ivan verzilli

Negli ultimi anni è aumentata la sensibilità verso l'intervento precoce in caso di arresto cardiaco; la diffusione negli impianti pubblici è stata favorita dall’entrata in vigore della legge Balduzzi (2017) dando un nuovo impulso all’obbligatorietà, da parte degli impianti sportivi, di dotarsi di defibrillatore automatico esterno - DAE, nel caso in cui in questi venisse praticata attività sportiva ad elevato livello di sforzo cardiocircolatorio.


Visti gli esiti positivi che sono scaturiti dalla legge in materia di prevenzione sanitaria, nello specifico, con i defibrillatori automatici esterni - DAE si sono ridotti sensibilmente i decessi dovuti ad arresto cardiocircolatorio.


Ma cosa succede all’organismo quando è in stato di “arresto cardiaco”?


Il cuore cessa, di battere: si blocca il meccanismo del pompaggio del sangue nell’intero corpo umano; il sangue rimane fermo, non viene più “spinto”.

Da ciò, il nostro organismo viene sottoposto ad uno shock, presentando svariate conseguenze, come per esempio: 
• La perdita di coscienza;
• La perdita delle capacità respiratorie.

Se nel giro di pochissimi minuti (4 o 5 al massimo) non si interviene (sull’organismo colpito da arresto cardiocircolatorio) con un defibrillatore automatico esterno - DAE e con la rianimazione cardiopolmonare, il cervello va incontro a danni permanenti e, nel 99 % dei casi, alla morte.

Ma dove avviene la maggior parte degli arresti cardiaci?

La maggior parte degli arresti cardiaci avviene in condominio.
Questo è, molto spesso, sprovvisto di defibrillatore automatico esterno - DAE (anzi, possiamo correttamente affermare che la probabilità di trovare un defibrillatore in condominio sia alquanto vicina all’ 1%); 

Ancora più spesso, i condomini abitati sono ubicati in zone difficili da raggiungere oppure è difficile dare indicazioni precise per raggiungere immediatamente la persona colpita da infarto.

Quindi il progetto è di rendere il condominio cardioprotetto, con formazione laica ai condomini, col defibrillatore e la sua manutenzione. Il tutto seguendo le rigide certificazioni degli standard internazionali.

Il progetto si è concretizzato e ha come punto di partenza il sito web CondominioProtetto.com. Puoi contattarci per formare i tuoi condomini ed, allo stesso tempo, avere i defibrillatori automatici esterni – DAE. 

La formazione adeguata degli abitanti di un condominio e la dotazione di un defibrillatore automatico esterno - DAE per un intervento precoce è condizione necessaria per ridurre i decessi causati da arresti cardiaci in condominio.

 

 

condominio cardioprotetto

 

Pin It
Accedi per commentare