Per migliorare l'autonomia e la qualità di vita di chi è portatore di un catetere vescicale abbiamo due opzioni, gli proponiamo un tappino o un sacchetto da gamba.

Un tappino, un transatlantico di germi, un autostrada per tutti i batteri. Un sacchetto da gamba, basta mettere i pantaloni larghi attacca e stacca con cautela e che emozione dovrà essere quel caldino alla gamba. Ma una valvola non esiste? Certo che esiste...

L'ho vista ieri al corso di Ancona sul cateterismo vescicale tenuto da Luciano Urbani e Giuliano Bon.

La valvola è un invenzione che favorisce l'autonomia della persona che suo malgrado deve utilizzare il catetere vescicale.

Oggi gli proponiamo il sacchetto da gamba e il classico tappino blu così il cateterizzato per lo svuotamento della vescica fa manovre acrobatiche e si trova ad appoggiare il tappino ovunque.

E' possibile migliorare la qualità della vita, magari riproducendo una gestualità semplice come e lo svuotamento della vescica.

Ci vuole una tecnologia incredibile e fantascientifica per migliorare la qualità della vita del cateterizzato e come potrebbe essere fatta?

E' fatta così

 

Un tappo con una valvola.

Il cono bianco è raccordato al catetere,

la parte arancione è la levetta di apertura,

la parte blu è la valvola antiriflusso,

il cono bianco è il punto di uscita.

Quindi adesso immaginate un uomo autosufficiente che deve far pipi con questo tappo o con il tappino blu, le manovre come riesce a rispettare l'igiene e la pulizia.

 

Forse lo vendono anche in Italia ma l'ho trovato solo su un sito tedesco LINK

I tedeschi sono avanti forse c'è solo questo modello?

No c'è anche il sistema Mirovalve

Di questo sistema trovate anche il video su youtube e il link del sito web.

 

Da un punto di vista psicologico una valvola, in casi selezionati, può essere più accettabile per un uomo, gli può restituire una certa autonomia e vita sociale.

Se come infermieri abbiamo l'obiettivo di realizzare un assistenza di qualità e sicura dispositivi come questo dovrebbero essere divulgati e riproposti dalle stesse ASL al posto dei tappini blu e se qualcuno vuole obiettare che questo tappino costa 20 euro mi spiegate, alla fine non costa di più una terapia antibiotica empirica e se non si fanno correre più rischi al paziente?

 

Ma forse il prodotto è nuovo?

Se non ne avete mai sentito parlare, come me, e pensate ad un prodotto nuovo innovativo vi rimando al sito degli infermieri nel web di Luciano sito specializzato nei contenuti sul cateterismo vescicale (valvola cateterica).

Il documento inizia cosi:

L'uso della valvola cateterica nell'assistenza infermieristica urologica domiciliare da parte dell'Unità Operativa di Urologia dell'Ospedale di Mestre dell'ASL 12 Veneziana dura fin dal 1991.

Non avendo tale presidio la possibilità di raccordo ad una sacca di raccolta, è stato utilizzato da persone che rispondevano a criteri di sufficiente autonomia e affidabilità al fine di garantire uno svuotamento regolare della vescica.

Questo prodotto ha sempre riscosso ottimi consensi perché permette una maggiore accettazione del catetere da parte dell'utente che viene recuperato più  facilmente ai rapporti sociali, in quanto spesso questa situazione viene vissuta con grande imbarazzo e vergogna fino a decidere di non uscire più di casa.

 

 

Si il prodotto è noto almeno dal 1991.

Almeno 25 anni, ma non ho dati, precisi però io do ancora i tappini blu e il medico di famiglia prescrive antibiotici e la domanda sarà:

ma qual'è meglio o peggio e le evidenze?

Se le evidenze non ci sono, è perchè da parte delle ASL non sono state fatte raccolte sistematiche di dati, e nessuno si è sentito autorizzato a fare e proporre studi seri, quindi in mancanza di pubblicazioni autorevoli i due criteri scientifici che ci restano sono la qualità, l'accettazione del paziente e le caratteristiche tecniche del prodotto.

Ma non vorrei dilungarmi con approfondimenti inutili e domande banali che resteranno senza risposte ma la speranza è che proprio per la loro semplicità qualcuno le ascolterà.

 

AGGIORNAMENTO:

ho chiesto a luciano urbani se c'era un distributore italiano e le immagini sopra della valvola e l'adattatore per sacca sono tratte, appunto, dal sito Teleflex distributore per l'Italia.

http://www.ruschcare.com/index.php?option=com_content&task=view&id=35&Itemid=129

 

 

 

 

 

Pin It