annuncio pubblicitario

Avviso per 40 posti infermiere terapia intensiva, Bolzano

Se desideri lavorare in un ambiente moderno e altamente tecnologico con la possibilità di spaziare in vari ambiti professionali e di sviluppare le proprie capacità, sia nel quotidiano della professione che nel lungo periodo. Invia la candidatura online... Leggi tutto l'annuncio

Fentanyl 3D ballsL'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha pubblicato una raccomandazione sull'utilizzo di due antidolorifici molto forti il fentanil e il tramadolo. 

La raccomandazione nasce dai dati raccolti sulle segnalazioni di sospette reazioni avverse registrate nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF). L'analisi ha rilevato e osservato che le reazioni erano presenti nelle persone che hanno avuto modo di fare uso di questi farmaci per periodi prolungati, con indicazioni inappropriate.

Tutta l'Italia usa troppi oppioidi?

L'analisi di AIFA rileva un consumo molto minore in alcune Regioni del Sud Italia, è stato verificato che tale consumo è particolarmente limitato, arrivando ad ipotizzare che la terapia del dolore in alcune realtà locali sia praticata in maniera inferiore rispetto al necessario..

 

pubblicità

 

Quali sono le indicazioni del fentanile e del tramadolo?

Tramadolo: indicato solo per il trattamento del dolore da moderato a grave, come anche per i dolori indotti da interventi diagnostici e chirurgici.

Fentanile: è indicato per la gestione del dolore cronico grave che richiede la somministrazione continua a lungo termine di oppioidi; ovvero per il trattamento del dolore episodico intenso nei pazienti già in terapia di mantenimento con un oppioide per il dolore cronico da cancro.

Fentanil e tramadolo quando NON sono da utilizzare?

AIFA è molto chiara perchè gli antidolorifici oppioidi (fentanil e tramadolo) non vanno utilizzati per quegli stati dolorosi definiti di lieve entità come l’emicrania, la cefalea, nevralgia, dismenorrea, emorroidi, mal di denti, etc...

Le 10 raccomandazioni per l'USO responsabile di Fentanil e Tramadolo:

1) È particolarmente importante che i medicinali di questa classe terapeutica siano utilizzati per il minor tempo possibile per limitare il rischio di dipendenza;

2) Il dosaggio dev' essere ridotto gradualmente prima di interrompere il trattamento, per evitare problemi di sindrome da astinenza.

Si raccomanda ai medici prescrittori di:

3) tenere in monitoraggio i pazienti ai quali tali medicinali sono prescritti;

4) utilizzarli in accordo alle indicazioni autorizzate riportate nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) di ogni singolo medicinale

5) accertarsi che i pazienti comprendano come e quando assumere il trattamento e pianifichino insieme a loro la durata più breve possibile dello stesso. A tal riguardo, tutti i pazienti che ricevono la prescrizione di un medicinale oppioide devono essere istruiti sull'uso appropriato e sui rischi di abuso e dipendenza.

Informazioni importanti per i pazienti: 

6) Conservare questi medicinali in un luogo sicuro, sia dentro che fuori casa per proteggerli dal furto, poiché potrebbero essere un obiettivo per le persone che abusano di medicinali;

7) Non somministrare mai i medicinali oppioidi a nessun altro che non sia il destinatario della prescrizione, anche se sembra avere gli stessi sintomi;

8) Riferire al proprio medico tutti i problemi di salute fisica e mentale, in particolare quelli relativi ad abusi, pregressi o in atto, di droghe o alcool, come anche di eventuali problemi personali o familiari di dipendenza;

9) Non assumere questi medicinali per il trattamento di stati dolorosi diversi da quelli per i quali sono stati prescritti.

10) Proteggere dall'uso accidentale di oppioidi i pazienti, o chi se ne prende cura, devono essere informati che i medicinali oppioidi contengono un principio attivo in una quantità che può essere fatale per un bambino e causare problemi respiratori potenzialmente letali a chiunque li assuma accidentalmente.

L'AIFA nel  comunicato Uso dei medicinali OPPIOIDI si riferisce molto al medico prescrittore, ma come infermieri è indispensabile essere a conoscenza delle proprietà positive o negative di un farmaco per dare le informazioni giuste al paziente.

Queste raccomandazioni AIFA meritano di essere divulgate a tutte le persone che si rivolgono al loro medico curante per dolori leggeri richiedendo analgesici molto forti, perchè bisogna essere coscienti della complessità nella gestione di questi farmaci. Nel caso di dolori forti da gestire sarà cura del proprio medico indicare al paziente il percorso con il medico di terapia antalgica.

Pagina web Comunicazione AIFA sull'uso dei medicinali oppioidi

Immagine di pubblico dominio autore, Benjah-bmm27.

Accedi per commentare

pubblicità