Il concorso di stabilizzazione per gli infermieri del Lazio è previsto da una normativa del 2015, in pratica solo coloro che possiedono un anziantià accumulata con contratti a tempo determinato, può fare tutti i concorsi riservati, i criteri sono:

anzianità di servizio di almeno 3 anni alla data del 30 ottobre 2013,

maturata nel quinquennio 30 ottobre 2008 – 30 ottobre 2013,

con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, anche non continuativo,

dipendenze delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario Regionale della Regione Lazio,

nel profilo di Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere.

I concorsi per i colleghi che sono infermieri in regola con tutti i criteri generali dei concorsi, ma anche con quelli specifici di anzianità all'interno della propria regione possono partecipare ai concorsi di stabilizzazione.

 

PRIORITARIO, farli tutti, dato che non è detto che il concorso lo si superi, non è detto che ci si trovi ad essere il 1000° in graduatoria.

Forse è un ingiustizia, ma è una fase obbligatoria prima del concorso aperto a tutti.

In altre regioni hanno scelto di fare un concorso unico con posti riservati, nel Lazio la scelta è stata diversa.

IMPORTANTE:

Ricordarsi che è un concorso ed ha delle caratteristiche che sono:

domande asettiche che non guardano in faccia a nessuno, 

domande che non hanno un senso lavorativo,

domande che spaziano in tutti gli argomenti,

domande da fare in un giorno ben preciso, non importa se sei di smonto notte,

domande da fare in un tempo ben preciso.

 

Chi è avvantaggiato?

Chi ha un curriculum, si è vero se e solo se, supera i quiz e per superare i quiz è avvantaggiato che ha iniziato lo studio dei quiz e al tag "prepararsi per un concorso" ne racconto di tutto e di più.

 

Forse non è giusto fare una preselezione?

Ci sono molti concorsi di stabilizzazione ed è obbligatorio partecipare a tutti, perchè negli altri concorsi la competizione sarà fra 10.000 colleghi, in questi concorsi forse si arriverà a 1000 partecipanti.

Poi anche perchè ogni ASL ne farà uno solo di concorsi riservati e dopo il 2018 non ne dovrebbero fare più.

Potevano scegliere un modus operandi diverso, come per altri concorsi dove si è preferito fare un sistema misto, che creava due graduatorie parallele con il rischio di creare confusione.

 

Gli ultimi concorsi sono al tag "stabilizzazione" , adesso sono 5 ma è in arrivo anche quello dell'ASL Roma1, pubblicato il 27 giugno (sarà effettivo dalla pubblicazione in GU).

 

 

 

Accedi per commentare