2023 corsi FAD gratis da Stilema per 10 crediti ECM

2023 stilema fad 10 creditiIl provider Stilema, grazie alla Fondazione Hapax, aggiunge altri due corsi FAD gratuiti per gli infermieri e molte altre professioni sanitarie, arrivando così ad avere un catalogo di corsi gratuiti fra i più corposi del 2023.

I nuovi corsi FAD appena attivati si intitolano "Corpi futuri/2" e "Uno sguardo "diagonale" lezioni di antropologia culturale", i corsi sono accessibili dalla piattaforma FAD di Stilema.

 Il provider ECM Stilema è uno dei tre maggiori provider che erogano corsi gratuiti e consentono non solo di acquisire crediti per l'obbligo ECM, ma danno un contributo fattivo alla formazione dei professionisti di oggi e di domani. Non sono esagerato i corsi ECM di Stilema hanno dei contenuti che ci portano quelle conoscenze che ci aiutano a comprendere il nostro assistito ma sono saperi che si traducono in un agire quotidiano che avrà poi effetto sui colleghi delle prossime generazioni, troppo ottimista?

UNO SGUARDO “DIAGONALE” - LEZIONI DI ANTROPOLOGIA CULTURALE il corso affronta degli argomenti trasversali come:

Il concetto di cultura
La prima lezione introduce all’antropologia culturale quale studio dell’uomo in quanto parte della comunità, che si organizza sulla struttura della parentela, si dota di un linguaggio comune, costruisce la propria identità. Dati culturali, che ci definiscono proprio in relazione alla diversità altrui. Ma poiché sul piano biologico e culturale siamo meticci, pensare a culture fluide, intrecci culturali, recinti aperti, in un interscambio che è sempre avvenuto e sempre avverrà, permette alle culture di sopravvivere nel tempo e nella storia.


Spazio e tempo
Dal punto di vista antropologico spazio e tempo sono le due dimensioni fondamentali entro cui si muove la nostra esistenza. In natura non esistono, né si tratta di concetti assoluti. Sono invece costruzioni culturali, di cui ogni società, piccola o grande, arcaica o contemporanea, si dota. La lezione porta innumerevoli e interessanti esempi di quanto diversamente possano essere intesi sia lo spazio che il tempo, a seconda delle diverse culture. Un’altra dimostrazione di come le nostre vite attraversino un mondo culturalmente connotato.


La costruzione del genere
In prospettiva antropologica, se il sesso è un carattere biologico, il genere ha invece le connotazioni culturali dei ruoli assegnati nelle società tradizionali, come anche la nostra era.
Prodotto di una costruzione, si determinava attraverso l’educazione e i riti di passaggio. I cambiamenti radicali delle società occidentali hanno portato a nuove sensibilità rispetto al genere imposto, particolarmente sentite dalle nuove generazioni. Una battaglia condotta anche sul fronte del linguaggio, della quale non si può non tenere conto.


Cibo e identità
Carburante della nostra macchina corpo, il cibo è analizzato nei suoi aspetti culturali e sociali. Partendo dalla considerazione che tutta l’umanità si nutre ancor oggi di vegetali e animali domesticati (ovvero selezionati) nel neolitico. Ma, se è vero che potremmo mangiare tutto quanto è commestibile, perché quasi nessuno lo fa? Oltre i tabù religiosi o spirituali, è la scelta di cosa mangiare il dato culturale che ci definisce, determinando il gusto sociale collettivo. 


Parentela e matrimonio
Se in natura esiste solo la riproduzione, la parentela è la prima forma di organizzazione sociale che gli esseri umani si sono dati. Dal matrimonio monogamico a quello poligamico, da modelli endogamici o esogamici, dalle discendenze monolineari o bilineari, matrilineari o patrilineari, la lezione illustra la complessità delle organizzazioni parentali nelle diverse società. Fino ai legami attuali dettati da nuove gerarchie, dove la famiglia occidentale, cosiddetta “allungata”, non ha tuttavia perso in centralità.

Dal 11-04-2023 al 09-04-2024
Inizio iscrizioni: 11-04-2023
Fine iscrizione: 09-04-2024
Dettaglio
Posti liberi:395
Accreditato il:24-03-2023
Crediti ECM:5.0
Durata evento5h
Codice Evento:383039
N. Edizione:1

La pagina web del corso per le iscrizioni è al link 

CORPI FUTURI /2 il filo conduttore del corso è il corpo umano e gli autori sviscerano diversi punti di vista come:

Liliana Rampello
Narrazioni letterarie del corpo femminile
Per secoli il corpo femminile, salvo rare eccezioni, è stato raccontato dalla parola degli uomini, come si vedrà da pochi ma necessari riferimenti al racconto biblico, mitico e omerico, che fondano un immaginario maschile in cui la donna è vergine o prostituta, oggetto di stupro divino o di scambio guerriero. Con la modernità la narrazione passa dal silenzio muto di un corpo pensato e definito dalla parola dell’Altro, alla scoperta di una parola femminile che nell’Inghilterra della nascita del novel, attraverso un ampio spettro di narrazioni settecentesche (anonime o pseudonime: corpo d’autrice negato o taciuto) trovano in Jane Austen l’interprete di una nuova invenzione della rappresentazione della donna. All’inizio del Novecento le protagoniste dei romanzi di Virginia Woolf raccontano la piena valorizzazione dell’essere donna e dopo di lei la voce delle scrittrici contemporanee si fa sempre più forte e le porte di una diversa e multipla rappresentazione del corpo femminile sono finalmente spalancate.


Maria Giuseppina Pacilli
Il corpo maschilista
Nel discorso pubblico accade sempre più spesso di imbattersi in analisi allarmate sul declino della mascolinità, sulla mascolinità in crisi o su una mascolinità sempre più gracile. Obiettivo della lezione è riflettere su cosa significhi essere “veri” uomini, mettendo in luce sia i dispositivi psicosociali che ingabbiano in anguste definizioni l’identità maschile, sia le conseguenze di tali dispositivi sulla salute psicologica e fisica degli uomini. Numerose sono le evidenze empiriche ad indicare che quanto maggiore è la conformità alle norme tradizionali maschili, più fragile è la salute mentale degli uomini. Nel corso della lezione si approfondisce inoltre come questo modello tradizionale di forza e invincibilità maschile spinga gli uomini che vi aderiscono ad assumere uno stile di vita poco attento alla propria salute fisica.


Vittorio Gallese
La cognizione incarnata
Nella lezione la simulazione incarnata - un meccanismo funzionale di base del nostro cervello - e le sue basi neurali sono discusse e collegate all'intersoggettività e alla cognizione sociale. La simulazione incarnata fornisce un resoconto unificato degli aspetti non verbali e verbali delle relazioni interpersonali, che probabilmente svolgono un ruolo nella formazione del Sé, della sua relazione con gli altri e delle pratiche culturali condivise. La simulazione incarnata potrebbe gettare nuova luce sulla natura sociale umana e promuovere un dialogo multidisciplinare potenzialmente fruttuoso e di reciproco arricchimento tra neuroscienze, medicina e scienze umane.


Guido Giovanardi
Generare il corpo: disforie e transizioni 
Il corpo transgender è soggetto e oggetto di disforie e euforie, di investimenti psichici, di modificazioni chirurgiche. È il territorio dove il genere si concretizza e si reinventa, in un intreccio di percezioni e identificazioni. La lezione si muove tra i diversi piani psicologici, sociali e medici che costituiscono l’esperienza transgender e non-binaria. Si parte dall’indagine sui ruoli di genere nella società contemporanea, arrivando all’impiego dei bloccanti ormonali per la sospensione della pubertà, tema oggetto di un acceso dibattito. Viene esplorato il tema dell’insoddisfazione per il proprio corpo e approfondito il lavoro psicologico di elaborazione dell’incongruenza tra la realtà somatica e l’esperienza interna.


Danielle Knafo
La tecnologia avanzata e la scomparsa del corpo fisico nelle attuali pratiche sessuali Internet e le tecnologie associate (Intelligenza Artificiale) hanno creato per gli adulti un mondo
alternativo di bambole e robot del sesso, cybersex, teledildonics, sexting, catfishing, digisexuality, internet porn e altro ancora, con ampio dispiegamento di una fantasia onnipotente. Questa lezione esplora il legame intimo tra sesso e tecnologia, discute l’ondata montante del nuovo paesaggio sessuale il cui risultato comporta il distanziamento e persino la sparizione del sesso tra umani. Illustrano la lezione diverse immagini cliniche, inclusa la rappresentazione di un uomo che ama una bambola sintetica.

Dal 22-04-2023 al 21-04-2024
Inizio iscrizioni: 22-04-2023
Fine iscrizione: 19-04-2024
Dettaglio
Posti liberi:60
Accreditato il:05-04-2023
Crediti ECM:5.0
Durata evento5h
Codice Evento:384439
N. Edizione:1

La pagina web per l'iscrizione è al link

Informazioni

InfermieriAttivi.it, dal 2006 è il sito web dedicato agli infermieri e gestito da infermieri. Qui, troverai articoli di divulgazione, notizie e approfondimenti ma anche documenti infermieristici, immagini e link per conoscere meglio la complessità della nostra professione.

I servizi che realizziamo sono:

DOSSIER

Se ti piace InfermieriAttivi.it puoi registrarti e ricevere gratuitamente la newsletter e usare il forum per aprire conversazioni o inserire annunci.

Disclaimer: Tutti gli autori riportano analisi ed opinioni personali, non scrivono a nome della professione.

Ricorda, tutte le informazioni medico scientifiche sono da intendersi con il solo fine informativo e non sostituiscono il parere o l'obbligo di esecuzione e prescrizione da parte di un professionista sanitario.

Per conoscerci meglio: