facebook

  • lavorare germaniaLavorare in un altro paese è sempre una scelta impegnativa, non facile, ma la stabilità economica consente di progettare un futuro per la propria famiglia ed è un passo importante.

    Ma come lavora l'infermiere in Germania?

    Cosa ne pensano i colleghi che già ci hanno lavorato?

  • La prima pagina infermieristica che ha raggiunto lo stimabile risultato di 100.000 mi piace, impegnata da anni a fare divulgazione professionale oggi ha raggiunto il meritato risultato dei 100.000 like.

    Vero che per argomenti facili ci sono pagine da milioni di mi piace, ma siamo un settore di nicchia molto compatto e unito non solo con le pagine ma anche con i gruppi.

  • L'autopubblicazione del proprio libro è spesso una scelta economica, per evitare di pagare le spese di pubblicazione che l'editore chiede ai neo scrittori.

    Un nuovo modello è bookabook e due colleghi si sono messi in gioco per pubblicare i loro libri, si chiamano Laura Binello con il libro "Panda Rei" e Paolo Forte con il libro "La guerra degli animali" ma come fare per aiutarli?

  • Facebook è il social di riferimento per l'elevata interattività che ci offre, vediamo e condividiamo le informazioni in modo semplice e al tempo stesso creiamo contenuti e mettiamo a disposizione qualcosa di originale.

    I nostri contenuti originali testi e foto, girano, capita che da fuori facebook entrano nel nostro raggio d'azione e dal nostro raggio d'azione escono e vanno nel web, una sentenza del tribunale ricorda che l'autore mantiene tutti i diritti dei contenuti originali.

  • facebookFacebook ha una grande attrattiva per la facilità e l'intuitività nell'uso, questo ha fatto si che tanti infermieri hanno realizzato dei gruppi.

    Ci sono numerosi gruppi che sono differenziati a seconda dell'obiettivo, molti gruppi hanno regole ed è necessario ed obbligatorio rispettarle per partecipare. L'elenco non è breve, 40 i gruppi da oltre 1800 iscritti...

  • social networkLa notizia è stata pubblicata sul The telegraph e ha suscitato il mio interesse proprio per la cifra 40.000 infermieri soggetti a sanzioni disciplinari per aver postato su facebook e twitter.

    Una cifra che mi impressiona...

  • Stateciasenti'Le pagine facebook possono avere le notizie le foto e i video.

    Due colleghi, due ragazzi, hanno iniziato la loro attività di videoblogger come commentatori della situazione infermieristica generale, un bel lavoro.