo può causare feci molli. Alcune persone con ileostomie possono sempre avere "scarichi acquosi" e questo è normale per loro.

Diverse cose possono causare la diarrea:

  • infezione intestinale o intossicazione alimentare, che può anche causare febbre e/o vomito;
  • antibiotici e altri medicinali soggetti a prescrizione;
  • blocco parziale, che provoca anche perdite maleodoranti, crampi, forte fuoriuscita di liquidi e molti rumori dallo stoma. Può essere causato dal cibo o da altri fattori. Chiedi assistenza medica se questo accade a te.

Parlate con il vostro medico o lo stomista (infermiere specializzato in stomia) se avete la diarrea in corso. 

Discuti degli alimenti e dei liquidi che assumi, del tuo programma alimentare, della quantità che mangi di solito e delle medicine che potresti assumere. Potresti ricevere medicine per rallentare le cose.

 Ricorda, non importa cosa, hai bisogno di una dieta ben bilanciata e una buona assunzione di liquidi per avere una buona produzione.

Squilibrio elettrolitico

Gli elettroliti sono sali e minerali nel sangue, come potassio, magnesio e sodio. Mantenerli in equilibrio è importante. Quando viene rimosso il colon (intestino crasso), si corre un rischio maggiore di squilibrio elettrolitico. 

Diarrea, vomito e molta sudorazione possono aumentare questo rischio.

Anche la disidratazione è una seria preoccupazione. I sintomi includono aumento della sete, secchezza delle fauci, diminuzione della produzione di urina, sensazione di testa leggera e sensazione di stanchezza. 

Per evitare la disidratazione, dovresti provare a bere da 8 a 10 bicchieri di liquidi da otto once al giorno. Se hai la diarrea, potresti aver bisogno di più. Bevande come Gatorade ® , PowerAde ® o Pedialyte ® contengono potassio e sodio. 

Ma qualsiasi liquido contenente acqua (soda, latte, succo di frutta, tè, ecc.) aiuta a soddisfare il fabbisogno giornaliero di liquidi.

Perdita di appetito, sonnolenza e crampi alle gambe possono essere segni di perdita di sodio. 

Affaticamento, debolezza muscolare e mancanza di respiro possono essere segni di perdita di potassio. La disidratazione, il basso contenuto di sodio e il basso contenuto di potassio possono essere tutti pericolosi e devono essere trattati immediatamente. 

Tieni presente che alcuni di questi sintomi possono essere causati da altri problemi che potrebbero essere emergenze. 

Chiama subito il medico o il 118 se hai le vertigini, sei debole o hai altri sintomi gravi.

Retto fantasma

Il retto fantasma è molto simile all'"arto fantasma" degli amputati che si sentono come se il loro arto rimosso fosse ancora lì. È normale che tu senta il bisogno di muovere le viscere come facevi prima dell'intervento. 

Questo può accadere in qualsiasi momento e può andare avanti per anni dopo l'intervento. 

Se il retto non è stato rimosso, potresti avere questa sensazione e potresti anche passare del muco quando sei seduto sul water. 

Alcune persone a cui è stato rimosso il retto dicono che la sensazione è aiutata dal sedersi sul water e comportarsi come se si stesse verificando un movimento intestinale.

Sindrome dell'intestino corto

Questa condizione si verifica quando si esegue un intervento chirurgico per rimuovere gran parte dell'intestino tenue. 

La sindrome dell'intestino corto richiede un'attenzione speciale perché non c'è abbastanza intestino rimasto per assorbire i nutrienti di cui il corpo ha bisogno. Le persone con sindrome dell'intestino corto devono essere curate da un medico. 

Devono essere attentamente osservati per assicurarsi che assorbano abbastanza calorie, carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali. 

Possono vivere una vita normale, ma devono stare attenti a evitare la diarrea ed essere a portata di mano delle cure mediche. Più corto è l'intestino tenue, più acquoso sarà lo scarico. 

Ciò può ridurre il tempo in cui una sacca può essere indossata perché la barriera cutanea si rompe più rapidamente.

7)Quando dovresti chiamare il dottore

Dovresti chiamare il medico o l'infermiere per la stomia se hai:

  • Crampi che durano più di 2 o 3 ore
  • Nausea e vomito continui
  • Nessuna produzione di stomia per 4-6 ore con crampi e nausea
  • Scarico acquoso grave che dura più di 5 o 6 ore
  • Cattivo odore che dura più di una settimana (potrebbe essere un segno di infezione).
  • Un taglio nella stomia
  • Lesioni allo stoma
  • Brutta irritazione della pelle o piaghe profonde (ulcere)
  • Molto sanguinamento dall'apertura dello stoma (o una quantità moderata nella sacca che noti più volte quando lo svuoti) (NOTA: mangiare barbabietole causerà un po' di scolorimento rosso).
  • Sanguinamento continuo dove lo stoma incontra la pelle
  • Cambiamento insolito nella dimensione o nel colore della stomia
  • Qualcosa di insolito sta succedendo con la tua stomia

8)Ordinare e conservare le forniture per stomia

Le forniture sono date dall'ASL di appartenenza, la stomista stima un utilizzo medio, ma è necessario comprendere qual è l'utilizzo reale per non restare senza. 

E' necessario organizzarsi, chiedere i giorni di apertura del servizio e fare la richiesta della fornitura successiva prima di restare sprovvisti perchè potrebbero volerci alcuni giorni per arrivare alla consegna del materiale.

Sitografia:

https://www.cancer.org/

Foto di Alicia Harper da Pixabay