Da molti anni si sa che tra la salute del nostro corpo in generale ed il sonno ci sono molte correlazioni. Da una parte, malattie organiche come il dolore, l’ipertiroidismo, ecc possono facilmente disturbare il sonno e dall’altra, l’insonnia è stata spesso nominata come possibile causa di alcune patologie organiche come obesità ed ipertensione arteriosa...

 

 

Uno studio con un follow-up di 4 anni condotto su persone di età non inferiore ai 45 anni, 11.000 soggetti con insonnia e 32.000 che dormivano normalmente la notte ha mostrato dei dati interessanti. Nel gruppo con insonnia l’infarto del miocardio si è riscontrato nel 1,6% dei casi e solo nel 0,76% delle persone arruolate nel gruppo di controllo. Anche per l’ictus si è verificato un dato analogo; 11,2% di casi nei soggetti con insonnia e solo 6,5% di casi nei soggetti che dormivano bene la notte.

Lo studio ha trovato esclusivamente un’associazione tra la mancanza di sonno e la presenza più elevata di casi di infarto del miocardio e stroke senza potere affermare con certezza che si tratti di un rapporto di tipo causa-effetto.

Nelo studio non sono stati presi in considerazione i vari tipi di insonnia e nemmeno l’esistenza dell’apnea notturna, elementi conosciuti come spesso associati a malattie cardiovascolari.

Viene identificata anche una correlazione fra la mancanza di sonno e l'indebolimento del sistema immunitario, il che, a sua volta innesca dei processi infiammatori a catena ed il rapporto tra l’infiammazione e la malattia cardiovascolare è ampiamente riconosciuto.

 

Fonte

American Heart Association, meeting annuale a Los Angeles, 4 Novembre 2012.

 

 

Dott. Vladimir Guluta

http://www.guluta.it/

cardiologo presso Maria Cecilia Hospital

Cotignola (RA)

 

Log in to comment