cardarelli wikipedia

Infermiere del Cardarelli scrive al Presidente Fico: Roberto # noinonabbiamopaura #noinonabbiamo paura!

Oggi tutti indistintamente scendono in campo per dire la loro!

Siamo eroi, siamo quelli sempre in prima linea, insomma oggi per qualcuno o per i tanti ESISTIAMO!

Ma ci voleva il coronavirus per ricordarci chi siamo?

Ma no, siamo pure quelli che in condizioni normali si trovano a lavorare con 24/25 barelle oltre ai posti letto; quelli che spesso si inventano od approssimano presidi, vista la carenza; quelli che qualche volta fanno fatica a reperire lenzuola per preparare letti di degenza; quelli che spesso od ogni tanto si prendono uno sputo o che nei corridoi sobbarcati da lavoro vengono chiamati dallo scienziato di turno ...“ frate vien a da un occhio  .. muovete“; quelli che ogni tanto vengono chiamati con un fischio o ancora capo; quelli che ogni tanto le prendono e qualcuno dice pure che hanno fatto bene a picchiarci; quelli che spesso o ogni tanto si approssimano a fare da psicologi, operatore socio sanitario, guardie giurate, medici di guardia, anestesisti e qualche volta anche da “ padre confessore”. C’è qualcuno che ci chiama angeli ed altri che ci definiscono demoni, ma comunque è sempre ed in tutte le circostante siamo quelli che siamo!

Chiamati ad operare con tutti i pazienti potenzialmente infetti, HIV, SARS, VIRUS H1N1, CORONAVIRUS, non possiamo mai saperlo, in alcuni casi, ma comunque ci siamo è sempre ci saremo a prestare la nostra assistenza con tutta la nostra professionalità. Spesso non festeggiamo per scelta, trascuriamo le nostre famiglie per sopperire a qualche turno per carenza di personale! Pensate, un po’ qualche anno fa sbloccati in reparto causa neve e pericolo strade, ed i colleghi in macchina con tutti i pericoli per raggiungerci e darci il cambio !

Però siamo pure umani, con i nostri difetti e le nostre imperfezioni, scusateci per questo ma la nostra presenza sui territori, negli ospedali, nelle Aziende Ospedaliere è massiccia e serve per insegnare a tutti di NON AVERE PAURA.

Lo facciamo insieme ai medici di famiglia, ai colleghi triagisti, ai medici di pronto soccorso .....insieme possiamo vincere tutto partendo da nord a sud, non chiamateci eroi per  favore,facciamo quello per cui siamo chiamati ad operare, ed oggi più che mai ad insegnarvi di NON AVERE PAURA. Supereremo insieme pure questo, continuando ad operare ininterrottamente in silenzio con tanta umiltà e spirito di abnegazione!

Questo non è il momento giusto per chiedere uno stipendio adeguato, non è né il momento è ne il caso! Scusateci se spesso lo facciamo “ male” perché in pochi ma siamo Infermieri!

 
Antonio Di Nardo
Pin It
Accedi per commentare