L'implementazione è una fase operativa e progettuale molto delicata, quella che trasforma le parole scritte in azioni che a loro volta trasformano le idee in fatti.

Il termine forse è poco noto e per alcuni è un anglismo o un termine posticcio. In Italia si è diffuso dagli anni '80, soprattutto grazie allo sviluppo dell'informatica, mentre in Sanità l'utilizzo è diventato più frequente dagli anni 2000 quando sono comparse le linee guida (LG) basate su prove di efficacia.

Le Aziende Sanitarie hanno molti documenti, procedure, protocolli e linee guida, necessari per far funzionare un'organizzazione complessa come quella utilizzata negli ospedali moderni, il processo di implementazione ha portato ad un cambiamento importantissimo.

Negli anni '80 gli ospedali avevano procedure e protocolli infermieristici e una volta scritti nessuno riusciva a verificare se erano effettivmente comprese e applicate o se qualcuno invece aveva dei problemi ad attuarle. Se nelle intenzioni di chi aveva eseguito la stesura del documento c'era l'intenzione di unire e uniformare gli standard ospedalieri, di fatto, potevano invece diminuire la standardizzazione della tecnica.

Alla fine degli anni '90 dopo che molte Unità Sanitarie locali si sono riorganizzate in Aziende Sanitarie, un ulteriore cambiamento è stato dato dal processo di accreditamento secondo gli standard ISO 9000; come conseguenza ha portato ad un aumento del numero di documenti presenti che per essere finalizzati hanno sempre più utilizzato il processo di implementazione.

Perchè il processo di implementazione si è diffuso con le linee guida?

Le linee guida sono documenti altamente specialistici che potremmo definire incompleti, per due motivi:

il primo perchè si rivolgono a professionisti che sono specialisti del loro settore e hanno già una base forte di sapere scientifico sull'argomento,

il secondo è che nelle realtà lavorative possono svilupparsi dei termini tecnici locali non noti a chi realizza le linee guida, terminologie che possono creare delle barriere alla comprensione del documento.

Le LG non sono libri che devono spiegare dal principio e nel dettaglio l'argomento che affrontano, ma che siano documenti medici o infermieristici ci si è accorti che semplicemente scrivere di fare una stessa attività poteva dare risultati molto diversi fra loro a seconda delle realtà lavorative. Le linee guida come le procedure sono documenti sviluppati dall'autore che hanno un contesto teorico di riferimento ma a volte un proprio contesto pratico che non è uguale in tutti i setting lavorativi può influenzarne la messa in pratica. L'implementazione è la fase che porta la progettazione a confrontarsi con il mondo reale e ne analizza gli ostacoli alla realizzazione, trovando le idee e le risorse necessarie per raggiungere l'obiettivo prestabilito.

RNAO (Registered Nurses’ Association of Ontario) ha online un bellissimo documento di 154 pagine "Toolkit: Implementation of Best Practice Guidelines " (l'ed.2012 è scaricabile link, oppure vedi la versione tradotta da Google).

Cercando con Google "implementazione procedure linee guida pdf" si trovano molti documenti che utilizzano il termine implementazione, in Italia il processo di implementazione ha dato origine a numerosi documenti specifici alcuni molto noti.

Il documento che più spesso si incontra per implementare le migliori evidenze è il PDTA, il manuale metodologico del sito del Servizio Nazionale Linee Guida (SNLG) definisce i PDTA:

Percorso diagnostico-terapeutico assistenziale (PDTA)

Il PDTA è lo strumento finalizzato all’implementazione delle LG e risulta dall’integrazione di due componenti: le raccomandazioni cliniche della LG di riferimento e gli elementi di contesto locale (CL) in grado di condizionarne l’applicazione. Consiste in una sequenza predefinita, articolata e coordinata di prestazioni erogate a livello ambulatoriale e/o di ricovero e/o territoriale, che prevede la partecipazione integrata di diversi specialisti e professionisti (oltre al paziente stesso), a livello ospedaliero e/o territoriale, al fine di realizzare la diagnosi e la terapia più adeguate per una specifica situazione patologica.

L'implementazione attraverso il PDTA richiede molte risorse che vanno oltre alla sola stesura del documento, un esempio pratico di implementazione diverso dal solito documento è dato dai corsi FAD, come ad esempio quelli realizzati dalla Regione Emilia-Romagna sulle lesioni da pressione e sulle cadute.

Le fasi dell'implementazione viste sopra nascono da progetti "calati" dall'alto, in questo caso l'implementazione richiede risorse, che siano documenti di applicazione, di formazione, modifiche organizzative o comunicazione con gli utilizzatori finali; non è solo una singola azione ma va pianificata nel dettaglio e l'esperienza fatta da chi la rpogetta è una risorsa unica e insostituibile.

L'implementazione di una linea guida può prevedere un'altro percorso ovvero la realizzazione di procedure e protocolli direttamente da chi le deve metterle in pratica come gli infermieri di un servizio o un reparto con l'applicazione del "lean Thinking " in Sanità che vanta numerose pubblicazioni. La stessa realizzazione del documento consente di identificare necessità formative, di risorse o di percorso forti di una conoscenza del contesto dettagliata dalla pratica quotidiana.

Il processo dell'implementazione nasce dall'informatica che per prima si è accorta che scrivendo un nuovo programma, come può essere una procedura in Sanità, lo si inserisce in un qualcosa già esistente questo può non funzionare per un qualsiasi motivo; per cui il nuovo programma che si propone è sottoposto ad un processo di implementazione.

Essenzialmente oggi l'implementazione è parte di procedure, protocolli e linee guida si è superato il concetto della sola attuazione, si fa così e basta o peggio si fa così perchè lo dice la linea guida, anche se nessuno sa perchè. L'implementazione è si una fase attuativa ma anche progettuale perchè richiede di conoscere gli ostacoli, apprendere dagli ostacoli nuovi e trovare soluzioni appropriate.

L'implementazione è quindi un passaggio che il professionista mette in atto, conscio della realtà, rispettoso delle altre figure professionali coinvolte e non richiede la mera attuazione di quanto pianificato in precedenza.

L'implementazione richiede di conoscere se stessi e le proprie risorse, conoscere su chi va applicato, come comunicare e se è necessario migliorare le proprie capacità di esecuzione con una formazione specifica per arrivare al risultato un bell'esempio è il documento del 2017 sulla prevenzione delle infezioni sul sito chirurgico.

https://it.wikipedia.org/wiki/Implementazione

https://www.google.com/search?q=linee+guida+implementazione+pdf

https://www.google.com/search?q=asl+procedure+implementazione+pdf