infermiere pcIl master online "Management e Diritto delle Professioni Infermieristiche" ha due punti di forza imbattibili, la docenza e il costo.

Il coordinamento didattico è curato dal Prof. Mauro di Fresco di AADI, non solo esperto di diritto ma in prima linea e in azione per i diritti degli infermieri.

Il costo in convenzione è di 650 euro, fra i master online dal costo più competitivo. 

 

Ripropongo alcuni passaggi dalla pagina del master (LINK)

Management e Diritto delle Professioni Infermieristiche

Master Universitario Online di I Livello - 60 Crediti Formativi (CFU)

Premesse

L'infermiere legale opera per la ricerca della verità processuale. Si impegna per una corretta valutazione della condotta tecnica e professionale dell'infermiere, nello studio del nesso causale tra fatto ed evento e per una serena quanto giusta considerazione dei danni sofferti dal paziente. Colloca i diversi elementi giuridici della responsabilità professionale in un quadro argomentativo logico al fine di definire nel giusto contesto la condotta dell'infermiere. In questo senso supporta il paziente e l'infermiere in qualità di consulente tecnico di parte; diversamente è ausiliario del giudice civile e penale quando opera in qualità di consulente tecnico d'ufficio e di perito da ausiliario del pubblico ministero.

L'infermiere disciplinare è un tecnico della procedura disciplinare pubblica e privata in ambito sanitario. Esperto della materia giuslavoristica in ambito sanzionatorio, supporta l'assistenza disciplinare sindacale oppure opera in proprio. Valuta la contestazione di addebito, formula le giustificazioni, redige le memorie intra e post disciplinari, assiste l’interessato durante l’audizione, contesta ed eccepisce questioni pregiudiziali, processuali e di merito attinenti l’infrazione contestata, conclude e segue l’interessato anche nella fase impugnativa stragiudiziale presso il collegio arbitrale rituale e irrituale nonché presso la Commissione di Conciliazione della direzione provinciale del lavoro. La sua attività è prestata nella procedura disciplinare di I e II grado. Collabora con lo studio legale nella redazione del ricorso apportando contributi sul fatto e sul diritto.

Può essere designato quale membro dell’Ufficio procedimenti disciplinari della propria azienda o a favore di altre aziende per istruire le procedure disciplinari e supportare in questo senso l’avvocatura aziendale.

Finalità

Il Master della durata di 12 mesi si pone l’obiettivo di:

  • Formare laureati e personale sanitario su tematiche riguardanti l’organizzazione dei processi, tematiche giuridiche, medico legali, infermieristico legali, disciplinari che attengono all’esercizio della professione infermieristica;
  • Saper valutare i casi giudiziari per la redazione di perizie e relazioni tecniche che coinvolgono la perizia, la prudenza e la diligenza infermieristica sia in ausilio dell’autorità giudiziaria che alla parte;
  • Assistere gli infermieri accusati di infrazioni disciplinari, esaminare la vertenza, pianificare la strategia difensiva e tutelare l’infermiere anche in funzione di una derubricazione della sanzione;
  • Partecipare all’istruzione ed alla trattazione della procedura disciplinare presso l’Ufficio Procedimenti Disciplinare aziendale;
  • Migliorare le capacità organizzative e manageriali nell’ambito della gestione e dell’analisi del rischio;
  • Consolidare competenze di alto profilo tecnico-organizzativo necessarie per governare efficacemente i processi di cambiamento strategico nel settore sanitario, con un deciso orientamento alle problematiche concernenti la gestione dell’innovazione.

L’infermiere legale così formato, sarà in grado di partecipare attivamente a molte fasi dell’organizzazione all’interno di strutture sanitarie pubbliche e private, di esercitare l’attività privata in ambito legale come perito del Tribunale penale e consulente del Tribunale civile nelle cause che riguardano la valutazione della perizia, della diligenza e della prudenza dell'infermiere professionista nonché del rispetto del codice deontologico, asseverando o escludendo il nesso causale tra condotta, evento e danno con particolare attenzione alle fattispecie esimenti della responsabilità professionale.

Utile sarà il contributo che il sanitario legale potrà offrire agli studi legali privati nel valutare gli elementi tecnici posti a base della difesa. Sul piano disciplinare il Master consentirà al professionista di assistere e tutelare l’infermiere sottoposto a procedimento contestativo, soprattutto considerando che la giurisprudenza in materia esclude l’intervento del legale in questa fase pregiudiziaria e quindi pone questo tecnico professionista in posizione elettiva. La preparazione ottenuta può essere utilizzata anche in seno alle Commissioni di disciplina istituite presso gli uffici per i procedimenti disciplinari presenti in ogni azienda sanitaria.

Il Master aiuterà il partecipante ad essere parte integrante della gestione del rischio, del rischio clinico e del Risk Management fino all’integrazione nel pool dell’ufficio legale aziendale almeno per quel che concerne la responsabilità civile e penale sanitaria (con particolare riguardo alle figure non mediche). Grazie allo studio sistematico di discipline quali psicologia, criminologia e vittimologia, potrà operare con particolare efficacia e competenza nella gestione di particolari categorie di pazienti (abusi familiari, abusi sessuali intra ed extra domestici, violenze domestiche in genere, calamità naturali o eventi di particolare impatto sociale) contribuendo all’accoglienza di questi pazienti soprattutto in aree critiche, dell’emergenza-urgenza o sulla strada con attività di 118. Utile anche come valido supporto per lo psicologo o il medico legale aziendale, faciliterà i flussi informativi e la casistica sanitaria.

Il Master è finalizzato a creare una figura professionale che sia in grado di esprimere pareri in tema di assistenza infermieristica, ostetrica e tecnica, in sede giudiziaria, presso le direzioni di ASL o A.O. o presso i distretti sociosanitari. Anche in ambito di previdenza sociale, con l’effettiva appartenenza ad una delle tante commissioni medico legali per il riconoscimento dell’invalidità civile, per i congedi straordinari, per i benefici legati all’assistenza alle persone handicappate, per i permessi inerenti lo stato di salute in genere, contribuirà efficacemente all’esame del caso concreto, considerando gli elementi personali legati allo svolgimento della professione infermiere nei diversi ambiti in cui si esplica, alla luce dei criteri di valutazione dettati dalla normativa specifica soprattutto in tema di limitazioni e prescrizioni attinenti alla mansione.

Per chi è già dipendente di strutture pubbliche o private, il Master può essere speso per essere collocato presso uffici legali o medico-legali, ufficio gestione del Risk Management, UPD (come componente o come consulente). Per quello che riguarda l’attività in ambito di libera professione consulenze per l’autorità giudiziaria, incarichi nell’ambito dell’amministrazione penitenziaria, del sistema sanitario, dell’Università o di altri Enti di ricerca pubblici o privati; prestazioni professionali nell’ambito del privato-sociale e nei settori assistenziali e rieducativi dei minori e degli adulti.

La LUM School of Management e Nomisma hanno ritenuto quindi opportuno proporre un percorso formativo finalizzato ad apprendere gli strumenti di analisi giuridica e di organizzazione finalizzati ad analisi, valutazioni e “diagnosi” a supporto del governo aziendale.

I destinatari ed i requisiti per l’ammissione

I destinatari del Master sono coloro che possiedono una laurea di primo livello o specialistica secondo il vigente ordinamento afferente ad una professione sanitaria, si intendono ivi comprese le professioni di cui alla Legge 01.02.06 n 43. Ai sensi e per gli effetti dell’Art 1, punto 10 della Legge 08 gennaio 2002, n. 1, al corso possono essere ammessi anche coloro che sono in possesso di diplomi, conseguiti in base alla normativa precedente, dagli appartenenti alle professioni sanitarie di cui alle leggi 26 febbraio 1999, n. 42, e 10 agosto 2000, n. 251 e 01 febbraio 2006 n 43. In particolare, il corso interessa tutti i profili di cui alla legge 43/2006. I destinatari del Master sono inoltre: coloro che possiedono una laurea triennale o specialistica o una laurea dell’ordinamento precedente al DM 509/99 in scienze dell’amministrazione, giurisprudenza, scienze giuridiche, economia.

Direzione e coordinamento

Direzione scientifica:

  • Prof. Roberto Martino, Preside della Facolta’ di Giurisprudenza Universita’ Lum Jean Monnet
    Ordinario di Diritto processuale civile della LUM Jean Monnet

Coordinatore scientifico:

  • Prof. Francesco AlbergoDirettore Operativo della Lum School of Management
    Docente di Risk Management e controllo delle aziende sanitarie Universita’ Lum Jean Monnet (
    albergo@lum.it)

Coordinatore operativo:

  • Dott. Adriano Carenza - Project Manager Lum School of Management

Coordinamento didattico

Presidente AADI − Mauro Di Fresco

Dipendente in ruolo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dal 01.08.1990 e presso l’Università degli Studi di Roma SAPIENZA in qualità di Infermiere Professionale nel Dipartimento di Chirur- gia Plastica e Medicina Rigenerativa dell’Azienda Policlinico Umberto I.

Diploma Universitario di Infermiere Professionale presso la Croce Rossa Italiana.

Diploma di maturità in Assistente di Comunità Infantile.

Specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva presso l’Azienda Policlinico Umberto I di Roma.

Specializzazione triennale Regionale in Sorveglianza e Controllo A.I.D.S. presso l’Azienda Policlinico Umberto I di Roma.

Corso “Prevenzione Infortuni e Igiene nei luoghi di Lavoro” presso l’Unione Generale Lavoro.

Laurea in Scienze Giuridiche e Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", dissertando la tesi in Medicina Legale: DAL FUROR HAERETICORUM AL MAHBOUL ISLAMICO: L'EVOLUZIONE GIURIDICA DEL DIRITTO PSICHIATRICO NELLA PSICOINFERMIERISTICA MODERNA.

Percorso Formativo di Laurea in Diritto Pubblico.

Specializzato il 28.02.2008 al Master biennale di II livello post-lauream presso la Corte Suprema di Cassazione in “La responsabilità professionale del Medico” dissertando la tesi in La morfologia giuridica del medico specializzando: dalla casistica ospedaliera alle relazioni civilistico risarcitorie dell’errore medico, con votazione 30/30 e Lode.


Scarica il curriculum completo.
 

Quota di accesso e iscrizione al Master

La quota di iscrizione al Management e Diritto delle Professioni Infermieristiche (MADIP) è di € 2.300,00.

La quota di iscrizione al master per i convenzionati tramite il Centro Studi Comunicare l’impresa è di € 650,00 da versare con le seguenti modalità:

  • € 200,00 all’atto dell’iscrizione;
  • € 80,00 quale rata master;
  • € 185,00 all’atto dell’immatricolazione;
  • € 185,00 entro 60 giorni dalla data di immatricolazione.

Per tutti i partecipanti al Master la tassa per l’esame finale è di € 200,00.

La detrazione d'imposta (al 19% della spesa sostenuta e documentata) è prevista, dall'art.15, comma 1, lettera e) del TUIR.

Crediti formativi

Al termine del Master ed a seguito della valutazione dell’elaborato finale si consegue il titolo di Diploma di Master universitario di primo livello in “Management e Diritto delle Professioni Infermieristiche”, con l’ottenimento di 60 crediti formativi (CFU). Ai sensi del Programma di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute chi partecipa ad un Master Universitario è esonerato dall’acquisire i crediti formativi E.C.M. per l’anno in corso. Per l’ottenimento dei crediti formativi tutti i partecipanti al Master dovranno superare le verifiche intermedie online e discutere la tesi finale (project work) presso una delle sedi dell’Università.

Durata

La durata del Master, che sarà erogato totalmente in rete, è di 12 mesi per un totale di 1.500 ore complessive (lezioni, studio individuale, verifiche intermedie online, ricerche, elaborato finale, assistenza e tutoraggio).

Richiedi subito informazioni>>>

 

Accedi per commentare