Il video tratto da youtube mostra le fasi salienti dell'impianto, la valutazione dei vasi, la preparazione del campo sterile, l'anestesia locale, l'accesso al vaso secondo l'approccio Jernigan-Pittiruti.

Un video di 6 minuti tutti girati in sala operatoria durante le fasi dell'impianto, sconsigliato per chi è sensibile...

Il video mostra le fasi dell'impianto del port, l'utilizzo dell'ecografo per identificare e valutare il vaso e il posizionamento del catetere durante le varie fasi.

Il video forse è un po cruento nella fase della preparazione della tesca, ma l'esecuzione dell'anestesia locale fa il paziente non senta nulla.

Dopo il confezionamento della tasca, viene inserita la cannula nel punto scelto, controllato il posizionamento con doppio controllo, fluoroscopico e ECG, il catetere viene fatto scivolare sottopelle fino alla tasca.

A questo punto il catetere viene tagliato a misura e collegato al reservoir, quindi si posiziona nella tasca e si sutura.

Quindi sutura, lavaggio e medicazione.

Il paziente torna in reparto.

 

 

Le fasi operatorie ci possono far capire come gestire il post operatorio e che complicanze aspettarci, ematoma/i, sraccordo del cvc, schiacciamento del catetere ecc..

Nei primi giorni di medicazione un asepsi rigorosa è fondamentale, per evitare il rischio da infezione.

I Port-a-Cath sono utilizzati come cateteri venosi centrali a lungo termine il loro vantaggio è che una volta impiantati e riemarginata la ferita gli i rischi da infezione della ferita e del punto di ingresso si possono dimenticare.

L'utilizzo del port richiede poi una manualità eccellente, il foro è il principale elemento di dolore e quindi di disaffezione del paziente, in seguito l'utilizzo della linea infusiva richiede sia di utilizzare tutti i sistemi barriera che abbiamo a disposizione ma anche una buona manualità e un buon concetto di asepsi, per vedere il pulito e lo sposrco, oltre le apparenze.

Le gestione del port deve seguire un protocollo locale rigoroso per il lavaggio e la gestione durante le pause dall'utilizzo..

 

Log in to comment