Il 18 dicembre 2015 sono stati pubblicati i requisiti per l'accreditamento delle strutture sanitarie toscane, il documento precedente era del 2015 e le modifiche attuali riguardano un aggiornamento non solo concettuale con problematiche attuali.

 Il documento del BUR    riporta:

Considerato quanto segue:

1. è necessario, a favore delle strutture sanitarie private, estendere i termini di adeguamento ai requisiti di esercizio strutturali e impiantistici che necessitano di tempi superiori rispetto a quelli previsti, in considerazione sia degli oneri già sostenuti sulla base della precedente normativa anche alla luce dei recenti interventi in materia sanitaria che hanno comportato la riduzione dei budget assegnati alle strutture stesse, sia degli adempimenti derivanti dal decreto del Ministero della Salute 2 aprile 2015, n. 70 (Regolamento recante defi nizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera);

2. è necessario facilitare l’applicazione dei requisiti impiantistici relativi al microclima;

3. è necessario, con riguardo alle strutture di procreazione medicalmente assistita, recepire i requisiti di cui all’Accordo Stato Regioni del 15 marzo 2012 (Requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici delle strutture sanitarie autorizzate di cui alla legge 19 febbraio 2004, n. 40 per la qualità e la sicurezza nella donazione, l’approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, la conservazione, lo stoccaggio e la distribuzione di cellule umane) nonché eliminare, fra i requisiti tecnologici, il contenitore criogenico per quelle strutture di PMA che effettuano solo tecniche a fresco;

4. è necessario dare continuità al funzionamento delle strutture terapeutiche per tossicodipendenti autorizzate come enti ausiliari ai sensi della legge regionale 11 agosto
4 Supplemento al Bollettino Uffi ciale della Regione Toscana n. 55 del 18.12.2015
1993 n. 54 (Istituzione dell’Albo regionale degli Enti Ausiliari che gestiscono sedi operative per la riabilitazione e il reinserimento dei soggetti tossicodipendenti. Criteri e procedure per l’iscrizione) prevedendo misure che tengano conto della loro specifi cità e che garantiscano la possibilità di continuare l’attività delle medesime strutture già autorizzate anche nell’ambito della nuova disciplina normativa, nonché garantire la presenza dell’infermiere professionale all’interno delle strutture terapeutiche di trattamento specialistico;

5. è necessario modifi care i requisiti relativi alle strutture residenziali della salute mentale in attuazione delle indicazioni nazionali e regionali in materia;

6. è necessario, con riguardo allo standard minimo di ore settimanali di apertura del front offi ce telefonico nelle aziende sanitarie, allinearsi alle indicazioni regionali e nazionali in materia;

7. è opportuno prorogare il termine di scadenza per la presentazione delle nuove domande di autorizzazione ed accreditamento delle strutture terapeutiche per tossicodipendenti in virtù delle modifi che introdotte dal presente regolamento;

8. il contenitore criogenico previsto dall’accordo Stato Regioni del 2012 per la conservazione delle cellule non è necessario per i centri di procreazione medicalmente assistita che effettuano solo tecniche a fresco;

9. è necessario effettuare una valutazione tecnica propedeutica all’inserimento nel regolamento dell’attivazione di percorsi pediatrici dedicati nel pronto soccorso del sistema sanitario regionale della Toscana. Tale intervento sarà effettuato con un successivo intervento regolamentare;

10. è necessario inserire la clausola di immediata entrata in vigore del presente regolamento in considerazione delle proroghe di adeguamento previste nell’atto;

Si approva il presente regolamento:

....

Scarica il documento (LINK)

 

Log in to comment