infermieri ferieHo contattato il collega Marco Baldo della CGIL per avere chiarimenti sulla situazione di una delle più grandi ASL italiane.

Conosco Marco Baldo perchè eravamo infermieri al Bellaria di bologna e vicini di reparto, da tanti anni non ci vediamo e oggi grazie a internet (LINK)e questa
intervista è un occasione per risentirci.

Ciao Marco, puoi aggiornarmi sul tuo ruolo alla CGIL, puoi presentarti a chi non ti conosce?

Certo.

Sono Marco Baldo Infermiere assunto nel 1984 presso l'Ospedale Bellaria, da circa 25 anni mi occupo anche di sindacato, dal 2010 a tempo pieno, e da qualche mese sono il responsabile della sanità per la Funzione Pubblica Cgil di Bologna.


Le ferie estive sono un diritto sacrosanto del lavoratore, la soluzione più adottata è la chiusura dei reparti, è sufficiente?

Diciamo che con le chiusure le Aziende usl effettivamente garantiscono i periodi di ferie estive programmate MA, vista la carenza di Personale, certamente i Lavoratori non hanno garantita la turnistica programmata. Problema per altro ormai presente 12 mesi all'anno.

Dal passato sai se ci sono casi noti di disservizi?

Riguardo al godimento dei periodi feriali estivi NO. Purtroppo i disservizi legati al problema delle assenze non previste che causano doppi turni o salti di riposo sono, da qualche anno, praticamente costanti. E non solo nel periodo estivo.


La CGIL ha una misura della situazione nazionale, come siamo messi?

La situazione di grave carenza di Personale, infermieristico in particolare, è assolutamente generalizzata a livello nazionale. Unica, magra consolazione, nonostante tutto la sanità in Emilia Romagna è, da quanto dicono le statistiche ufficiali, ancora tra le più efficaci ed efficienti al mondo.

Se dopo le ferie estive abbiamo ancora delle ferie del 2014 a chi ci possiamo rivolgere?

Per contratto le ferie ANDREBBERO fatte entro l'anno o al massimo entro i primi sei mesi dell'anno seguente e cosa, importante che non tutti sanno, l'Azienda PUÒ anche assegnare le ferie d'ufficio proprio per evitare accumuli eccessivi. Comunque se un lavoratore ha ferie del o degli anni precedenti e il suo Coordinatore non gli consente lo smaltimento è bene rivolgersi ad un sindacalista per tentare, con il suo aiuto, di avere quanto in realtà è dovuto. Nei casi più estremi è anche possibile adire alle vie legali, magari sempre con patrocinio di un sindacato anche al fine di ridurre gli inevitabili costi economici che una causa comporta.

Grazie per la preziosa intervista

Franco Ognibene

Marco Baldo (link)

Pin It