sondino naso gastricoIl sondino naso gastrico (SNG) è essenzialmente un tubo che dal naso arriva allo stomaco, il fissaggio è esterno, dato che  all'interno il tubo non ha punti di ancoraggio e la superficie liscia non offre resistenze e questo comporta che si possa sfilare facilmente da solo per caduta a causa del suo stesso peso.

Il fissaggio esterno del sondino è l'unico elemento per evitare la rimozione spontanea, cercando online ci sono diverse foto molto esplicative sui diversi metodi di fissaggio.

Il fissaggio del sondino naso grastrico (SNG) è conseguente al posizionamento, un momento tecnico che richiede molta attenzione per evitare ab ingestis. 

Il SNG è posizionato per diverse motivazioni, consentire una nutrizione forzata in pazienti che non si riescono più ad alimentare o controllare l'apporto calorico in chi lo usa per dimagrire.

Il fissaggio è un aspetto importante per l'infermiere che quando ha diversi pazienti con SNG deve monitorarli per evitare l'autorimozione e quindi tutto il processo di riposizionamento.

Il sondino naso gastrico viene fissato con un cerotto adesivo sul volto e ci sono due metodi principali.

 

Il fissaggio laterale:

foto sng fissato

foto 1

 

Questo fissaggio è il più confortevole ma ha una criticità nell'angolo di ingresso del tubo che a seconda del materiale potrebbe auto sfilarsi a causa della forza elastica della curvatura del tubo.

 

Un altra criticità da tenere presente è la cruvatura di ingresso del SNG nel naso si piega, possiamo avere un ostruzione parziale o completa chiusura dello stesso.

sondino naso gastrico piegato

foto 2

La posizione laterale del tubo deve essere valutata tenendo presente la compliance del paziente, io ho delle perplessità dato che a seconda del calibro e del materiale la forza elastica del tubo può creare una pressione continua verso la parete interna della narice. La pressione continua ha un effetto sulla mucosa nasale che rischia di ulcerarsi, se osserviamo le foto 1 e 2 mostrano due sondini molto sottili e morbidi.

 

Il fissaggio sul naso evita i problemi di una curvatura del tubo è forse è più fastidioso però in linea generale più sicuro nei pazienti poco collaboranti.

La figura stilizzata mostra i punti di contatto di un fissaggio con cerotto sul naso.

sng stilizzato

figura 1

 

- il tratto A è la porzione di cerotto sul naso, la superficie di aderenza se più o meno ampia dà più o meno forza all'ancoraggio, il fissaggio sul naso ci richiede di modificare il cerotto adesivo con una forma arrotondata che risulta più confortevole.

- il tratto B è il cerotto di fissaggio che dal naso continua sul tubo, quando si fissa il cerotto sul tubo è necessario dedicare un pensiero a chi lo dovrà rimuovere lasciando dei lembi che ne favoriranno il distacco.

-il tratto C è la distanza dal naso al cerotto di fissaggio, inevitabilmente il naso produce muco e questi malgrado la pulizia cola lungo il tubo e si ferma sul cerotto, favorendone il distacco spontaneo. In evidenza anche il tratto b per far comprendere che la superficie deve essere appropriata se troppo piccola si può avere che il cerotto non resta adeso al tubo a causa del muco di conseguenza il SNG scorre all'interno del cerotto di fissaggio come se non ci fosse.

Il SNG è un tubo lineare e quindi se non ha il punto di fissaggio si sfila dal paziente anche da solo per la semplice trazione data dal peso del tubo esterno.

Ovviamente in caso di pazienti non collaboranti c'è l'autorimozione che deve essere valutata e gestita.

 

La fase del posizionamento e del conseguente fissaggio in un bel video su youtube:

 

Pin It
Accedi per commentare