Offerta lavoro in Germania, Esperti o neolaureati

Il collega che lavora in terapia intensiva potrebbe trovarlo un aspetto ridicolo, ma lavorando in reparto l'utilizzo delle pompe siringa può presentarsi come un dramma per alcuni motivi.

Il più semplice è che non ci si ricorda come funziona perchè da mesi o anni non ci è capitato di usarla e allora dopo i primi minuti con un fare professionale ci si scompone e si pronunciano improperi in lingue sconosciute.

Le pompe infusionali tipiche hanno due modalità principali per far defluire la soluzione a pistone o a peristalsi, in entrambi i casi sono previsti dei kit specifici della casa costruttrice.

La pompa che usa un sistema a pistome ha un dispositivo che materialmente preme sulla soluzione per farla scorrere, a peristalsi, ci sono più pistoncini che si muovono e premono delicatamente su un pezzo del tubo del deflussore, per far progredire la soluzione.

La pompa infusionale tipica dichiara di lavorare bene anche a flussi bassissimi dell'ordine di 1ml/ora, (non so perchè nessuno denuncia il falso) ma quando capita di abbassare i flussi basta un minimo di resistenza, la macchina non infonde bene e ce ne accorgiamo quando siamo in ritardo.

Quindi per infusione di volumi piccoli sono ampiamente utilizzate le pompe siringa.

Cercando pompe siringa sul sito Medical Expo, (LINK) ne compaiono una decina di modelli e i modelli stessi hanno diversi livelli di complessità tecnologica.

Perchè l'uso di una pompa siringa può spaventare l'infermiere di reparto?

Il motivo è semplice, è uno strumento che o si usa spesso in reparto o non si usa mai, dove non si usa con una certa frequenza è lì in esposizione e poi quando serve deve essere usata subito ed in pochi minuti ci si trova a dover essere operativi. Tutto bene fino a quando non compare la lucina o il codice allarme che blocca tutto.

L'immagine sotto mostra una pompa siringa molto semplice:

pompa siringa semplice

figura 1

Nel display la velocità, due tasti per regolarla, semplice, forse troppo semplice se si devono infondere farmaci con precisione e accuratezza.

La pompa di figura 1 ci richiede di fare dei calcoli per capire cosa stiamo facendo, faccio un passo indietro, tutte le pompe siringa funzionano tenendo ferma la siringa e con un dispositivo meccanico sposta lo stantuffo ad una certa velocità.

Nell'immagine sopra la velocità è espressa in millimetri/ora, la pompa sopra non fa calcoli ci dice esattamente quello che fa ovvero che sposta il pistone ad una certa velocità

Il risultato del volume infuso e del farmaco somministrato cambia a seconda della siringa utilizzata e una pompa così che ci dice i millimetri di spostamento che fa è troppo semplice e diventa un problema capire il volume e il farmaco infuso.

Le pompe ci vengono incontro e ci danno risposte con dati che ci sono utili per capire meglio cosa stiamo facendo, quindi la pompa continuerà a spostare il pistoncino ad una certa velocità di mm/ora ma a noi tramite il suo software ci restituisce un dato per milliletri/ora.

Quando la pompa infusionale ci restituisce un dato per milliletri/ora o a seconda del modello potrebbe mostrare cc/ora, la pompa è esatta al 100%?

Due aspetti sono importanti, il blocco della siringa sulla pompa e la siringa giusta.

 

 

pompa siringa bloccata

figura 2 tratta dal manuale LINK

Il blocco della siringa è chiaro che se mentre il pistone si muove se la siringa non è assicuratà bene sul supporto non abbiamo un infusione efficace.

Poi dobbiamo essere certi la pompa utilizzi la siringa dedicata o sappia quali siringhe sta usando.

Il modello di siringa da mettere nella pompa non può essere forzato, perchè se è più larga di quanto pensi la macchina o più stretta, la velocità aumenta o diminuisce, la macchina ci restituisce solo un dato calcolato e non misurato.

pompa siringa tipo siringa

figura 3 tratta dal manuale LINK

Nei modelli più avanzati può essere previsto di selezionare il tipo di siringa ed è un passaggio obbligatorio, da verificare dato che non sappiamo quale sia stato l'uso precedente.

Ricapitolando:

La macchina sposta un pistoncino con una velocità in millimetri ma con dei calcoli ci traduce un volume in ml/ora che è un dato che per noi è di più facile utilizzo, questo dato è esatto se e solo se la macchina sta usando la siringa corretta.

La pompa viene complicata ulteriormente a seconda dell'utilizzo, se usata in terapia intensiva o in rianimazione l'utilizzo di farmaci potenzialmentente pericolosi a velocità maggiori, quindi hanno inserito dei parametri di sicurezza.

La pompa viene informata che sta usando un certo farmaco che ha una certa concentrazione, di conseguenza ci dice anche il dosaggio di farmaco infuso, ma a questo si aggiunge un sistema di sicurezza di alcune pompe che se al posto di scrivere 0.4 viene scritto 4, la pompa sa che il dosaggio è troppo alto e può essere rischioso, quindi ci segnala un allarme.

In questo caso deve essere modificata anche l'impostazione del tipo di farmaco, dato che a seconda del farmaco si sono range di velocità ammessi.

 

Gli allarmi di malfunzionamento per gli ostacoli al deflusso, spesso un rubinetto lasciato chiuso capita, ma è necessario identificare il proprio modello di pompa perchè un aspetto forse poco considerato è se la pompa segnala problemi per ostacoli di pressione minori o se invece li ignora, in questo caso se utilizzata per via periferica dobbiamo ricordarci di sorvegliare la sede regolarmente.

 

Concludo questa chiacchierata per rendere l'idea che leggere ogni tanto il manuale della propria pompa siringa è cosa buona e giusta e per oggi buona Domenica

 

 

 

 

 

Pin It