Penso sia la prima volta che la nostra federazione nazionale prende una posizione aperta e contrapposta al Ministero della Salute, posizione che è stata espressa in tutte le sue ragioni nell'intervista online presente nel sito ipasvi.it

I messaggi che il presidente ha dato sono chiari, basta essere invisibili, siamo un elemento portante della sanità e pronti ad una maggiore autonomia...

 

 

Il video riporta un intervista complessa che va ascoltata e poi chiusa per rifletterci a freddo, si perchè nella sua intervista Annalisa colpisce nel segno.

Basta essere invisibili, la sanità si riorganizza si sposta si fa e non si nominano nemmeno gli infermieri, eppure tutti i progetti si realizzano solo grazie alla nostra presenza.

Spiega come la nostra presenza sul territorio richiede una maggiore autonomia e che gli infermieri sono pronti.

Un decreto quello del Ministro Balduzzi che è stato poi sbrindellato dagli oltre 700 emendamenti che solo per approvarli ci vorrà una vita o due.

Ma Annalisa annuncia anche che la federazione nazionale investe su di noi e consentirà l'accesso gratuito al database Ebsco/Cinahl per avere l'accesso alla bibliografia online, questa è una mossa che mi piace dopo ci troveremo a discutere dati alla mano.

Una posizione netta è importante visto il blocco dei concorsi che le ASL hanno attuato eppure nuovi infermieri servirebbero per coprire le ferie le maternità e la voce di Annalisa che preme più dei sindacati che sono in silenzio e sottomessi nell'attesa di qualcosa è un faro un richiamo importante per ricordarci che nei momenti di crisi strutturale come questo è importante essere uniti.

http://www.ipasvi.it/attualita/

 

 

Log in to comment