banner320X100

linguedo monaco300x100

L'iniezione intramuscolare è una pratica relativamente semplice mentre per le iniezioni sottocutane di certi farmaci viene spiegata e nessuno si fa remore se il paziente o chi lo segue effettua l'iniezione per l'intramuscolare ci sono più riserve.

L'auto somministrazione tramite iniezione intramuscolare consente di avere un maggiore rispetto degli orari e di poter avere una maggiore indipendenza.

Un iniezione non richiede molto materiale, siringa, fiala, cotone e disinfettante sono presente in ogni farmacia e supermercato.

La possibilità di avere degli oggetti fra le mani non vuol dire che li si riesce ad utilizzare bene, chi si si appresta ad apprendere l'iniezione deve avere ben chiari alcuni concetti basilari:

-La siringa ha una superficie esterna con cui si viene a contatto e una superficie interna con cui è assolutamente vietato venirci a contatto, momento critico le fasi di preparazione.

-Il lavaggio delle mani, fondamentale per ridurre la carica microbica e nel caso ci siano contatti accidentali non percepiti, questi potrebbero non apportare una carica batterica significativa.

-Scelta della sede, il quadricipite è un buon muscolo, il momento in cui l'ago causa dolore è quando fora la cute, il liquido entra lentamente e non provoca bruciore anzi brucicchia un poco perchè sono vicino ad una precedente iniezione.

- La rimozione dell'ago è indolore, ma deve essere veloce.

-La pressione sul foro deve essere leggera, un movimento che da sollievo.

Nel caso che l'utente sia sotto terapia con anticoagulanti è necessario prestare molta attenzione all'emostasi, altrimenti si ottiene un ematoma sottocutaneo, evidente ed antiestetico.

 

L'auto somministrazione di antibiotici nel gluteo è difficoltosa per la torsione del tronco da mantenere per tutto il tempo dell'introduzione del liquido e avere la sensazione del foro, la mano ferma se il liquido brucia è un mix di sensazioni impegnative che potrebbero far perdere la concentrazione e portare alla rinucia prima di finire l'iniezione.

La difficoltà maggiore è stata nelle prime iniezioni, vincere l'istinto viscerale del forare la pelle è da parte mia, dovuto alle iniezioni fatte 30 anni fa con le vecchie siringhe di vetro, grazie ad un aiuto dopo le prime due sono andato bene ed ho finito il ciclo di iniezioni.

Il video ha una funzione divulgativa e ripeto consiglio la supervisione di un infermiere, potrebbe capitare che uno si fora e sviene, risultato uno spavento enorme per chi vi trova con la siringa nella coscia.

Le problematiche di un iniezione ci sono, non so perchè ma come io non riparo l'auto tanti ad istinto pensano di cavarsela sin dalla prima iniezione e su youtube ce ne sono un sacco di esperienze così.

Io ho messo la mia, era il 2010, non è un gran video, ma ero bravo con l'autocritica, motivo percui,  non ho fatto lo youtuber. 

 

Vedi gli altri articoli sull'iniezione intramuscolare LINK

Pin It