pubblicità

euro bonus 600L'INPS eroga il bonus di 600 euro per tutti ma non per le p.iva degli infermieri che devono rivolgersi ad ENPAPI. Il bonus di 600 euro è previsto dal decreto "Cura Italia".

L'infermiere è la professione più ricercata in questo momento, ma potrebbero esserci colleghi che a causa del covid-19 si trovano nell'impossibilità di lavorare.

Il bonus di 600 euro previsto dal decreto "Cura Italia" è erogato da INPS ma sarà cura di ENPAPI raccogliere la domanda per averne il riconoscimento.

Mentre per le partite iva che fanno domanda direttamente ad INPS non sono indicati dei limiti o delle caratteristiche ben precise per le P.IVA iscritte ad ENPAPI il Decreto stabilisce che questo importo sarà riconosciuto se si rientra in una delle due opzioni:

a) di aver percepito, nell'anno di imposta 2018, un reddito complessivo, assunto al lordo dei canoni di locazione assoggettati a tassazione ai sensi dell'art. 3 del D.lgs. 23/2011 e dell'art. 4 del D.L. 50/2017, convertito dalla L. 96/2017, non superiore a 35.000 euro e di aver subito la limitazione dell'attività a causa dei provvedimenti restrittivi emanati in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

b) di aver percepito, nell'anno di imposta 2018, un reddito complessivo, assunto al lordo dei canoni di locazione assoggettati a tassazione ai sensi dell'art. 3 del D.lgs. 23/2011 e dell'art. 4 del D.L. 50/2017, convertito dalla L. 96/2017, compreso tra 35.000 euro e 50.000 euro e di aver chiuso la partita IVA nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 marzo 2020 ovvero di aver subito una riduzione di almeno il 33% del reddito relativo al primo trimestre 2020 rispetto al reddito del primo trimestre 2019.

La seconda opzione prevede due condizioni molto diverse e lo specifica meglio la nota informativa che riporta:

 tra 35.000 e 50.000 euro per gli iscritti che dichiarano di aver subìto nel primo trimestre 2020 una riduzione del reddito di almeno il 33 per cento rispetto al reddito del primo trimestre 2019.

 tra 35.000 e 50.000 euro per gli iscritti che hanno chiuso la partita Iva nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 marzo 2020.

La modulistica non è chiara.

Bonus 600 euro modalità di invio della domanda con ENPAPI:

La domanda del bonus di 600 euro può essere inviata dal 1 aprile 2020 al 30 aprile 2020, la procedura prevista da ENPAPI può essere effettuata tramite la propria area riservata oppure con l'invio del modulo tramite email PEC sostegnoalreddito@enpapi.it . Non saranno accettate le domande pervenute a mezzo posta/raccomandata.

La modulistica in pdf messa a disposizione de ENPAPI:

modulo richiesta bonus 600 euro

informativa richiesta bonus 600 covid

istruzioni richiesta bonus 600 covid

chiarimenti domande frequenti

DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 28 marzo 2020

Pagina web: https://enpapi.online/bonus-di-600-euro-ai-professionisti-iscritti-agli-enti-di-previdenza-privati/

Un ultima precisazione:

Si ricorda che il professionista attraverso la compilazione e la sottoscrizione della domanda e dichiara di rientrare nelle condizioni previste fa un autocertificazione ai sensi del DRP 445/2000.

Il Decreto Ministeriale prevede che l’Ente trasmetta le domande pervenute all'Agenzia delle Entrate e all'INPS al fine di consentire, alle suddette Amministrazioni, la verifica circa la veridicità delle dichiarazioni rese, pena la decadenza dal beneficio anche se già percepito e di solito avviene in fase di dichiarazione dei redditi.

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Pin It
TAGS:
Accedi per commentare

pubblicità