Tecniche e tecnologie

 salute tecnologiaLe tecnologie in sanità hanno un eterogeneicità incredibile, infatti si parla di tecnologia quando si ha a che fare con un modello teorico o statistico matematico che consente un analisi, ma anche quando si ha la robotica più avanzata che opera in telemedicina.

L'immagine della piramide delle evidenze è sempre stato un "must" dell'EBM/EBN/EBP ma la rappresentazione grafica che mostra una sintesi di un concetto di grading degli studi.

La sintesi però non rende l'idea dell'utilità o meno dello studio, sul sito del prestigioso BMJ la proposta di un altra rappresentazione grafica che rende giustizia alla necessità di una varietà di studi e di situazioni in cui si applicano.

Add a comment

Fare ricerca richiede una fase di progettazione, una fase autorizzativa che può richiedere ulteriori revisioni e poi la rilevazioni dei dati, l'elaborazione e la realizzazione di report presentazioni ai congressi ed alla fine la pubblicazione.

Tempo, risorse, un percorso lungo che potrebbe non andare a buon fine se i risultati non sono come ce li si aspettava, quindi non si pubblica, e le risorse spese, uno spreco?

Add a comment

Gli standard per l'inserzione di un CVC potrebbero essere interpretati all'italiana con un classico "facciamo come possiamo", invece è proprio un articolo italiano pubblicato sulla rivista scientifica Assistenza Infermieristica e Ricerca (AIR) che detta gli standard per una corretta inserzione del PICC. La rivista Assistenza Infermieristica e Ricerca (AIR) è una rivista ad alto contenuto tecnico scientifico coordinata dalla professoressa Paola di Giulio.

 

Add a comment

Vi presento due documenti, il primo realizzato dal centro diagnostico italiano il "Manuale del prelevatore", un documento chiaro e di conseguenza di facile utilizzo. Utile anche per un ripasso veloce e ricordare i principi scientifici collegati alla raccolta del campione biologico.

Il secondo è un manuale di 58 pagine dell'Area Vasta della Romagna.

Il campione biologico ha dietro un razionale ed un sapere in continua evoluzione perchè da quell'atto, da quel momento dipendono poi decisioni per la salute del nostro assistito.

Add a comment

Una veloce ricerca online per rilevare documenti dedicati alle strategie di prevenzione della diffusione del Clostridium, batterio che si trova normalmente diffuso, ma che in condizioni di debilitazione dell'organismo può portare a coliti pseudomembranose e mettere in pericolo la vita del nostro assistito.

C'è un grande impegno documentale e iconografico degli ospedali e alcuni hanno il proprio materiale online.

Add a comment

gavecelt newUna delle relazioni più interessanti dell’ultimo PICC Day tenutosi a Roma il 30 novembre 2016 è stata senz’altro quella affidata a Giancarlo Scoppettuolo, infettivologo della Fondazione Policlinico ‘A.Gemelli’ di Roma, uno tra i più importanti esperti europei nell’ambito delle infezioni da catetere venoso.

La sua relazione è disponibile sul ns. sito sia come presentazione di diapositive sia come video. Ma è talmente rilevante che ci pare utile riassumerla in questa newsletter.

Add a comment

La ricerca sui Cateteri Centrali ad Inserzione Periferica (PICC) negli ultimi 15 anni ha presentato un fortissimo impulso tecnologico, di conseguenza l'impiego dei PICC si è diffuso dagli ospedali al territorio.

Il mese scorso è stato pubblicato lo studio "Complications with peripherally inserted central catheters (PICCs) used in hospitalized patients and outpatients: a prospective cohort study" di Delphine Grau,at al.

Lo studio vuole valutare o fare ipotesi sui costi e la natura delle complicazioni PICC-correlate dall'inserimento alla rimozione ed analizzare il rischio di fattori basati sulla diversa gestione.

Add a comment