Logo ASURPubblicato il testo del maxiconcorso delle Marche in arrivo e le motivazioni.

 

Motivazione

Presso le Aree Vaste n. 2 e n. 5 dell’ ASUR non è attualmente disponibile alcuna graduatoria di concorso pubblico del profilo professionale di CPS – Infermiere alle quali attingere per assumere personale infermiere a tempo indeterminato ed a tempo determinato.

Questa situazione rende estremamente difficile garantire i Livelli Essenziali di Assistenza in quanto sia il collocamento a riposo di personale a tempo indeterminato che il recesso dal servizio di personale precario che stabilizza il proprio rapporto presso altre aziende sanitarie non permette la programmazione delle attività istituzionali e la garanzia della fruizione pianificata delle ferie.

Si rende, pertanto, necessario procedere alla indizione del concorso pubblico per il reclutamento, a tempo indeterminato, di personale del profilo di CPS – Infermiere – Cat.D, tenuto conto della richiesta, di partecipare in forma associata alla procedura concorsuale di cui trattasi, formalizzata dal Direttore della Area n.5 di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tr. e pervenuta con nota prot.4762 del 21/1/2015.

Vista la necessità improcrastinabile di assumere personale infermieristico per le varie strutture sanitarie di questa Area Vasta n.2, in considerazione che la vigente graduatoria (di cui alla determina n.1774/AV2 del 14/9/2012) per il reclutamento di personale infermieristico – a tempo determinato – è stata completamente escussa. Richiamato l’art. 30 del D.Lgs. 165/2001, comma 2 bis in base al quale “le amministrazioni, prima di procedere all’espletamento di procedure concorsuali, finalizzate alla copertura di posti vacanti in organico, devono attivare le procedure di mobilità di cui al comma 1, provvedendo, in via prioritaria, all’immissione in ruolo dei dipendenti, provenienti da altre amministrazioni, in posizione di comando o di fuori ruolo, appartenenti alla stessa area funzionale, che facciano domanda di trasferimento nei ruoli delle amministrazioni in cui prestano servizio…omissis…”.

Preso atto che la procedura di Mobilità ex art. 30 del D.Lgs. 165/2001, indetta con determina del Direttore Generale Asur n.844 del 15/12/2014, è proceduralmente conclusa ed i relativi atti sono stati approvati con determina del Direttore di Area Vasta n. 664/AV2 del 22/05/2015. Visto inoltre il disposto dell’art. 34 bis del D.Lgs. 165/2001, dal quale si evince l’obbligo per la pubblica amministrazione di procedere a copertura dei posti resisi vacanti, mediante procedura concorsuale, solo in subordine all’esito negativo delle procedure di cui all’art.34 bis del D.Lgs. 165/2001, che di seguito si riporta in stralcio:…omissis…Comma 1)

Le amministrazioni pubbliche di cui all’art.1 comma 2, con esclusione delle amministrazioni previste dall’art.3 comma 1, ivi compreso il corpo naz.le dei vigili del fuoco, prima di avviare le procedure di assunzione di personale, sono tenute a comunicare ai soggetti di cui all’art.34, commi 2 e 3 l’area, il livello e la sede di destinazione per i quali si intende bandire il concorso, nonché se necessario le funzioni e le eventuali specifiche idoneità richieste. Comma 2)

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to della funzione pubblica, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze e le strutture regionali e provinciali di cui all’articolo 34, comma 3, provvedono entro quindici giorni dalla comunicazione, ad assegnare secondo l’anzianità di iscrizione nel relativo elenco il personale collocato in disponibilità ai sensi degli articoli 33 e 34. Le predette strutture regionali e provinciali, accertata l’assenza negli appositi elenchi di personale da assegnare alle amministrazioni che intendono bandire il concorso, comunicano tempestivamente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to Funzione Pubblica, le informazioni inviate dalle stesse amministrazioni.

Entro quindici giorni dal ricevimento della predetta comunicazione, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to della funzione pubblica, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, provvede ad assegnare alle amministrazioni che intendono bandire il concorso, il personale inserito nell’elenco previsto dall’art.34 comma 2. A seguito dell’assegnazione l’amministrazione destinataria iscrive il dipendente in disponibilità nel proprio ruolo e il rapporto di lavoro prosegue con l’amministrazione che ha comunicato l’intenzione di bandire il concorso”…omissis ….

Visto il DPCM del 6/3/2015 recante “Disciplina delle procedure concorsuali riservate per l’assunzione di personale precario del comparto sanità” il cui art.2 disciplina la facoltà per gli enti del SSN di indire, entro il 31/12/2018, procedure concorsuali riservate al personale che, alla data del 30/10/2013, abbia maturato negli ultimi cinque anni, almeno tre anni di servizio, anche non continuativo, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato.

Tutto quanto premesso, si procede alla nuova indizione di un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.82 posti di Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere - Cat. D, di cui n. 80 da destinarsi all’Area Vasta 2 e n. 2 da destinarsi all’Area Vasta 5.

 

LINK al testo completo

Il concorso sarà aperto dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale

Pin It