master online infermieri

asp palermoL'ASP di Palermo ha indetto un avviso per trovare 46 infermieri per gli istituti penitenziari di Palermo.

L'affidamento degli incarichi prevede l'apertura della p.iva, un massimo di 200 ore mensili e un minimo variabile a seconda della sede, ed è richiesta la disponibilità immediata.

L'avviso è incompatibile con l'esistenza di un attività nel pubblico impiego, perchè il dipendente pubblico non può avere la p.iva, ma 

Le sedi identificate sono:

- n. 14 unità per un monte orario di 150 ore mensili presso la Casa di Reclusione “ Ucciardone” di Palermo afferente al Distretto Sanitario n. 42 di Palermo;

- n. 25 unità per un monte orario di 150 ore mensili presso la Casa Circondariale “ Pagliarelli” di Palermo afferente al Distretto Sanitario n. 42 di Palermo;

- n. 3 unità per un monte orario di 150 ore mensili presso l’Istituto Penale per Minorenni di Palermo afferente al Distretto Sanitario n. 42 di Palermo;

- n. 4 unità per un monte orario di 372 ore mensili presso la Casa Circondariale di Termini Imerese afferente al Distretto Sanitario n. 37 di Termini Imerese.

 

Il bando riporta anche:

Oggetto e natura dell’incarico:

Prestazioni infermieristiche per assicurare l’assistenza tecnico-infermieristica in favore dei detenuti/ristretti negli Istituti Penitenziari sopraindicati al fine di garantire la continuità assistenziale al bacino di utenza interessata.

L’incarico sarà conferito nelle forme di contratto libero professionale e sarà espletato secondo le modalità che saranno individuate dal Direttore del Distretto Sanitario interessato in collaborazione con il Responsabile dell’Area Sanitaria dell’Istituto penitenziario di riferimento.

Il conferimento dell’incarico non dà luogo ad alcun rapporto di lavoro dipendente con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, ma ad una prestazione di lavoro autonomo ai sensi e per gli effetti degli artt. 2222 e seguenti del codice civile. Per l’effettuazione della collaborazione è richiesto il possesso di partita IVA.

L’incarico di che trattasi è incompatibile con qualsivoglia rapporto di lavoro subordinato eventualmente in atto con altri enti pubblici.

Durata e compenso della collaborazione

Il monte ore di cui sopra potrà essere svolto interamente presso un solo Istituto o cumulativamente presso più sedi penitenziarie.

Per comprovate esigenze di servizio il monte ore individuale può essere elevato secondo le necessità dell’istituto fino a non oltre le 200 ore mensili per periodi non superiori a quattro mesi l’anno. In particolare le attività sono finalizzate alla copertura dei turni infermieristici e si articolano di norma sulle 24 ore giornaliere per 7 giorni alla settimana attraverso più turni di servizio ( compresi turni notturni e festivi).

Gli incarichi da conferire avranno la durata di 12 mesi, con possibilità di cessazione anticipata a seguito di disposizioni nazionali o regionali o assunzioni a tempo determinato e/o a tempo indeterminato, con decorrenza dalla data di sottoscrizione.

Al professionista per le sue prestazioni spetta un compenso orario lordo omnicomprensivo pari ad €. 17,24 con esclusione di ogni trattamento previdenziale ed assicurativo.

Il compenso sarà erogato con cadenza di norma mensile, previa presentazione di fattura elettronica da parte dell’incaricato e attestazione del Responsabile della struttura di assegnazione, di regolare svolgimento delle attività svolte ed oggetto dell’incarico.

 

L'importo orario è molto interessante per chi deve iniziare a lavorare e può avere un regime fiscale agevolato, la tipologie di regime fiscale richiede di non fatturare oltre 30.000 euro.

Questo comporta che per fare 30.000 euro si devono fare 1740 ore che diviso 11 mesi di lavoro fanno 158 ore al mese.

Un importo di 158 ore per 17,24 euro fa 2723 euro, attenzione, non è un gran stipendio, ma uno stipendio normale.

Gli importi lordi sono comprensivi di tutto, ferie, tredicesima, contributi ENPAPI e anche del 4% (la dicitura del bando riporta omnicomprensivo), con un minimo di gestione si può arrivare ad avere 13 mensilità da 1500 euro ed avere un minimo di cassa da gestirsi come impresa individuale.

Importante che chi ha un regime fiscale agevolato NON superi MAI il limite dei 30.000 euro, altrimenti da un irpef del 5% (ridicola) si passa ad un irpef che parte dal 23% fino al 38% (esagerata).

Scarica il Il bando con la domandaIl bando con la domanda

Invio entro il 24 maggio

La pagina web dell'avviso

Pin It
Accedi per commentare

Per il concorso preparati con Quiz-Infermieri

Sono presenti 158 prove con più di 4400 domande

Oltre 1000 infermieri sono già iscritti.

L'accesso é gratuito per chi contribuisce alla crescita del database, leggi le F.A.Q