La camminata consapevole: cos'è e perché è bene farla

camminare con il cane nel bosco

Che camminare faccia bene alla salute e contribuisca a mantenere uno stile di vita sano e attivo è oramai risaputo.

Non tutti però sono consapevoli del fatto che una semplice passeggiata può avere anche un incredibile potere sulla nostra mente, riuscendo ad allontanare i pensieri negativi e tutte le preoccupazioni che ci assillano. In questi casi, parliamo di camminata consapevole. Vediamo di cosa si tratta.

Cos'è la camminata consapevole

Camminare è una delle azioni più automatiche che compiamo ogni giorno, proprio come respirare. Quando ci spostiamo da un punto a un altro, infatti, non pensiamo a quale sia il modo migliore per farlo: lo facciamo e basta.

Eppure, questo movimento così basilare e primordiale, se fatto con consapevolezza, può davvero aprirci un mondo. 

La camminata consapevole, o mindful walking, può considerarsi un ramo della più complessa pratica della mindfulness e consiste semplicemente nel camminare.

La differenza con la semplice passeggiata che possiamo fare al parco sta proprio nella consapevolezza, cioè nel connetterci con noi stessi e con la natura che ci circonda.

Non si tratta quindi solo di camminare, godersi la pace di un determinato luogo e ammirare qua e là gli elementi naturali che man mano incontriamo. Il mindful walking è molto di più. 

Per praticarlo al meglio bisogna attivare tutti e cinque i sensi, procedere con lentezza e concentrarsi sul proprio respiro, così da allontanare i pensieri.

La prima volta potrebbe servirti più tempo per raggiugere uno stato mentale sgombero da pensieri, ma per aiutarti puoi provare a concentrati sui suoni e gli odori che percepisci o sui colori e le forme naturali nei quali ti imbatti camminando.

I benefici per la salute mentale

Secondo alcuni studi, camminare lentamente per almeno 20 minuti può essere di grande aiuto per il nostro benessere psichico.

Questa attività, se fatta con consapevolezza, può infatti ridurre quella sensazione di ansia e stress che si ha solitamente dopo una giornata o un periodo particolarmente intenso, e può anche contrastare la depressione. 

Questa pratica si riconnette con quella dello Shinrin-Yoku, o bagno nella foresta, una sorta di terapia della natura (come la chiamano gli esperti) che porterebbe una serie di benefici. Tra le altre cose, la camminata consapevole ci permette di:

  • diminuire stress e ansia
  • migliorare la qualità del sonno
  • migliorare l'umore
  • riuscire a provare gratitudine per tutto ciò che ci sta intorno
  • sentirci in pace con noi stessi e con il resto del mondo
  • riuscire ad apprezzare le cose semplici, senza farci assalire da preoccupazioni legate al lavoro o alla vita sui social.

Tre modi per praticare la camminata consapevole

Ci sono diversi modi con i quali sperimentare la camminata consapevole, adatti anche nel caso in cui tu ti stia approcciando solo adesso a questa pratica. Vediamone 3.

1. Trovare frasi motivazionali a ogni passo

Uno dei modi più semplici, ma anche di grande effetto, per camminare in modo consapevole è aggiungere a ogni passo una parola o una frase che ti spinga ad andare avanti.

Questo è un ottimo modo per evitare che durante la camminata la tua mente possa distrarsi e generare pensieri negativi.

Chi è all'inizio, generalmente si limita a contare i passi, ma se vuoi provare qualcosa di più profondo puoi anche ripeterti parole di gratitudine o frasi motivazionali che hai letto o sentito e che ti hanno colpito.

2. Attivare tutti e 5 i sensi

Anche questo metodo è piuttosto semplice. Nel momento in cui ti trovi in uno spazio aperto, prova a sintonizzare tutti i tuoi sensi e concentrati su ciò che ti sta intorno.

Non distogliere lo sguardo da ciò che sta davanti a te, e osserva come il paesaggio cambi a ogni tuo passo. Concentrati sulla sensazione che ti dà il calpestio del terreno, e poi su quella che provi ascoltando i diversi suoni e sentendo il profumo dell'aria. 

3. Provare gratitudine per il bello che ci circonda

La natura è uno di quei pochi posti dove puoi davvero ammirare la bellezza e tutto ciò che c'è di buono al mondo. Per questo una volta qui non puoi che portarti a casa sensazioni positive.

Per favorire tutto questo, puoi praticare il mindful walking lasciandoti stupire dalle cose che ti circondano, proprio come se tornassi bambino. In questo modo, puoi ringraziare la natura per averti dato la possibilità di ammirare un fiore sbocciare, uno stormo di uccelli volare o un soffio di vento sfiorare il tuo viso.

Come vedi, iniziare a camminare consapevolmente non è poi così difficile. Basta solo concentrarsi sugli elementi giusti e vivere la passeggiata in maniera diversa dal semplice muovere dei passi uno dopo l'altro.

Per poterla praticare, non ti serve necessariamente trovarti nel bel mezzo di un bosco: puoi infatti decidere di passeggiare ovunque tu preferisca, che sia al mare, al parco o in montagna.

Ti renderai ben presto conto di quanto una semplice azione come questa possa aiutarti a sentirti più in equilibrio.

 

Foto di Audrius Vizbaras da Pixabay

 

 

 

Formazione, corsi e FAD gratuiti

Consulcesi Sanità In-Formazione spa ha realizzato 5 corsi FAD gratuiti per infermieri in...
Il corso FAD gratuito per infermieri dal titolo "il ruolo dell'ipertensione acuta...

Studenti, letture specialistiche

I batteri sono la forma di vita più diffusa sulla terra, si trovano d'appertutto e sono...
Il termine audit deriva dal latino audio e richiama ad un processo di ascolto e...

Concorsi appena pubblicati