gazzetta ufficialePubblicato in Gazzetta Ufficiale l'invio della domanda deve essere effettuato dal 26 giugno e scade il 26 luglio. Il bando è stato pubblicato sul BUR Emilia Romagna.

Il bando riporta:

L'Azienda USL della Romagna ha indetto il pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura presso l’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna, di n. 5 posti di Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere

 I concorsi dell'Emilia romagna di solito utilizzano due volumi di riferimento, uno di alpha test e uno di edises, online ricordo che è anche disponibile il nostro sito dedicato ai quiz del concorsi I-A Quiz.

Il bando riporta delle informazioni interessanti che riporto:

Invio della domanda attraverso sito web, ricordarsi di non aspettare gli ultimi giorni e nemmeno i fine settimana dove in caso di problemi gli informatici non sono attivi.

Nessuna preselezione, le tre prove, scritto si supera con 21/30, pratica 14/20 e orale 14/20.

Data del diario sarà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 agosto 2018, questa informazione ci dice che la prova scritta potrebbe essere intorno al 21 settembre, non prima.

 

Il bando tratto dal BUR Emilia-Romagna riporta:

In attuazione della determinazione del Direttore U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane n. 1603 del 29/5/2018, su delega del Direttore Generale dell’Azienda Usl della Romagna di cui a deliberazione n. 777 del 8/10/2015 e successive modificazioni ed integrazioni, tenuto conto che è stata espletata la procedura di mobilità di cui all’art. 30 del D.Lgs n. 165/2001, è indetto pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura presso l’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna, di n. 5 posti di Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere.

Le disposizioni per la partecipazione al concorso e le relative modalità di espletamento sono quelle stabilite dalle norme e procedure concorsuali di cui al D.Lgs 30/12/1992, n. 502 e s.m.i., al D.Lgs 30/3/2001, n. 165 e s.m.i., al D.P.R. 27/03/2001, n. 220 e s.m.i. “Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale”, al Regolamento e linee guida aziendali applicative del D.P.R. n. 220 del 27/3/2001 in materia di concorsi pubblici del personale non dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale prodotto dallo specifico gruppo di lavoro costituito fra le ex Aziende dell'Area Vasta Romagna, nonché da quanto previsto dal testo unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28/12/2000, n. 445 e s.m.i..

1. Riserve e preferenze

Sulla base di quanto previsto dalle vigenti disposizioni normative si prevedono le seguenti riserve:

- n. 1 posto a favore dei militari Volontari delle Forze Armate, congedati senza demerito dalle ferme contratte, nonché agli Ufficiali di complemento in ferma biennale e agli Ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta (artt. 678 e 1014 del D.Lgs. n. 66 del 15/3/2010 e s.m.i.);

- n. 1 posto a favore delle categorie protette di cui all’art. 18, comma 2, della Legge 12/3/1999, n. 68 o alle categorie a esse equiparate per legge (non rientrano nella fattispecie coloro che sono iscritti per altri motivi negli elenchi del collocamento, capo I della L. 68/99 (diritto al lavoro dei disabili));

- una riserva del 20% dei posti in favore dei candidati già dipendenti a tempo indeterminato dell’Azienda USL della Romagna in altri profili, in possesso dei titoli di studio richiesti per l’accesso;

- una riserva del 20% dei posti in favore dei candidati che, alla data di pubblicazione del presente bando, hanno maturato tre anni di servizio alle dipendenze dell’Azienda USL della Romagna a tempo determinato in qualità di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere.

Sono fatti salvi i diritti dei soggetti aventi titolo all’assunzione obbligatoria ai sensi della legge 68/1999. A tale proposito, i candidati disabili idonei della presente procedura, per usufruire del beneficio di cui trattasi, debbono essere iscritti nello specifico elenco istituito presso gli uffici competenti e trovarsi in stato di disoccupazione, ai sensi dell’art. 8, 2° comma della Legge 68/1999, alla data di scadenza del presente bando, mediante produzione di idonea certificazione.

Coloro che intendono avvalersi delle suddette riserve/precedenze dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione al concorso, presentando idonea documentazione, pena l’esclusione dal relativo beneficio.

Nel caso di parità di punteggio, sono applicate nella graduatoria le preferenze previste dall'art. 5 del D.P.R. n. 487/94 e s.m.i., purché dichiarate/documentate.

Possono partecipare al concorso pubblico coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti generali e specifici:

2) Requisiti generali di ammissione

a) età: come previsto dall’art. 3, comma 6, della Legge 15/5/1997, n. 127, la partecipazione alla presente selezione non è soggetta a limiti di età; pertanto possono partecipare tutti coloro che abbiamo un’età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme per il collocamento a riposo obbligatorio;

b) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea o possesso di uno dei requisiti di cui all’art. 38, commi 1 e 3 bis del D.Lgs 165/2001 e s.m.i.;

c) idoneità fisica alla mansione specifica del profilo oggetto del concorso. Il relativo accertamento è effettuato, a cura della Azienda Unità Sanitaria Locale, prima dell'immissione in servizio.

3) Requisiti specifici di ammissione

a) Laurea di primo livello in Infermieristica (L/SNT01 Lauree delle Professioni sanitarie Infermieristiche e Professione sanitaria ostetrica) ovvero Diploma universitario di Infermiere, conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3, del Decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive modificazioni, ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al Diploma Universitario, ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici concorsi;

b) Iscrizione al relativo Albo Professionale. L’iscrizione al corrispondente Albo di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.

Se conseguito all’estero, il titolo di studio deve essere riconosciuto equiparato all’analogo titolo di studio acquisito in Italia, secondo la normativa vigente.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione.

Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall'elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego, ovvero licenziati presso pubbliche amministrazioni.

4) Domanda di ammissione

La domanda di ammissione al pubblico concorso, redatta esclusivamente in forma telematica, deve contenere le seguenti dichiarazioni:

a) cognome e nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea o appartenenza ad una delle categorie individuata di cui all’art. 38 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.;

- di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

- di essere in possesso di tutti gli altri requisiti previsti dal bando per i cittadini della Repubblica;

- di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana;

c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non avere riportato condanne penali, oppure di essere sottoposto a procedimento penale.

e) il titolo di studio posseduto, con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito e dell’istituto che lo ha rilasciato, nonché tutti i requisiti specifici di ammissione richiesti dal presente bando, come precisato al punto 3). Se il titolo è stato conseguito all’estero dovrà risultare l’equipollenza, certificata dalla competente autorità;

f) la posizione nei confronti degli obblighi militari;

g) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego e gli eventuali periodi di sospensione dell’attività lavorativa, ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni; se il servizio è stato prestato all’estero dovrà risultare riconosciuto dalla competente autorità;

h) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego, ovvero licenziato presso pubbliche amministrazioni;

i) gli eventuali titoli che danno diritto alla riserva/precedenza o alla preferenza in caso di parità di punteggio allegando alla domanda i relativi documenti probatori, ovvero autocertificandoli nei casi e nei limiti previsti dalla normativa, pena l’esclusione dal relativo beneficio;

l) la lingua straniera su cui sostenere la verifica, tra quelle indicate al punto 9) del presente bando di concorso;

m) il domicilio o l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) presso il quale deve essere fatta all’aspirante, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione.

L’Amministrazione non si assume responsabilità per disguidi di notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di cambiamento di domicilio/PEC.

L’omessa indicazione anche di un solo requisito, generale o specifico, o di una delle dichiarazioni aggiuntive richieste dal bando, determina l’esclusione dalla procedura di che trattasi.

Si precisa, inoltre, che i dati attinenti ai titoli hanno natura facoltativa e l’eventuale rifiuto o omissione dei medesimi sarà causa di mancata valutazione degli stessi.

I candidati che hanno titolo a riserva/precedenza di posti, dovranno dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni utili di cui siano in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.

I candidati beneficiari della Legge 104/1992, qualora lo ritengano indispensabile, debbono specificare nella domanda di ammissione, nell’apposito campo, gli ausili eventualmente necessari per l’espletamento delle prove d’esame in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.

5) Modalità e termini per la presentazione delle domande

La domanda dovrà essere presentata in forma telematica connettendosi al seguente indirizzo https://concorsi-auslromagna.cineca.it e compilando lo specifico modulo on-line seguendo le istruzioni per la compilazione ivi contenute, in applicazione dell’art. 1 comma 1, nonché degli artt. 64 e 65 del D. Lgs. 82/05 e s.m.i.

La domanda si considererà presentata nel momento in cui il candidato, concludendo correttamente la procedura riceverà dal sistema il messaggio di avvenuto inoltro della domanda. La firma autografa a regolarizzazione della domanda e delle dichiarazioni nella stessa inserite verrà acquisita in sede di identificazione dei candidati alla prima prova.

La domanda dovrà pervenire al sistema, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell'estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ serie speciale “Concorsi ed esami”. Qualora detto giorno sia festivo il termine si intende prorogato alle ore 12.00 del primo giorno successivo non festivo.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione. pertanto, eventuali domande pervenute con altre modalità, pur entro i termini di scadenza del bando, non verranno prese in considerazione.

6) Documentazione da allegare alla domanda di partecipazione

I candidati attraverso la procedura on-line dovranno allegare alla domanda, esclusivamente tramite file formato.pdf, la copia digitale di:

 un documento di riconoscimento legalmente valido;

 eventuale documentazione relativa a cittadinanza extracomunitaria;

 eventuale documento di equipollenza per titolo studio conseguito all’estero;

 riconoscimento di eventuale servizio prestato all’estero;

 documentazione probatoria di preferenze, precedenze e riserve di posti previste dalle vigenti disposizioni;

 eventuale dichiarazione legge 104/92;

 eventuali pubblicazioni in formato pdf.

Non è richiesto l’invio di altra documentazione e non sarà valutata documentazione prodotta in forma cartacea.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

L’Azienda effettuerà idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive rese e, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguenti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

L’Azienda non assume responsabilità per disguidi di notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di cambiamento di domicilio/PEC, né per eventuali disguidi tecnici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Si consiglia pertanto di inoltrare la domanda con congruo anticipo e di non attendere l’ultimo giorno in cui il sistema potrebbe essere sovraffollato.

Per quanto non è particolarmente contemplato nel presente bando, si intendono qui richiamate, a tutti gli effetti, le norme regolamentari e di legge previste in materia e, in particolare, dal D.P.R. 27/3/2001 n. 220.

7) Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice è nominata secondo le modalità previste dall’art. 44 del DPR 27/3/2001, n. 220 e s.m.i.. La Commissione esaminatrice, ove necessario, potrà essere integrata da membri aggiunti per l’accertamento della conoscenza di elementi di informatica e di una lingua straniera.

In attuazione a quanto previsto all’art. 6 del D.P.R. n. 220 del 27/3/2001 ove i candidati presenti alla prova scritta siano in numero superiore a 1.000 possono essere nominate con le stesse modalità di cui al comma 1 dell’art. soprarichiamato, unico restante il presidente, una o più sottocommissioni, nella stessa composizione della commissione del concorso, per l’espletamento delle ulteriori fasi, escluse la determinazione dei criteri di valutazione dei titoli, la determinazione delle prove di esame, dei criteri di valutazione della stessa e la formulazione della graduatoria finale.

8) Punteggi

La Commissione dispone, secondo quanto previsto dall’art. 8 del DPR 220/2001 complessivamente di 100 punti così ripartiti:

- 30 punti per i titoli

- 70 punti per le prove di esame.

I punti per le prove di esame sono così ripartiti:

- 30 punti per la prova scritta

- 20 punti per la prova pratica

- 20 punti per la prova orale

In base al Regolamento e linee guida aziendali applicative del DPR 27.03.2001, n. 220 in materia di concorsi pubblici del personale non dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale approvato in ambito di Area Vasta Romagna, i punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

- titoli di carriera punti 15

- titoli accademici e di studio punti 4

- pubblicazioni e titoli scientifici punti 4

- curriculum formativo e professionale punti 7

La determinazione dei criteri di massima si effettua prima dell’espletamento della prova scritta e, ai fini della valutazione dei titoli, ad eccezione di quelli richiesti quale requisito d’ammissione al concorso, che non sono oggetto di valutazione, la Commissione si atterrà ai principi indicati negli art. 8, 11, 20, 21, 22 del D.P.R. 27/3/2001, n. 220.

9) Prove di esame

Le prove di esame consisteranno in:

prova scritta: la prova scritta può consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica o multipla vertenti sulla professione specifica dell'infermiere, su argomenti relativi alla infermieristica clinica generale e specialistica, all'area disciplinare assistenziale, alla legislazione, organizzazione, ricerca e deontologia professionale;

prova pratica: soluzione di quesiti a risposta sintetica o multipla tesi alla verifica delle conoscenze delle tecniche e delle prestazioni infermieristiche assistenziali ovvero degli aspetti organizzativi, di ricerca, evidence based nursing e relazionali della disciplina infermieristica ovvero tesi alla risoluzione di casi assistenziali;

prova orale: su argomenti attinenti al profilo a concorso. La prova orale comprenderà anche la verifica della conoscenza di elementi di informatica e di una lingua straniera, almeno a livello iniziale, a scelta tra l’inglese ed il francese.

L’Azienda si riserva di effettuare la prova pratica nella stessa giornata individuata per l’espletamento della prova scritta.

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno punti 21/30. Il superamento delle prove pratica e orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno punti 14/20.

Il mancato raggiungimento della valutazione di sufficienza in una prova comporta l’esclusione dalle prove successive e quindi dalla procedura concorsuale.

Gli esiti delle prove saranno pubblicati sul sito web: www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni>Concorsi e selezioni > Concorsi pubblici per assunzioni a tempo indeterminato, con riferimento al presente concorso.

Tale pubblicazione assolve ad ogni onere di comunicazione agli interessati. L'Amministrazione pertanto non è tenuta a procedere a notifiche individuali ai partecipanti.

10) Ammissione e convocazione dei candidati

Tutti i candidati che abbiano inoltrato regolare domanda di partecipazione entro il termine di scadenza previsto dal bando, sono ammessi “con riserva” alla presente procedura. Pertanto i candidati ai quali non sia stata comunicata l’esclusione sono tenuti a presentarsi a sostenere la prova scritta.

Il diario delle prove sarà comunicato mediante pubblicazione di avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4^ serie speciale ”concorsi ed esami” del 31 agosto 2018 nonché divulgato nel sito web www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni>Concorsi e selezioni > Concorsi pubblici per assunzioni a tempo indeterminato, con riferimento al presente concorso, nel rispetto dei termini di preavviso previsti per legge (almeno 15 giorni prima della data della prova scritta ed almeno 20 giorni prima della data delle prove pratica e orale).

Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti, non saranno quindi effettuate convocazioni individuali.

La mancata presentazione del candidato alle prove d’esame nelle date ed orari fissati equivale a rinuncia. La presentazione in ritardo, ancorché dovuta a causa di forza maggiore, comporta l’irrevocabile esclusione dal concorso.

Alle prove di esame i candidati debbono presentarsi muniti di documento valido di identità personale non scaduto di validità.

Si precisa che, con riferimento all’ammissione con riserva dei candidati, l’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro è subordinata allo scioglimento della suddetta riserva in relazione al positivo accertamento del possesso dei requisiti di ammissione previsti dal bando, con riferimento alla data di scadenza del bando stesso oltre che alla data di instaurazione del rapporto di lavoro.

11) Graduatoria

La graduatoria di merito dei candidati è formulata dalla Commissione esaminatrice al termine delle prove d’esame, secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, determinata sommando il punteggio conseguito nella valutazione dei titoli, ai voti conseguiti nelle prove d’esame, con l’osservanza a parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del Decreto del Presidente della Repubblica 9/5/1994, n. 487 e s.m.i.

Non è inserito in graduatoria il candidato che non abbia conseguito in ciascuna delle prove di esame la prevista valutazione di sufficienza.

Il Direttore U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane, su delega del Direttore Generale dell’Azienda USL della Romagna, approva la graduatoria, tenuto conto delle norme che danno titolo alla riserva/precedenze dei posti previste dal presente bando e dalle vigenti disposizioni di legge.

Sono fatti salvi i diritti dei soggetti aventi titolo all’assunzione obbligatoria ai sensi della legge 68/1999. A tale proposito, i candidati disabili idonei della presente procedura, per usufruire del beneficio di cui trattasi, debbono essere iscritti nello specifico elenco istituito presso gli uffici competenti e trovarsi in stato di disoccupazione, ai sensi dell’art. 8, 2° comma della Legge 68/1999, alla data di scadenza del presente bando, mediante produzione di idonea certificazione.

Si applicano altresì le riserve/precedenze previste al paragrafo 1) del presente bando.

In caso di utilizzo della graduatoria per ulteriori assunzioni a tempo indeterminato, il 20% dei posti è riservato al personale dipendente in profilo diverso da quello di collaboratore professionale sanitario – Infermiere, a tempo indeterminato presso l’Azienda USL della Romagna che risulti idoneo alle prove concorsuali e un ulteriore 20% dei posti è riservato ai candidati che, alla data di pubblicazione del presente bando, hanno maturato tre anni di servizio alla dipendenze dell’Azienda USL della Romagna a tempo determinato in qualità di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere, che risultino idonei alle prove concorsuali.

Coloro che intendano avvalersi della suddetta riserva ovvero che abbiano i titoli di precedenza/preferenza dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione al concorso, pena l’esclusione dal relativo beneficio.

L'assunzione in servizio del vincitore potrà essere sospesa o ritardata in applicazione di norme che stabiliscono il blocco delle assunzioni.

La graduatoria finale di merito è immediatamente efficace e sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Dalla data di pubblicazione della graduatoria decorre il termine per eventuali impugnative.

Tale graduatoria dei vincitori rimane efficace per trentasei mesi dalla data della pubblicazione della stessa nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Essa potrà essere utilizzata per eventuali coperture di posti nella stessa categoria e profilo professionale che dovessero rendersi disponibili entro il termine di validità.

La graduatoria, entro il periodo di validità, è utilizzata altresì, per l’assegnazione di rapporti di lavoro a tempo determinato.

12) Adempimenti preassuntivi

Sulla base delle disposizioni vigenti in materia di assunzioni, il concorrente utilmente collocato nella graduatoria finale, sarà invitato a stipulare apposito contratto individuale di lavoro a seguito dell’accertamento del possesso dei requisiti prescritti. La data di assunzione in servizio è concordata tra le parti, ma in ogni caso, salvo giustificati e documentati motivi, essa deve essere stabilità entro e non oltre 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione, pena decadenza.

Si rammenta che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive, in esito ai quali, qualora dovesse emergere la non veridicità di quanto dichiarato, il candidato decadrà dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, fatte salve le relative conseguenze penali.

Il rapporto di lavoro diviene definitivo dopo il compimento favorevole del periodo di prova di mesi sei di effettivo servizio prestato. Il periodo di prova non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza. Si richiamano, per quanto concerne il periodo di prova e i termini di preavviso in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, le disposizioni normative vigenti.

13) Trattamento dati personali

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento delle procedure selettive verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 nonché del Regolamento Europeo n. 679/2016; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compreso i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure selettive. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un attuale e concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell’art. 22 della Legge 241/90 e successive modificazioni e integrazioni. L’interessato gode dei diritti di cui agli articoli 15 e sgg. Del Regolamento Europeo n. 679/2016, cioè di conoscere i dati che lo riguardano, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, il completamento, la cancellazione o il blocco in caso di violazione di legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, nel rispetto tuttavia dei termini perentori previsti relativamente alla procedura di cui trattasi.

Si informano i partecipanti alla procedura di cui al presente bando che i dati personali ad Essi relativi saranno oggetto di trattamento da parte dei competenti uffici con modalità sia manuale che informatizzata, e che il titolare del trattamento è l’Azienda USL della Romagna.

Per il trattamento dei dati è stato individuato quale Responsabile esterno CINECA con sede legale in Via Magnanelli n. 6/3 – 40033, Casalecchio di Reno (BO), per la raccolta delle domande per via telematica.

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. Il mancato conferimento comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale in argomento.

14) Disposizioni varie

Il presente avviso è indetto in applicazione dell’art. 7 del D.Lgs 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni ed è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

Il rapporto di lavoro a tempo indeterminato e determinato è regolato, dal punto di vista giuridico ed economico, dalle disposizioni legislative e contrattuali vigenti e verrà costituito previa stipula del contratto individuale di lavoro.

Con la stipula del contratto e l'assunzione in servizio, è implicita l'accettazione senza riserve di tutte le norme che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento economico del personale delle Aziende Unità Sanitarie Locali.

Il personale che verrà assunto dovrà essere disposto ad operare presso tutte le strutture del territorio dell’Azienda Usl della Romagna.

La presentazione della domanda comporta l'accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente avviso.

Per tutto quanto non esplicitamente previsto nel presente avviso si fa richiamo alle vigenti disposizioni in materia.

L'Azienda Usl della Romagna si riserva la facoltà di modificare, sospendere, revocare, prorogare la procedura per ragioni di pubblico interesse o di non darvi corso, in tutto o in parte, a seguito di sopravvenuti vincoli legislativi e/o finanziari ovvero della variazione delle esigenze organizzative dell’Azienda.

Per le informazioni sulla presentazione delle domande on-line gli interessati potranno rivolgersi a CINECA - e-mail: info-concorsiauslromagna@cineca.it

Non verranno fornite risposte telefoniche dagli uffici concorsi dell’Azienda USL della Romagna.

Pin It
Accedi per commentare