Il centro servizi "Ca Arnaldi" ha indetto un concorso a tempo indeterminato per N. 3 POSTI DI INFERMIERE PROFESSINALE categoria C, posizione economica C1, (CCNL, dei dipendenti delle Regioni e delle AA.LL).

La scadenza per l'invio delle domande è il 16 settembre 2016, il bando ha già in evidenza i critieri di valutazione del curriculum.

 Il bando ha come parti interessanti le materie delle prove di esame e i criteri di valutazione dei titoli, titoli di servizio e dei titoli di studio.

PROVE D’ESAME

A seguito della preselezione verranno pubblicati, sul sito internet dell’Ente www.casariposocaarnaldi.it  , l’elenco degli ammessi, dei non ammessi, la data, l’ora e il luogo delle prove d’esame. La pubblicazione sul sito funge da notifica.

MATERIE DELLE PROVE D’ESAME:

Prova scritta o teorico/pratica

 materie ricomprese nei programmi della scuola per infermieri professionali

 esecuzione di tecniche infermieristiche in particolare nei confronti degli anziani non autosufficienti. Prova orale

 materie della prova scritta

 Legislazione sanitaria e sociale

 nozioni di geriatria

 elementi di immunologia ed epidemiologia

 profilassi delle malattie infettive e sociali

 assistenza sanitaria ed infermieristica in genere

 nozioni di legislazione nazionale e regionale sulle IPAB

 nozioni sul rapporto di pubblico impiego

Eventuali variazioni della sede d’esame e degli orari saranno tempestivamente comunicate ai candidati.

I concorrenti ammessi dovranno presentarsi alle suddette prove muniti di un valido documento di riconoscimento. La graduatoria sarà formulata dalla Commissione Giudicatrice. Il candidato che non si presenti, per qualsiasi motivo, alle prove nel giorno e nell’ora stabiliti, sarà considerato rinunciatario e verrà escluso.

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PROVE D’ESAME

La Commissione dispone, complessivamente, del seguente punteggio:

 Fino ad un massimo di 10 punti per titoli

 Fino ad un massimo di 30 punti per ciascuna prova d’esame

VALUTAZIONE DEI TITOLI

Ai fini della valutazione, i titoli sono suddivisi in quattro categorie ed i complessivi 10 punti ad essi riservati sono così ripartiti:

1 a Categoria Titoli di servizio Punti 5

2 a Categoria Titoli di studio Punti 3

3 a Categoria Titoli vari Punti 2

La valutazione dei titoli dei candidati ha luogo prima dell’inizio della prova orale e solamente per i candidati ammessi alla stessa. La valutazione dei titoli deve essere resa nota agli interessati prima dell’effettuazione della prova orale.

VALUTAZIONE DEI TITOLI DI SERVIZIO

Il punteggio per i titoli di servizio viene attribuito in base alle seguenti posizioni:

 1ª posizione: servizio, a tempo indeterminato e determinato, prestato nella P.A. in categoria pari o superiore a quella messa a concorso;

 2ª posizione: servizio, a tempo indeterminato e determinato, prestato nella P.A. in categoria immediatamente inferiore a quella del posto messo a concorso: in ragione del 50% del punteggio attribuito alla 1ª posizione. I servizi prestati presso aziende private vengono valutati solo qualora sia possibile equiparare la categoria di inquadramento posseduta rispetto a quella prevista per il posto messo a concorso, con particolare riferimento al profilo professionale e all’orario settimanale. I servizi con orario ridotto vengono valutati, con gli stessi criteri, in proporzione. I servizi prestati in più periodi vengono sommati tra loro ai fini dell’attribuzione del punteggio.

VALUTAZIONE DEI TITOLI DI STUDIO

1. I complessivi 3 punti disponibili per i titoli di studio fino al diploma di scuola media superiore, di durata quinquennale, saranno attribuiti come dal prospetto che segue:

tabella valutazione titoli

2. Il diploma di laurea o laurea breve viene valutato come segue:

tabella valutazione diploma laurea

3. Il punteggio per il titolo di studio viene attribuito per un solo titolo. Nel caso in cui il candidato abbia presentato più titoli di studio validi per l’ammissione al concorso, la commissione valuterà quello più favorevole al candidato.

VALUTAZIONE DEI TITOLI VARI

Rientrano nella categoria dei titoli vari i titoli che comprovano un accrescimento della professionalità e che rientrino fra quelli predeterminati dalla commissione. In particolare in questa categoria vengono valutati: le specializzazioni in attività tecnologiche di sussidio manuale (dattilografia, stenografia, videoscrittura e simili), i corsi di perfezionamento su materie attinenti alle funzioni del posto messo a concorso purché sia certificato il superamento della prova finale, il servizio reso presso enti pubblici con altre tipologie di rapporto, ivi comprese quelle indicate nell’art. 36 del D. Lgs. n. 165/2001. La commissione assegna almeno il 30% del punteggio, riservato alla categoria, alla valutazione dei corsi di perfezionamento o aggiornamento conclusi con esami su materie attinenti alle funzioni del posto messo a concorso, ivi compresi i corsi di specializzazione e i master post laurea. Possono essere valutati, con minor punteggio, altri corsi di aggiornamento professionale non conclusisi con esame finale.

La individuazione del punteggio da assegnare al singolo titolo viene fatta di volta in volta dalla commissione in relazione alla validità e importanza del titolo rispetto al profilo professionale messo a concorso.

 

LINK bando

http://www.casariposocaarnaldi.it/

Accedi per commentare