annuncio pubblicitario

Avviso per 40 posti infermiere terapia intensiva, Bolzano

Se desideri lavorare in un ambiente moderno e altamente tecnologico con la possibilità di spaziare in vari ambiti professionali e di sviluppare le proprie capacità, sia nel quotidiano della professione che nel lungo periodo. Invia la candidatura online... Leggi tutto l'annuncio

covid 19 protocollo indennitaIl 29 aprile è stato firmato un protocollo per l'individuazione dell'indennità "malattie infettive" per tutti gli operatori sanitari dell'assistenza e dei percorsi COVID.

La firma è stata stipulata fra la conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome di Trento e Bolzano e le organizzazioni sindacali  FP CGIL, CISL FP, UIL FPL.

Il protocollo dal titolo "PROTOCOLLO PER L’INDIVIDUAZIONE E DESTINAZIONE DI SPECIFICHE RISORSE FINALIZZATE A REMUNERARE LE PARTICOLARI CONDIZIONI DEI LAVORATORI IMPEGNATI NELL’EMERGENZA COVID-19 NEGLI ENTI E AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE FRA LA CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI FP CGIL, CISL FP, UIL FPL" è stato firmato pochi giorni fa e la sua attuazione potrebbe arrivare con la retribuzione dei prossimi mesi, dipende da tempi tecnici per ulteriori accordi regionali e le verifiche e fare le buste paga.

Il punto 2 è molto chiaro:

2-Riconoscimento specifiche indennità contrattuali a personale impiegato in servizi e reparti operanti nel percorso Covid

Riconosciuto che l’emergenza in atto ha comportato una maggiore esposizione al rischio di contagio per il personale dedicato all’assistenza di pazienti positivi al Covid-19 e in un’ottica di parità di trattamento di tutto il personale del comparto impegnato nell’assistenza di tali pazienti si conviene di estendere il riconoscimento dell’indennità di malattie infettive prevista dall’articolo 86, comma 6, lett. c) del CCNL 21 maggio 2018, al personale del ruolo sanitario e agli operatori sociosanitari per ogni giornata di effettivo servizio prestato presso i servizi e le unità operative con pazienti Covid.

Le parti condividono la necessità che sia prevista, tramite specifico intervento normativo nazionale, la possibilità di estendere tale indennità al personale di tutti i ruoli, operante nelle strutture ospedaliere, di ricovero e/o inseriti nei percorsi Covid-19, nei servizi territoriali a diretto contatto con utenze particolarmente a rischio di contagio consentendo altresì alla contrattazione integrativa la possibilità di innalzarne il valore fino al doppio dell’attuale valore economico.

L’ultimo periodo del comma 6, dell’articolo 86 espressamente prevede che i servizi elencati nel suddetto comma, tra i quali rientrano i servizi di malattie infettive, siano individuati dalle Regioni, nell’ambito del confronto regionale di cui all’articolo 6 del CCNL in argomento, in conformità alle disposizioni legislative di organizzazione vigenti. Alla copertura dell’estensione del riconoscimento di tale indennità si provvederà con le risorse del fondo condizioni di lavoro e incarichi opportunamente incrementate.

Le modalità per l’erogazione di tali risorse così come i servizi individuati saranno stabiliti in sede di confronto regionale.

L'indennità giornaliera nei reparti infettivi è una delle più alte ed è di euro 5,16 al giorno, il protocollo a livello nazionale è stato possibile grazie ai firmatari del protocollo d'intesa che sono stati:

Per Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini   

Per FP CGIL, Serena Sorrentino

Per CISL Fp, Maurizio Petriccio

Per Uil Fp, Michelangelo Librandi

Le realtà regionali dovranno a loro volta verificare e attivare l'intesa il prima possibile. 

Accedi per commentare


Avatar di Franco Ognibene
Franco Ognibene ha risposto alla discussione #2798 4 Mesi 3 Settimane fa
Ciao Rosario
La situazione degli infermieri penitenziari è poco conosciuta perchè se ne parla poco e vedo che c'è un associazione medica, ma non ho trovato un associazione infermieristica che possa valorizzarvi.
Avatar di Rosario Salviccio
Rosario Salviccio ha risposto alla discussione #2793 4 Mesi 3 Settimane fa
In merito alla firma del protocollo indennità Covid (peraltro sacrosanta), volevo solo aggiungere che, come al solito, noi infermieri che prestiamo servizio all'interno degli Istituti Penitenziari come Medicina Penitenziaria, oramai da anni transitati alle varie Asp di competenza territoriale, non percepiamo alcuna forma di indennità nonostante ogni giorno ci confrontiamo con: a) l'assistenza a tossicodipendenti, b) patologie psichiatriche, c) malattie infettivo contagiose (fra le quali anche casi di Covid in qualche Istituto, ma generalmente Tbc HIV Hcv Scabbia ) , d) eventi quali tentativi suicidari, auto e eterolesioni, shock cardiovascolari, ecc. Senza menzionare il rischio di contesto derivante dall'ambiente e ambito lavorativo all'interno del quale operiamo. Tutto questo lo sto menzionando e scrivendo non per una riconoscenza economica, ma bensì e principalmente per il riconoscimento della nostra dignità personale e professionale. Grazie. e teniamo duro. Salve.

pubblicità